Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 22/05/2019
Finanza e investimenti

A Milano High Street in crescita
Dattola (World Capital): nei negozi stabili le vendite agli italiani ma +6% nelle vendite fashion da parte degli stranieri extra UE

Nonostante l'eCommerce, ad inizio 2019 gli italiani confermano la fiducia ai negozi di prossimità mentre addirittura aumentano le spese effettuate dagli stranieri extra UE nei fashion store del nostro Paese, soprattutto al Nord.
Questo lo scenario del primo trimestre 2019 emerso nel nuovo Report Fashion High Street di World Capital e Federazione Moda Italia, in collaborazione con Osservatorio Acquisti Nexi, Global Blue e CCIAA di Milano per Federazione Moda Italia.
Focalizzandoci sulla città di Milano, durante i primi mesi del 2019 l'incremento nelle vendite del settore fashion agli stranieri e nei valori dello scontrino medio è stato dell'11%.
Sempre dall'ultima indagine targata World Capital e Federazione Moda Italia è interessante evidenziare che lo scontrino medio più alto, relativo alla spesa fashion, si registra nelle boutique milanesi con un valore di 1.167 euro.
Segnali incoraggianti anche per i valori immobiliari retail a Milano, dove la locazione continua a mostrare canoni in crescita.
Dando un'occhiata ai numeri immobiliari retail a Milano, qui la prime rent si riconferma in Via Monte Napoleone che raggiunge i 12.000 euro/mq/anno. Proprio in Via Monte Napoleone è importante segnalare il valore della vacancy pari a zero, determinato da un prodotto retail prime che diventa sempre più unico e corteggiato da brand nazionali e internazionali.
Buone performance anche per Via della Spiga con un canone di locazione massimo di 7.700 euro/mq/anno e Corso Vittorio Emanuele con 6.900 euro/mq/anno. A seguire Via Manzoni e Via Torino con 2.850 euro/mq/anno, Via Dante con 2.650 euro/mq/anno e Corso Buenos Aires con 2.500 euro/mq/anno.

Il Report Retail Fashion High Street - H2 2018 si chiude con un focus interamente dedicato alla città di Palermo.
"Facendo un confronto su scala internazionale, possiamo affermare che il mercato immobiliare retail italiano si conferma al passo con i suoi competitor mondiali", dichiara Lucia Dattola, Dipartimento di Ricerca di World Capital. "Milano e Roma, infatti, rientrano nella top 10 delle High Street con un canone massimo rispettivamente di 12.000 euro/mq/anno e 9.100 euro/mq/anno".



Finanza e investimenti

numero di 22/05/2019
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn




Continua a sfogliare per il prossimo articolo -->

*/ ?>