Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   Magazine del 26/02/2020
Cover story

Gousset (Workday): le aziende leader saranno sempre più agili e con personale competente

La gestione finanziaria e le risorse umane ricopriranno un ruolo sempre più strategico anche con l'avvento dell'Intelligenza Artificiale

Lo studio "Organizational Agilility at Scale: The Key to Driving Digital Growth" realizzato da Longitude a livello mondiale ha posto in evidenza, per il nostro Paese, che il 53% delle imprese si prevede che dal digitale arriveranno oltre il 50% dei ricavi nel 2022. Un numero importante, un segnale di speranza per l'innovazione del sistema economico italiano. Il futuro appartiene alle aziende agili è un'estrapolazione che si può trarre dallo studio, e per raggiungere questo grado di agilità la tecnologia diventa un fattore abilitante. Ne abbiamo parlato con Pierre Gousset,vice Presidente EMEA di Workday.

Cosa fa Workday?

Workday è una società che è stata fondata nel 2005. Siamo partiti da un foglio di carta bianco con un'idea dirompente: portare le applicazioni aziendali nel cloud.
Da allora l'azienda si è evoluta perché siamo disruptive nel settore e il 50% delle aziende Fortune 500 usano le nostre soluzioni. Siamo l'alternativa a quelle applicazioni tradizionali che hanno dimostrato di essere complesse e costose da mantenere. ma sappiamo che abbiamo la responsabilità di essere la spina dorsale operativa di tutte le aziende, la gestione del denaro e delle persone.
La nostra crescita è guidata da tre elementi. I nostri dipendenti, i nostri clienti, e l'innovazione.
Lo scorso anno abbiamo raggiunto il 97% di soddisfazione dei clienti rispetto al prodotto. Per l'innovazione, reinvestiamo il 31% delle nostre entrate nello sviluppo dell'applicazione e per fare in modo che non solo sia sempre aggiornata, ma anche che risponda alle esigenze dei nostri clienti, le quali ovviamente cambiano con il passare del tempo.
In questi anno si è compreso dai mercati che le aziende che registrano i maggiori successi sono quelle che stanno sfruttando la trasformazione digitale nel migliore dei modi. Crediamo che il nostro software permetta loro di crescere e di sfruttare soprattutto l'agilità organizzativa che è un requisito importante per le aziende di successo e crediamo di fare le cose meglio di chiunque altro per aiutare queste imprese.

Come avviene la trasformazione digitale?

É un percorso, l'azienda deve essere dinamica e con una continua pianificazione. Solo in questo modo si possono gestire i cambiamenti rapidamente e in modo agile, per adattarsi alle esigenze del mercato. La nostra soluzione permette di costruire i processi e strutturarsi, ma anche di ridistribuire in modo efficace e rapido i talenti all'interno delle aziende e quindi, di conseguenza, anche i flussi di denaro.
Permettiamo anche di migliorare il modo di lavorare delle persone in azienda, potenziando il loro talento. In Workday questo è un mantra e desideriamo che i dipendenti delle aziende possano ottenere risultati migliori e svolgere il proprio lavoro nel modo più efficiente, ma anche favorire la gestione e la loro carriera. Vogliamo anche aiutare le aziende a costruire il futuro della forza lavoro, aiutandole a identificare il piano delle competenze che saranno necessarie in questo processo di digital transformation. Per fare questo, forniamo un set delle funzionalità di base che possono aiutare le imprese a standardizzare le proprie competenze con lo scopo di sfruttare il machine learning, per esempio. Abbiamo un algoritmo capace di anticipare le esigenze e assicurarsi che le aziende siano in grado non solo di costruire un piano e che venga eseguito, ma anche misurare i risultati nel tempo.

Ma come si garantisce un successo nel tempo?

Forniamo strumenti che sono necessari alle aziende oggi e in futuro ed è il motivo per cui veniamo apprezzati. Abbiamo strumenti a disposizione della loro forza lavoro, per le metriche finanziarie, per la contabilità e via di seguito. Soluzioni che permettono di dare degli obiettivi e di misurarne la riuscita.

Un consiglio per le imprese che vogliono abbracciare la digital transformation?

Mettere in discussione l'innovazione ogni giorno e capire cosa serve davvero ai propri clienti. Poi una gestione della società con strumenti che permettano di capire cosa funziona e cosa no e poter gestire la flessibilità. Pensare sul lungo termine, non a una logica di profitto a breve scadenza. Per questo, il successo dei nostri clienti lo misuriamo a lungo termine e noi stessi investiamo sul futuro reinvestendo una larga fetta delle entrate in ricerca e sviluppo. Innovazioni come il machine learning o l'intelligenza artificiale sono all'ordine del giorno per noi, perché la bontà della piattaforma dati è la chiave per ottenere il successo e permette di poter intervenire rapidamente quando è necessario per correggere il tiro. Abbiamo la migliore tecnologia, che è il fondamento per sfruttare e sbloccare il potenziale attivato dall'apprendimento automatico, ma è possibile solo perché abbiamo un unico luogo dove inseriamo i dati e ci permette di avere maggiore controllo sulla sicurezza degli stessi. Ogni informazione è sempre verificabile al 100%, un grado di sicurezza alto proprio perché centralizzato. Avendo tutti i dati, possiamo sfruttare l'analisi e l'autoapprendimento per migliorare i processi, automatizzarli, ma anche capire meglio le potenzialità delle persone.

Quanto contano i talenti?


Per essere un leader del settore digitale, in un mondo del business sempre più digitale, il talento delle persone è fondamentale, ma deve essere potenziato dall'apprendimento automatico per realizzare la migliore esperienza possibile per i dipendenti. Noi proponiamo soluzioni, per esempio, che permettono alle imprese di dialogare in conversazioni del tutto diverse dai sistemi tradizionali, perché l'innovazione passa attraverso la tecnologia e questa deve essere un fattore abilitante.

In che cosa siete differenti, in concreto?

Penso che in generale le aziende scelgano Workday perché capiscono che nel mondo digitale devi ripensare l'approccio operativo ai processi di back-end. Molte aziende sono arrivate a comprendere che devono evolversi velocemente, ma per fare questo hanno bisogno di una strategia aziendale ben definita, ma capace al tempo stesso di evolversi. Inoltre, per questo cambiamento, è determinante coinvolgere continuamente le persone e le strutture all'interno dei loro processi. Le aziende hanno anche compreso che oggi più che mai è necessario sperimentare cose nuove, provare le innovazioni man mano che arrivano, come per esempio il machine learning. Noi forniamo una piattaforma che abilita ad affrontare le sfide delle aziende e permette di sviluppare l'agilità per raggiungere gli obiettivi.

 



Cover story

numero di 26/02/2020
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn




Sfoglia il prossimo articolo -->

*/ ?>