Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 14/05/2014
Fare Business

La stampa 3D è davvero alla portata di tutti
Hamlet ne commercializza una in vendita anche nella grande distribuzione

Con la commercializzazione dei primi modelli di stampanti 3D si aprono prospettive completamente nuove per il mondo della prototipazione, ma non solo.
"Il mondo sta cambiando - ha dichiarato a Business Community Antonio Campagnoli, Sales & Marketing Manager di Hamlet - e la stampa 3D è una realtà consolidata che ci circonda. Se prima facevamo una foto e poi la potevamo stampare, oggi possiamo fare un modellino in tre dimensioni di un oggetto e stamparlo comodamente. Se abbiamo bisogno di una fotografia di un campo di girasoli, non dobbiamo andare a scattare la foto, andiamo su internet e ne cerchiamo una che ci possa soddisfare. Lo stesso sta avvenendo con gli oggetti, perché si cercherà un oggetto e si potrà stampare nella sua interezza. Sembra qualcosa di strano, inutile, ma per tutta una serie di motivi potrebbe essere una soluzione ai problemi di tutti i giorni, non solo per stampare un modello in scala di un oggetto o di un progetto. Pensiamo a chi smarrisce una chiave cifrata della porta blindata: chiamando l'assistenza, sarà possibile farsi stampare una copia della chiave e quindi ritirarla e utilizzarla per entrare in casa e recuperare una chiave di metallo, senza dover chiamare un fabbro e spendere parecchio. La qualità del materiale di stampa, infatti, garantisce resistenza, ma non è pensabile che la chiave del nostro esempio possa essere utilizzata più volte, perché è pure sempre fatta di materiale plastico".
Esistono anche altri sbocchi. "Le stampanti 3D saranno nelle cartolerie come prima accadeva per esempio per i fax - ha proseguito Campagnoli - e se si ha bisogno di un oggetto si va in cartoleria e si fa stampare. Il nostro prodotto si caratterizza per rivolgersi a un pubblico più vasto ed eterogeneo della concorrenza, perché il prezzo è sotto i 1.500 euro IVA inclusa e lo colloca in un segmento come quello delle PMI e degli studi professionali, ma anche per gli hobbysti. Realizzare prodotti e campioni per i clienti è una necessità molto sentita dalle aziende e dai professionisti, ma invece di partire da oggetti da tornire e lavorare, si possono realizzare su computer e stampare quasi in tempo reale. Anche in ambito educational, per esempio, è un passo in avanti importantissimo, perché le scuole potranno permettere di stampare in 3D e quindi gli studenti potranno vedere il prodotto realizzato in poco tempo".



Fare Business

numero di 14/05/2014
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn




Continua a sfogliare per il prossimo articolo -->