BusinessCommunity.it settimanale per imprenditori e manager
BusinessCommunity.it

18/05/2022

cover
Stefano Calderano (Worldline): i pagamenti sono in costante evoluzione e non c'è distinzione tra commercio ed eCommerce

Il tema dei pagamenti digitali oggi è centrale per il retail, servono investimenti in tecnologia e innovazione, ma anche nella capacità di fare sistema

Qualità, innovazione e customer experience: nel mercato dei pagamenti sono fattori fondamentali.
Specialmente ora che l'omnichannel è diventato imprescindibile.
Ne abbiamo parlato con Stefano Calderano, Country Manager Italia di Worldline Merchant Services.

Worldline è apparentemente un nuovo operatore, ma in realtà avete una storicità anche in Italia.

Worldline è il principale operatore dei pagamenti in Europa, presente in molti Paesi nel continente, e questo è il nostro punto di forza. In Italia la presenza è molto giovane, avendo acquisito, a gennaio di quest'anno, l'80% di Axepta dal gruppo BNP Paribas, azienda molto importante e uno dei maggiori acquirer italiani.

Stefano Calderano (Worldline): i pagamenti sono in costante evoluzione e non c' distinzione tra commercio ed eCommerce

Con questa acquisizione Worldline è entrata a tutti gli effetti sul mercato italiano, diventando un player di rilievo e posizionandosi al terzo - quarto posto, con una quota intorno al 7% nel merchant services.
Ma la presenza in Italia di Worldline è anche attraverso le banche, con un altro dei nostri brand, Worldline Financial Services.

Avete presentato il rebranding.

Durante l'ultimo Netcomm Forum abbiamo mostrato il rebranding della società: sparisce Axepta e siamo diventati Worldline a tutti gli effetti. Lo scopo è ovviamente crescere, perciò continueremo a investire per diventare il secondo brand in Italia, dopo Nexi.

Un mercato che gioca molto sui servizi.

La qualità e l'innovazione sono gli elementi determinanti e in questo business sono necessarie competenze e risorse finanziarie notevoli. Worldline investirà oltre trecento milioni di euro all'anno, per tre anni, nell'innovazione, per cui si capisce che il numero di player a livello europeo, con investimenti simili, diventa molto limitato, figuriamoci a livello nazionale.

Stefano Calderano (Worldline): i pagamenti sono in costante evoluzione e non c' distinzione tra commercio ed eCommerce

L'innovazione è fondamentale, il mercato in questo momento è in fermento, grazie all'apporto di nuove tecnologie, nuovi stimoli e nuovi player, nonché all'ingresso nel mercato dei grandi player della tecnologia.
Insomma, dalle startup alle grandi aziende o banche, vengono introdotte innovazioni costantemente.

Il mondo dei pagamenti è una questione di tecnologia?

La componente tecnologica è superiore alle capacità delle aziende finanziarie.

Il termine fintech è molto abusato.

Molto abusato, ma  sono le competenze a fare la differenza.

Seguici: 

Per esempio, noi siamo presenti in tutta Europa e in altri Paesi e siamo un unico interlocutore nelle attività di pagamento dei nostri clienti. Siamo una fintech? Sì, ma siamo una società di servizi prima di tutto.
Siamo apprezzati perché siamo competenti e offriamo soluzioni, ma anche perché siamo presenti ovunque e quindi miglioriamo la gestione dei pagamenti.
In passato c'erano tanti player locali, ma oggi non vale la pena avere tanti interlocutori.
Il costo è sempre una discriminante, ma la questione gestionale oggi è particolarmente sentita ed è un trend importanteSiamo tra i pochi in grado di offrire questo tipo di approccio, essendo presenti su tutti i mercati con tutte le possibilità di interconnessione con i grandi circuiti internazionali, ma anche con quelli locali. Axepta è stata acquisita proprio per avere accesso alle strutture e licenze Pago Bancomat.

L'omnicanalità è ancora un must?

Assolutamente, anzi si cerca di avere una convergenza tra i pagamenti in store e nell'eCommerce, favorendo un'unica visione. Oggi questa convergenza guida letteralmente il mercato ed è indipendente dallo strumento di pagamento.

Abbiamo recentemente presentato un prodotto pensato per semplificare l'interazione con i pagamenti, sfruttando lo smartphone.
L'utente può fare la scansione dei prodotti con il telefono e alla fine può pagare direttamente la spesa che ha nel carrello saltando la fila. Basta inquadrare un QR Code e procedere al pagamento.
Anche la ricevuta arriva in modalità digitale, senza dover stampare nulla.

Ci sono altre evoluzioni in arrivo?

C'è una tendenza interessante, che è quella di sfruttare i normali smartphone come terminali per procedere ai pagamenti o per qualcosa di più evoluto.
Già abbiamo degli esempi con Google e Android, ma stanno arrivando anche sulla piattaforma Apple.
Questa tendenza rappresenta una semplificazione, ma anche un'evoluzione, perché verranno standardizzati i servizi e spariranno le macchine per pagare, dalle dimensioni ingombranti.

Tutto ciò risponde alla natura dell'evoluzione.


la copertina di BusinessCommunity.it


Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2022 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it