BusinessCommunity.it settimanale per imprenditori e manager
BusinessCommunity.it

30/11/2022

idee

Gli ultimi 100 giorni da CEO: come gestire la transizione

Terminare bene un compito è indubbiamente importante quanto iniziare col piede giusto, perché un'uscita positiva può aprire la strada a un nuovo inizio, rafforzare l'autostima, il benessere e il successo

Se i primi cento giorni di un mandato, sia esso politico, amministrativo o strategico, sono spesso normalmente identificati come quelli della luna di miele, gli ultimi cento sono non meno importanti.
Le consulenti al Bayes Centre for Charity Effectiveness (CCE) (Bayes Business School), Fiona Ash (nella foto) e Caroline Copeman hanno condotto uno studio esaminando la letteratura disponibile e parlando con attuali ed ex Amministratori Delegati.
Facendo tesoro delle interviste e delle analisi fatte, le due ricercatrici hanno sviluppato un supporto online dedicato a chi sta affrontando la transizione dal ruolo di AD a quello di ex.

Gli ultimi 100 giorni da CEO: come gestire la transizione

Le interviste hanno riguardato organizzazioni di diversi settori e dimensioni, in diverse fasi del loro ciclo di vita.
Tra le persone intervistate, dirigenti che si trovavano, al momento dell'intervista, nel periodo di preavviso e altri che avevano lasciato da poco il ruolo di CEO, in grado dunque di riflettere a posteriori sulla loro esperienza.
Gli ultimi cento giorni di un Amministratore Delegato possono apparire complessi, caotici, nonché rappresentare un momento di rischio e d'incertezza per il CEO stesso.
Le relazioni del CEO a fine mandato possono a un tratto vacillare e il CEO può perdere l'entusiasmo iniziale.
Per questo motivo, sostengono le ricercatrici della Bayes Business School, è necessario riflettere e prepararsi con attenzione ad affrontare al meglio questi ultimi tre mesi in carica, per evitare di danneggiare la propria immagine di leader uscente.

Uno dei fattori chiave che rappresenta la propria eredità di Amministratore Delegato uscente è il modo in cui si lascia l'organizzazione per la quale si è lavorato, che deve essere il miglior modo possibile.
Gli AD uscenti dovrebbero, idealmente, sentirsi orgogliosi dei risultati raggiunti e allo stesso tempo desiderare che l'organizzazione prosperi anche senza di loro.
La maggior parte dei partecipanti allo studio ha preso la decisione di lasciare l'incarico una volta raggiunti gli obiettivi prefissati.

Seguici: 

Per molti leader, questo momento è arrivato a metà del percorso di realizzazione della propria strategia.
Lasciare l'organizzazione nel momento in cui ci si trova in una posizione di successo facilita le decisioni dell'amministratore delegato uscente su cosa fare e cosa lasciare, ad altri, da completare.
Molti CEO hanno riferito di essersi concentrati sul "fare piazza pulita" di tutto ciò che era in sospeso o su questioni che sarebbero state troppo impegnative per il nuovo amministratore delegato.
Per esempio, uno dei leader intervistati ha scritto la relazione annuale prima di andarsene e, al contempo, ha scelto di non avviare alcun nuovo progetto importante.
Il supporto online "Gli ultimi 100 giorni da Aamministratore Delegato" suggerisce ai CEO che stanno per lasciare l'azienda di comunicare la propria partenza in maniera attenta e ponderata, per evitare di generare una perdita di fiducia nell'organizzazione stessa.

Lo sviluppo di un piano di transizione che sia di proprietà del consiglio di amministrazione e del team senior è una parte fondamentale di questa transizione.
Il piano deve stabilire come informare i principali gruppi di stakeholder sull'imminente cambio di leadership, rassicurandoli sul fatto che non ci sarà perdita di continuità.
Gli Amministratori Delegati devono anche prepararsi a un cambiamento di mentalità, imparando a guidare l'azienda in modo diverso, per aiutare il Consiglio di Amministrazione e il team senior a prepararsi al passaggio di consegne.
Il supporto online suggerisce agli AD di mettere a punto una sorta di conto alla rovescia di ciò che intendono realizzare durante il periodo di preavviso, per mantenere alto il livello di fiducia e comunicare il fatto che le cose siano sotto controllo e la transizione adeguatamente preparata.
Il tono, il comportamento e le azioni di un leader negli ultimi cento giorni della propria missione - compreso il modo in cui parla dell'organizzazione e del suo nuovo ruolo, se lascia l'azienda per entrare in une nuova realtà - saranno esaminati con la stessa attenzione che verrà dedicata ai primi cento giorni del proprio successore.


la copertina di BusinessCommunity.it


Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2022 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it