Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 26/10/2016
Idee e opinioni

CEO: partnership strategiche e Big Data sono fattori chiave per successo e crescita sostenibile
Secondo un'indagine di Frost & Sullivan, il cambiamento delle aspettative degli stakeholder spinge gli amministratori delegati ad abbracciare l'innovazione

La digitalizzazione di prodotti, servizi e soluzioni sta portando ad una rivoluzione e trasformazione di diversi settori ed ecosistemi aziendali. L'enorme rapidità dei cambiamenti tecnologici, in particolare, sta abbattendo i modelli di business tradizionali basati sul prodotto e spingendo un approccio più agile, basato sui servizi. In che modo le aziende stanno rispondendo a questo continuo cambiamento? Quali approcci portano ad una crescita sostenibile a lungo termine?
Oltre 300 amministratori delegati e dirigenti d'azienda nelle Americhe, nella regione Asia-Pacifico, in Europa e Africa hanno partecipato alla nuova indagine annuale di Frost & Sullivan CEOs' Perspectives on Growth, Innovation and Leadership.
Il 48% dei CEO e dirigenti d'azienda crede che si baserà su partnership strategiche per guidare la crescita organizzativa nei prossimi 3 anni, così come la trasformazione digitale dell'ecosistema di business velocizzerà la necessità di nuove alleanze.
"Ora che gli ecosistemi economici globali sono soggetti ad una intensa trasformazione provocata dalla digitalizzazione e dal conseguente spostamento dell'attenzione dai prodotti ai servizi, emergono nuove opportunità di crescita e innovazione. Tuttavia, sfruttare queste opportunità richiede una leadership visionaria in grado di mettere in pratica strategie di crescita e realizzare una visione coerente", afferma David Frigstad, Presidente di Frost & Sullivan.
Le aziende che non abbracciano il cambiamento o che non si focalizzano su innovazione e crescita, non integrano nuovi modelli di business e non si allineano alle esigenze dei clienti, si troveranno sempre più marginalizzate. Le aziende affrontano sfide derivanti da fattori sia esterni che interni, come mostrano i risultati dell'indagine:
- I CEO globali e dirigenti d'azienda indicano a larga maggioranza la crescita del fatturato come il loro obiettivo di crescita maggiore nel periodo 2016-2021. Questo tema rimane invariato rispetto ai risultati del sondaggio di un decennio fa. Tuttavia, la maggior parte di essi riconosce che una maggiore chiarezza organizzativa è richiesta per attuare efficacemente le strategie di crescita e trasformazione.
- Il 53% degli Amministratori Delegati cita l'ambiente sempre più competitivo come la principale minaccia esterna alla crescita. Tuttavia, la maggior parte delle aziende non è in grado di coinvolgere adeguatamente gruppi di lavoro dedicati all'intelligenza competitiva e alla strategia aziendale per mitigare questa sfida.
- La trasformazione digitale è stata individuata come catalizzatore di crescita, innovazione e leadership per i prossimi 5 anni. Tuttavia, quasi il 34% degli amministratori delegati indica che la rapidità dei cambiamenti tecnologici rappresenta una sfida reale e immediata.
- Le strategie tecnologiche, insieme alle partnership strategiche, sono percepite come fondamentali per la crescita nei prossimi 3 anni. Tuttavia, oltre il 50% degli amministratori delegati indica la propria incapacità di realizzare con successo strategie tecnologiche o relative alla proprietà intellettuale, o alleanze strategiche.

La transizione da prodotti a servizi, la personalizzazione e customizzazione, e il modello value for many (convenienza per molti), sono i 3 modelli di business più dirompenti. Tuttavia, oltre il 50% degli amministratori delegati afferma di non essere stato in grado di integrare questi nuovi modelli di business nella propria azienda.

"La trasformazione digitale, che include strumenti di analisi dei dati intelligenti, convergenza, connettività e consumatori digitali, sta portando gli amministratori delegati a sviluppare strumenti e strategie innovativi per poter soddisfare le aspettative dinamiche dei soggetti interessati", afferma Sandeep Kar, capo del gruppo Content Transformation di Frost & Sullivan. "Un dato chiave che si evince da questa indagine è che l'implementazione deve incominciare nella propria azienda e deve incominciare presto e in modo coerente."
Nell'indagine, Apple, Google, Amazon, Tesla e GE sono citate come le aziende più rivoluzionarie. "Le loro storie uniche testimoniano i guadagni senza precedenti che si possono ottenere convertendo le idee rivoluzionarie in crescita, focalizzandosi sull'innovazione e mostrando leadership visionaria", conclude Kar.



Idee e opinioni


numero di 26/10/2016
Torna al SOMMARIO






SEGUICI