BusinessCommunity.it settimanale per imprenditori e manager
BusinessCommunity.it

20/10/2021

leisure

HR: virtuale è più complesso del reale?

 

Il libro di Martone e Ramponi si propone di sondare le condizioni di efficacia e di efficienza nella gestione dei gruppi di lavoro virtuali

Sono numerosi i paradossi che l'emergenza covid, e la lunga esperienza del lockdown che ne è conseguita, lasciano in eredità agli studiosi delle scienze umane, tra i quali in primis quelli di HR.
Il lavoro è cambiato, questo è noto.
Ma come tutto questo ha influito nella gestione dei gruppi di lavoro?
Il quesito è stimolante e complesso, e cercano di dare una serie di risposte Andrea Martone e Massimo Ramponi nel loro ultimo scritto "Virtual team.

HR: virtuale  pi complesso del reale?

Nuove sfide manageriali fra libertà e regole", edito da FrancoAngeli per la collana AIDP.
L'assunto di partenza è semplice.
Il lockdown ha allontanato le persone, ponendo loro il problema di relazionarsi non solo con il proprio capo ma anche con gli altri colleghi.
La distanza, apparentemente mitigata dalle riunioni online, non è un elemento positivo.
Mette a nudo molte insicurezza e peculiarità caratteriali che paradossalmente la fisicità del lavoro ante covid ben dissimulava.
Eco dunque prendere forma una nuova entità aziendale, un "corpo cloud" verrebbe da definirlo, cui vengono assegnati compiti e responsabilità né più né meno di quanto avveniva (e forse tornerà) in epoca ante covid.
Uno degli strumenti cruciali dello smartworking divengono i Virtual team, un modello di interazione tra persone distanti che interagiscono per realizzare un obiettivo comune.

Seguici: 

Lo scritto di Martone e Ramponi si propone di sondare le condizioni di efficacia e di efficienza nella gestione dei gruppi di lavoro virtuali.
Come si crea un team virtuale efficiente? Quale modello di leadership deve avere? Come si definiscono gli obiettivi e come si misurano i risultati? Domande non da poco, certamente, ma le cui risposte sono per certi versi ancora più complesse.
Specialmente adesso che si parla di codificare il Remote Working.
La virtualità, pur non intaccando l'efficacia e l'efficienza, genera distanza tra le persone e induce difficoltà di coordinamento, richiedendo nuovi stili di leadership e processi operativi specifici.

Ne nasce un paradosso manageriale che necessita di contemperare elementi apparentemente contrapposti (libertà e regole, umanizzazione e processi, comportamenti e strumenti).
Per vincere la sfida delle contraddizioni occorre una forte condivisione degli obiettivi.
Sempre paradossalmente, comandare un team virtuale è forse più complicato che non fronteggiare gli occhi critici di un team assiepato in una meeting room.
Si perde la possibilità di captare, come fanno gli squali (gli HR sono certamente degli squali!) con le onde elettriche per indirizzarsi sulla preda, la reazione emotiva dei propri collaboratori.
Il libro, supportato da solide basi scientifiche e con una tensione all'operatività, si rivolge a coloro che gestiscono Virtual team e sono alla ricerca di nuovi modelli da sperimentare.
Un passaggio necessario, utile a gestire l'onda lunga del covid e chissà, prepararsi all'era del lavoro in cloud.

Titolo: Virtual team.
Nuove sfide manageriali fra libertà e regole

Autori: Andrea Martone e Massimo Ramponi
Editore: FrancoAngeli
Pagine:

@federicounnia - Consulente in comunicazione
@Aures Strategie e politiche di comunicazione
@Aures Facebook


la copertina di BusinessCommunity.it


Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it