16/09/2015

fare

Risorse pubbliche a sostegno del welfare aziendale

 

Scansani (Welfare Company): affianchiamo le aziende, specialmente le PMI, coordinandone le iniziative per la partecipazione ai bandi di finanziamento con servizi di consulenza specializzata sulle tematiche oggetto degli stanziamenti pubblici

I programmi di Welfare Aziendale sono sempre più diffusi e non riguardano soltanto le grandi imprese: numerose sono ormai le aziende di medie dimensioni che ogni anno incrementano la platea delle imprese più responsabili e family friendly.
Proprio il target dimensionale delle PMI è oggetto di due recenti interventi pubblici a sostegno del Welfare in Azienda: il Piano Territoriale della ASL Milano 2 e la Regione Lazio, hanno stanziato specifiche risorse dedicate, rispettivamente, alle iniziative di conciliazione vita-lavoro ed all'attivazione di servizi di asilo aziendale.

Risorse pubbliche a sostegno del welfare aziendale

"Insieme Conviene", questo il nome del progetto milanese, è finanziato per 50mila euro mentre "Pacchetto Famiglia" della Regione Lazio è coperto con un milione di euro: importi non molto alti, visti gli obiettivi, ma che, se non altro, basteranno ad attivare iniziative che potranno poi servire da utile benchmark per altre aziende del territorio, favorendo la diffusione di buone prassi di welfare integrativo.
Gli ostacoli principali alla diffusione del welfare aziendale nelle PMI sono rappresentati dalla taglia dimensionale di queste imprese e da una disciplina fiscale non sempre particolarmente attenta alle specificità espresse da questo tipo di aziende quando esse si avvicinano a temi come la conciliazione vita-lavoro, la flessibilità, il sostegno al reddito generabile tramite formule di servizio che potrebbero essere maggiormente incentivate.

Seguici: 

In alcune aree virtuose (come nel caso di Milano e della Regione Lazio), tramite lo stanziamento di fondi dedicati s'interviene almeno sul fronte dell'incentivazione all'introduzione di servizi di welfare aziendale. Essenziale, però, per una reale diffusione delle prassi e per favorire l'accesso a questi fondi è la snellezza procedurale e la chiarezza delle regole: troppo spesso le imprese, quando partecipano a questo tipo di bandi, devono fare i conti con appesantimenti burocratici che finiscono per farle desistere dal tentare di accedere al finanziamento disponibile.
Ma questa tipologia di bandi è comunque destinata ad aumentare nel tempo, visto l'interesse dei soggetti cui si rivolge e alla sensibilità crescente delle istituzioni.
Welfare Company, azienda a capitale interamente italiano, collegata a Qui! Group Spa, affianca le aziende coordinandone le iniziative proprio in vista della partecipazione ai bandi di finanziamento con servizi di consulenza specializzata sulle tematiche oggetto degli stanziamenti pubblici.

"In particolare - spiega Giovanni Scansani DG di Welfare Company - poter rafforzare le risposte che i datori di lavoro esprimono, rispetto ai bisogni dei Lavoratori, accrescendone la capacità d'intervento anche grazie agli sviluppi che la tecnologia ha conseguito nel campo dei servizi di supporto che generano valore aggiunto per i Piani di welfare aziendale, dischiude nuove traiettorie che arricchiscono i progetti presentati in occasione di queste procedure pubbliche, ampliandone le possibilità di successo. Mi riferisco a portali web come il nostro MyWELFARE, per la gestione del sostegno al reddito reso con servizi di work-life balance, o a soluzioni basate su Voucher come i Buoni Acquisto MyVOUCHER associati a Buoni Sconto anche digitalizzati accettati da tutte le catene di supermercati o ancora alle carte cash-back, come MyCARD, alleate degli acquisti quotidiani delle famiglie dei lavoratori ai quali offriamo una rete di oltre 30.000 negozi convenzionati. Si tratta di formule che sono in grado di raddoppiare la soglia esente da imposizione fiscale e previdenziale senza alcun costo per il datore di lavoro e che stanno avendo, ovviamente, un rilevante successo".

Per approfondimenti:
welfarecompany.it
myvoucher.biz



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it. Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154

Guarda tutti gli arretrati

Leggi le ultime news

Le raccolte dei nostri articoli

Articoli dedicati alle PMI

Articoli dedicati all\'eCommerce e canale digitale

Articoli dedicati alla digital transformation

Articoli dedicati al marketing

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Sommario di questo numero
Copertina BusinessCommunity.it