Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 22/05/2019
Marketing

I vantaggi di adottare una strategia Unified Commerce per i retailer
De Passorio (Adyen): oggi offrire un'esperienza d'acquisto sempre più fluida e più comoda per il turista internazionale è un'urgenza non più procrastinabile, in particolare nel segmento lusso

Quali sono le ultime tendenze del commercio internazionale e quali i vantaggi per i retailer nell'adottare un approccio sempre più omnicanale? Per dar risposta a queste domande la piattaforma di pagamento Adyen ha pubblicato i risultati dello Unified Commerce Index 2019, una ricerca biennale sull'evoluzione dello Unified Commerce internazionale basata sull'analisi di oltre 10 miliardi di pagamenti effettuati a livello globale negli ultimi due anni. Questo è stato reso possibile dall'unicità della piattaforma di Adyen, la sola capace di gestire tutti i tipi di pagamenti in un'unica soluzione.

L'avvento dello shopper omnichannel

Analizzando in dettaglio le abitudini di acquisto online, via smartphone e in store, emerge infatti una più marcata propensione all'acquisto da parte dei cosiddetti "omnichannel shopper", consumatori che effettuano acquisti attraverso più canali e che tendono a spendere di più e con maggiore frequenza. In particolare, se confrontati con il consumatore classico, si attestano su livelli di spesa maggiori del 30% e sono soliti effettuare acquisti presso il medesimo rivenditore 4 volte all'anno; il consumatore classico si ferma a 2. Segno che l'esperienza di acquisto su più canali è apprezzata e diventa sempre più fattore di preferenza per il consumatore.
A livello globale continua la crescita degli acquisti via mobile - ormai sugli stessi livelli di quelli da computer in quasi tutto il mondo - che vengono preferiti soprattutto per pagamenti di somme più contenute, fino a 60 euro, contro una spesa media di 120 da tablet e 126 da PC.

In crescita il digital wallet: per i turisti sostituisce i contanti

Si assiste invece ad una vera e propria impennata per quanto riguarda i digital wallets, il cui utilizzo registra un +400% negli acquisti in store. Una crescita certamente trainata dal lancio di Apple Pay e Google Pay in molti Paesi nel corso del 2018 e dall'utilizzo sempre più frequente di WeChat Pay e Alipay da parte dei viaggiatori cinesi.
I dati di Adyen mostrano, infatti, che l'utilizzo dei mobile wallets è sempre più diffuso proprio tra i turisti, che sembrano preferirne agilità e versatilità durante i viaggi all'estero. A guidare questa speciale classifica sono appunto i viaggiatori cinesi, grazie all'exploit nel segmento retail di lusso dove il valore dell'acquisto medio realizzato attraverso WeChat e Alipay ha toccato i 416 euro, ben 4 volte superiore rispetto alla media degli altri pagamenti registrati da Adyen sulla propria piattaforma.
"Si tratta di un risultato davvero importante, frutto della tendenza, sempre più diffusa fra i turisti cinesi, di acquistare beni di lusso durante i viaggi all'estero in occasione delle festività nazionali", ha commentato Philippe de Passorio, Country Manager Italia di Adyen. "É un'opportunità cruciale in ambito retail, in particolare per i brand del Made in Italy che riscuotono un grande successo fra i viaggiatori cinesi. Oggi offrire un'esperienza d'acquisto sempre più fluida e più comoda per il turista internazionale è un'urgenza non più procrastinabile, in particolare nel segmento lusso".

Se infatti quando si tratta di high-street brand, l'omnichannel shopper tende ad acquistare in media 2 o 3 volte all'anno nel proprio Paese e solo una volta all'estero, quando si parla di segmento lusso la situazione si ribalta, con una prevalenza marcata di acquisti fatti in negozi all'estero.
Adyen è l'unico provider al mondo in grado di gestire l'intero processo di pagamento in un'unica piattaforma tecnologica che si connette direttamente ad oltre 250 metodi di pagamento locali ed internazionali - tra i quali Visa, Mastercard, American Express, Sepa Direct Debit, le cinesi WeChat ed Alipay - e accetta più di 150 valute nei quattro continenti.



Marketing

numero di 22/05/2019
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn




Continua a sfogliare per il prossimo articolo -->