Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 13/02/2019
Leisure

Guida calcistica di LinkedIn - recensione di Gigi Beltrame al libro di Gianluigi Bonanomi
Usare la metafora calcistica per spiegare come sfruttare il social network per fare business

LinkedIn è il social network del business, ma molte aziende italiane e molti imprenditori e manager faticano a cogliere le opportunità e sfumature.
Gianluigi Bonanomi, giornalista e formatore, racconta il mondo di LinkedIn da anni sia presso aziende sia presso enti pubblici, cercando di raccontare il mondo visibile e sommerso del social network. "Guida calcistica di LinkedIn" è un libro che raccoglie, assecondando la metafora calcistica, molte delle esperienze di Bonanomi. L'autore, infatti, tenta fin da subito di scardinare quell'adagio che si senti in tanti uffici: LinkedIn non serve a niente.



La metafora del calcio per spiegare l'uso professionale di LinkedIn


Nel corso delle pagine riesce a spiegare come si tratti di un social atipico, di come si possa utilizzare nella duplice vesti di propagatore di contenuti e al tempo stesso di matassa delle relazioni professionali.
Vivere il business come una guerra, di posizione, per carità, è il motivo di analogia con il calcio, che di fatto è una piccola guerra tra due squadre che si affrontano lealmente, o almeno così dovrebbe essere. In fondo, il calcio e il business si affidano alle metafore belliche con termini di goal/obiettivi, strategie per raggiungerli, conquista del mercato, guerrilla marketing e sono solo alcuni degli esempi.
Nel corso delle pagine, Bonanomi spiega l'uso di LinkedIn e soprattutto, tutto ciò che non si deve fare.
Per esempio, non va usato in alternativa a un motore di ricerca di lavoro, ma è in realtà un rappresentazione della propria vita lavorativa e dei propri contatti, che è una cosa diversa. Non è come Facebook e Twitter dove si dice quel che passa per la testa, piuttosto che si inserisce la vita privata e non è nemmeno un buon vicolo per vendere prodotti e servizi, anche se il social selling è una pratica ormai comune.

LinkedIn è fondamentale uno strumento per acquisire notorietà, per posizionarsi e per curare la reputazione personale sul Web. Il procuratore del calciomercato, usando la metafora, ma anche il biglietto da visita 2.0, perché prima di qualsiasi nuovo appuntamento, oggi si controlla cosa ha fatto l'interlocutore su LinkedIn. Il bello è che chi si va ad incontrare riceverà una comunicazione del fatto che si è controllato il profilo. Piena trasparenza, da una parte, ma anche una modalità di facilitare gli incontri evitando i convenevoli.

Titolo: Guida calcistica di Linkedin
Autore: Giuanluigi Bonanomi
Editore: Ledizioni



Leisure

numero di 13/02/2019
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn




Continua a sfogliare per il prossimo articolo -->