Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 13/02/2019
Sport Business

Con le entrate da broadcasting la Premier League domina nella Football Money League
Nove squadre nelle prime 20 testimoniano quanto i diritti TV (compresa la Champions League) ormai abbiamo un peso fondamentale nei bilanci delle società di calcio

Con le inglesi non può esserci partita finanziaria. Finché i diritti TV avranno un peso così preponderante nei bilanci delle squadre inglesi, ma vale anche per Barcellona e Real Madrid, ci sarà un sempre maggior divario tra squadre ricche e squadre di interi Paesi che molto difficilmente lo diventeranno. Passiamo ai dati.
Ci sono sei squadre della Premier League inglese nella top 10 della Deloitte Football Money League di quest'anno, la pattuglia più numerosa per un Paese.
Queste sono: Manchester United (terzo), Manchester City (quinto), Liverpool (settimo), Chelsea (ottavo), Arsenal (nono) e Tottenham Hotspur (decimo), con Everton, Newcastle United e West Ham United nella Top 20. Questo porta il totale a 9 team inglesi su 20 squadre da tutta l'Europa.
Secondo Sam Boor, senior manager dello Sports Business Group di Deloitte, "la consistente presenza dei club della Premier League continua a farsi sentire nella Deloitte Football Money League di quest'anno.
Tuttavia, con l'offerta della Premier League per il prossimo ciclo di diritti nazionali dal torneo 2019-20 e la vendita di diritti d'oltremare in via di conclusione, è chiaro che i club della Premier League non potranno contare su una crescita esplosiva nelle distribuzioni di trasmissioni come fonte di crescita futura, come è avvenuto negli ultimi anni".
Molti commentatori pensano però che alla conclusione del suo ciclo di vendite globali, la Premier League vedrà di nuovo un aumento nel valore complessivo dei suoi diritti media - anche se di piccola entità - mentre le vendite internazionali compenseranno la diminuzione interna.
Il rapporto Deloitte ha anche dimostrato l'importanza del successo nella Uefa Champions League, la competizione per club di alto livello della federazione europea. Il Liverpool ha aumentato i suoi ricavi di broadcasting di 65,8 milioni di sterline (76 milioni di euro) a un totale di 222,6 milioni di sterline - lo stesso del Real Madrid - come risultato dei pagamenti per il secondo posto della passata stagione della Champions League. Un importo che avrebbe consentito ai Reds con le sole entrate di broadcasting di piazzarsi al 15° posto nella Football Money League.



Sport Business

numero di 13/02/2019
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn




Sfoglia il prossimo articolo -->

*/ ?>