BusinessCommunity.it settimanale per imprenditori e manager
BusinessCommunity.it

20/04/2022

idee

Merger and Acquisition: le donne CEO portano a termine più accordi con migliori performance a lungo termine

Valeriya Vitkova (Bayes Business School): permane la percezione negativa delle operazioni guidate da donne, pur essendo ingiustificata. Le barriere dei pregiudizi devono essere superate


Nonostante le prestazioni complessive siano migliori, le acquisizioni guidate da CEO donne o da aziende con almeno il 30% di rappresentanza femminile nel consiglio di amministrazione ottengono rendimenti inferiori rispetto a quelle guidate da uomini e CdA a dominanza maschile.
E' quanto emerge da un report per SS&C Intralinks della Bayes Business School di Londra sul ruolo della diversità di genere nel mercato delle M&A.

Merger and Acquisition: le donne CEO portano a termine pi accordi con migliori performance a lungo termine

La Dott.ssa Valeriya Vitkova, ricercatrice alla Bayes Business School, ha condotto la ricerca che è alla base del rapporto Gender Diversity and Dealmaking 2022 che analizza l'impatto sull'attività di M&A dei CEO donne e di un CdA dove il genere femminile è ben rappresentato.
Ecco le principali conclusioni del rapporto:
a) Le operazioni condotte da CEO donne sono viste meno favorevolmente rispetto a quelle condotte da CEO uomini, con rendimenti dei prezzi delle azioni dell'acquirente inferiori di 1,5 punti percentuali per una finestra di annuncio di 40 giorni in cui l'acquirente ha un CEO donna rispetto a un uomo.
b) Nonostante questo, i CEO donne e i consigli di amministrazione diversificati producono risultati migliori nel post-deal rispetto alle loro controparti maschili attraverso diversi indicatori chiave.

Seguici: 

I CdA con almeno il 30% di rappresentanza femminile hanno ottenuto rendimenti azionari più alti di 7,1 punti percentuali e un rendimento del capitale netto più alto di 7,9 punti percentuali rispetto a quelli che non l'hanno fatto per un periodo di tre anni.
c) Gli acquirenti guidati da Amministratori Delegati donne o con una significativa presenza femminile nel consiglio di amministrazione tendono a completare una percentuale leggermente più alta di accordi (97%) rispetto a quelli che sono interamente dominati da uomini (95%).

Durante la pandemia, il 100% degli accordi guidati da donne sono stati completati.
d) Le donne e le aziende che guidano hanno caratteristiche di dealmaking molto diverse da quelle degli uomini.
La ricerca mostra che gli acquirenti guidati da donne sono più propensi a cercare consigli esterni, cercano obiettivi di forte crescita, hanno una minore propensione al rischio e sono più propensi a offrire garanzie rispetto alle loro controparti maschili.
e) Questi divari di performance tra gli acquirenti guidati da donne e uomini sono aumentati durante la pandemia, anche se il divario è aumentato anche tra le performance e la percezione del mercato.
Lo studio ha utilizzato i dati di acquirenti quotati in borsa annunciati tra il 1° gennaio 2010 e il 31 ottobre 2021, e ha incluso un campione di 5.047 acquirenti unici e 9.529 obiettivi su un totale di 11.562 transazioni.

1.237 operazioni sono state avviate da acquirenti con CdA composti per almeno il 30% da donne.
Dopo la ricerca sul campo, Mergermarket ha condotto delle interviste con sette dirigenti femminili influenti per conoscere il loro punto di vista sul processo di dealmaking.
Per Vitkova lo studio ha evidenziato che c'è ancora molto da fare per cambiare la percezione delle donne nell'M&A: "pur dimostrando l'indubbio valore della diversità nei consigli di amministrazione, la ricerca mostra che c'è ancora molto lavoro da fare per cambiare la percezione negativa delle donne nell'M&A.
Basta guardare le performance relative delle acquisizioni guidate da donne e uomini durante la pandemia per renderci conto della significativa influenza positiva che le donne hanno nel settore, ma la triste realtà è che questo non si traduce in fiducia nel mercato o nella valutazione.

la copertina di BusinessCommunity.it

Le barriere dei pregiudizi inconsci e le norme storiche all'interno dell'M&A e del posto di lavoro in generale devono essere superate perché il mercato globale prosperi, con strutture legali e di consulenza messe in atto per fornire l'accesso ai ruoli più alti alle donne accanto agli uomini".
Secondo Ken Bisconti, Co-Head di SS&C Intralinks, i recenti eventi hanno avuto un grande impatto sulle strategie aziendali:
"dal nostro primo rapporto sull'argomento pubblicato all'inizio del 2020, una pandemia e una svolta verso i criteri ESG e DEI hanno trasformato le strategie aziendali.
Abbiamo cercato di determinare la misura in cui la diversità di genere nei CdA delle società pubbliche e a livello di CEO influisse sui risultati delle operazioni di M&A.
Quello che abbiamo scoperto è che le donne CEO non solo portano a termine più accordi ma la diversità di genere produce migliori performance a lungo termine
".



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2022 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it