_Febbraio2014

fare

Nomi di domini Internet: un’occasione per le PMI italiane?

 

Stevenson (1&1 Internet): All’interno degli oltre 700 nuovi domini disponibili in tutto il mondo, alcuni saranno realmente importanti per il nostro mercato

I nomi dei siti internet sono da sempre determinanti per il successo di un’iniziativa, ma qualcosa sta cambiando. Infatti, da qualche tempo è stata ammessa la possibilità di ampliare il numero di domini disponibili e per le imprese, aziende, negozi e professionisti lo scenario sarà completamente differente rispetto al passato.
“Lo scorso anno è stato annunciato che più di 700 nuovi domini di primo livello generici (TLDs), o estensioni di dominio, saranno presto disponibili al pubblico”, ha dichiarato Richard Stevenson Head of PR, Hosting & eBusiness 1&1 Internet AG. “Questo significa che le aziende avranno l’opportunità di acquistare nomi di dominio più rilevanti del classico .com, all’interno dell’affollato panorama Internet. All’interno dell’ampia gamma di nuovi domini disponibili in tutto il mondo, alcuni saranno realmente importanti per il mercato italiano. I gestori di attività commerciali sul web saranno ad esempio sicuramente interessati a domini come .shop e .web mentre gli imprenditori del settore ristorazione molto probabilmente prediligeranno .bar e .pizza. Altri saranno interessati a .blog, .mail, .srl, .app, e .hotel. Le opportunità che nasceranno dal lancio dei nuovi TLD sono infinite, sia per le aziende e le attività nuove sia per quelle già esistenti. Le nuove imprese avranno infatti una maggiore probabilità di utilizzare per il proprio sito il nome di dominio che desiderano, mentre quelle già consolidate saranno in grado di migliorare significativamente la sicurezza del proprio marchio online”.

Nomi di domini Internet: un’occasione per le PMI italiane?

Entrando nei dettagli, il binomio PMI e Web è importante. Quale strategia suggerisce 1&1 ai proprietari di siti internet per “andare oltre la semplice vetrina”?
“Utilizzare un sito professionale come un classico “biglietto da visita online” è acqua passata”, prosegue Stevenson. “Oggi, i consumatori chiedono alle aziende più interazione e maggiore comodità di fruizione delle piattaforme di comunicazione online in cambio della loro l’attenzione. Uno degli strumenti di maggior successo per raggiungere questo obiettivo è integrare delle web app direttamente nel sito internet. Per alcuni proprietari di siti, questo può sembrare un compito difficile, specialmente per quelli che non hanno alcuna esperienza di progettazione dei siti. In ogni caso, piattaforme come 1&1 MyWebsite offrono la possibilità di incorporare centinaia tra le migliori e più popolari web app di terze parti in un sito grazie alla semplice funzionalità drag-and-drop. Queste applicazioni soddisfano un’ampia gamma di categorie incluso eCommerce, comunicazione, social media e business management. Per esempio, un rivenditore online di Roma può decidere di avvalersi di una piattaforma di eCommerce più completa sia dal punto di vista dell’interfaccia utente che da quello dell’usabilità come amministratore. In questi caso, ad esempio, l’utente può beneficiare di app come PayPal MiniShop ed Ecwid Store e mostrare i proprio prodotti con descrizioni, creare un carrello shopping, offrire sconti e accettare diversi metodi di pagamento – tutto sul proprio sito. Inoltre, data l’incredibile popolarità dei social network, integrare i pulsanti “Like” e i feed per Facebook e Google+ rappresentano valide strategie per relazionarsi con i visitatori e dimostrarsi sempre disponibili. Aumentare le opportunità per i clienti di contattare ed interagire con l’azienda contribuirà sicuramente ad aumentare la loro fiducia. Facendo convergere in un unico sito tutti gli utenti del web, le app sono diventate un bene prezioso sia per le aziende che per i loro clienti. Questo nuovo livello di usabilità è quello che il pubblico ha sempre desiderato ardentemente da una piccola impresa senza mai avere molte possibilità di ottenere. Ora le PMI hanno davvero gli strumenti per posizionarsi allo stesso livello delle grandi realtà aziendali, pur conservando il fascino di piccola impresa che le contraddistingue”.


Seguici: 


Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it. Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Sommario di questo numero
Copertina BusinessCommunity.it