BusinessCommunity.it settimanale per imprenditori e manager
BusinessCommunity.it

13/04/2022

fare

Le strategie HR che rendono le aziende delle Company of choice

Alexis Sottocorno (Seltis Hub): una buona strategia di employer branding può ridefinire l'identità dell'organizzazione come luogo di lavoro interessante e accattivante per i potenziali candidati, dipendenti e, a cascata, per i clienti

Il lavoro ha sempre ricoperto un ruolo centrale nella vita di ogni individuo, gli eventi degli ultimi anni, però, ne hanno cambiato profondamente la natura e i tradizionali parametri di gestione delle risorse umane.
Seltis Hub, società controllata di Openjobmetis SpA, centro di esperienze, competenze e opportunità nell'ambito delle Risorse Umane, si offre come una risposta concreta alle sempre più eterogenee aspettative di aziende e candidati, grazie a un'offerta in cui servizi tradizionali e tecnologie innovative trovano la loro combinazione.

Le strategie HR che rendono le aziende delle Company of choice

Seltis Hub si propone ad aziende e candidati come un aggregatore di competenze altamente specializzate, all'interno del quale ciascun elemento contribuisce a creare valore e un'offerta completamente nuova, al passo con un mercato del lavoro in continua trasformazione.
Una trasformazione legata a doppio filo alle sorti di una società che cambia velocemente sotto la spinta propulsiva degli eventi: dalla nascita di nuovi mercati alle rivoluzioni tecnologiche e digitali e, non da ultimo la pandemia, sono diversi i fattori che hanno cambiato dinamiche e logistiche del mondo del lavoro definendo una nuova normalità.
I lavoratori, soprattutto i giovani della GenZ iniziano ad essere più insofferenti alla "carriera" intesa in senso tradizionale, e richiedono alle aziende maggiore elasticità. Pena, l'abbandono di un numero sempre crescente di persone che decide di cessare volontariamente il proprio contratto di lavoro.

Le strategie HR che rendono le aziende delle Company of choice

Questo fenomeno, identificato con il nome di Great Resignation, non ha lasciato indifferente il mercato europeo e, non da ultimo, quello italiano dove, secondo le rilevazioni del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, nei primi 10 mesi del 2021 sono state rilevate ben 777.000 cessazioni volontarie di rapporti di lavoro a tempo indeterminato (+ 5,4% rispetto a due anni prima).
Nonostante si stiano attualmente indagando i fattori che hanno alimentato l'esplosione delle dimissioni volontarie, i tempi non sono ancora maturi per avere una panoramica completa del fenomeno.

Seguici: 

Tuttavia, secondo una survey realizzata da Meritocracy, tra i primi 3 motivi che spingerebbero i dipendenti a cambiare lavoro, da una scala da 1 a 5, si possono annoverare l'ambizione a salari più alti (3,3), la ricerca di un miglior work-life balance (3,2) e le competenze ed esperienze del management (3,2).
Un ribaltamento di ruoli in cui sono le aziende a doversi rendere appetibili e ad attrarre le competenze dei lavoratori e in cui diventa necessario un approccio HR globale che possa soddisfare i talenti nel loro percorso di carriera riformando l'employeé experience.
L'esperienza positiva per il dipendente inizia dall'azione di employer branding e prosegue con processi di recruiting coinvolgenti in cui il candidato deve uscire con un'immagine positiva dell'azienda, anche nel caso in cui il processo non si concluda con l'inserimento.

Già durante i colloqui, infatti, il candidato comincia a valutare l'azienda, ricorrendo anche a "recensioni" di ex dipendenti dell'organizzazione stessa.
Secondo Alexis Sottocorno, Direttore Generale Seltis Hub "l'employer branding è uno degli aspetti essenziali di una strategia globale di social recruitment.
In questo momento storico caratterizzato dal fenomeno Great Resignation, in cui le aziende vogliono mantenere un profilo competitivo sul mercato e hanno necessità di attrarre e trattenere personale di talento, una buona strategia di employer branding può ridefinire l'identità dell'organizzazione come luogo di lavoro interessante e accattivante per i potenziali candidati, dipendenti e, a cascata, per i clienti
".


la copertina di BusinessCommunity.it


Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2022 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it