BusinessCommunity.it settimanale per imprenditori e manager
BusinessCommunity.it

15/06/2022

leisure

No al Jurassic Work

Alla febbre dell'ibrido viene contrapposto il concetto di ritmo: più che mischiare e ibridare lavoro e vita privata, è necessario tenere separati, e per il possibile armonici, i vari ambiti. E ricomporli poi in modo sostenibile


Nel primo weekend di programmazione nelle sale italiane del sesto episodio della saga di Jurassic Park, il tema ibrido/ibridazione torna di stretta attualità.
Ciò che è ibrido, ovvero sintesi di due differenti realtà, funziona sempre? Nel lavoro, finiamo sempre lì, ha senso pensare ad un nuovo ordine post covid, in cui dominerà il lavoro ibrido?
A queste domande, con annesse riflessioni, offre risposte interessanti l'ultimo lavoro di David Bevilacqua, "Ibridomania.

No al Jurassic Work

Dagli eccessi del lavoro ibrido all'importanza del ritmo", edito da GueriniNext.
Il testo, che leggo l'indomani delle dichiarazioni del capo di Tesla, il quale rinnova l'invito a tornare negli spazi aziendali e lasciare la comoda postazione domestica, parte da un assunto: tutti parlano di un futuro del lavoro ibrido, come di una realtà incontestabile, che governerà la vita del singolo, tra sfera professionale e sfera personale.
C'è di meglio oppure è una dimensione non modificabile?
Ricordati i meriti - d'ambo le parti - per aver portato avanti l'economia mondiale nei mesi di pandemia più acuti, Bevilacqua affronta il tema di petto: cosa significa realmente ibrido nella nostra vita professionale? Siamo realmente convinti che l'integrazione ufficio-casa, per giorni definiti a scandire la settimana, il mese, l'anno, permetta di mantenere saldi i bisogni dell'impresa con le prerogative individuali emerse prepotentemente con i lockdown?

Chiaramente l'autore non è di questa opinione e, modestamente, lo comprendo, cogliendo in un altro concetto la chiave del problema (o meglio, la soluzione a portata di mano): il ritmo, inteso non come tempo ma qualcosa che sta nel tempo.
"Non ha senso il ritmo, il succedersi delle nostre azioni, senza un tempo che lo qualifichi e che contenga e giustifichi il nostro agire", sostiene.
Occorre quindi ripensare e definire un ritmo nella propria vita, che permetta di coniugare al meglio impegno professionale, che resta centrale per tutti, e sfera personale.

Seguici: 

Una crescita, alla quale possono concorrere anche i nuovi spazi del lavoro, tema di grande attualità per le imprese e le metropoli in cui viviamo.
Si devono separare aspetto lavorativo e sfera individuale, permettendo così una loro ricomposizione, nell'ottica di una maggiore sostenibilità.
Siamo tutti un poco schiavi della tecnologia, del relazionarsi con un video, spesso con telecamera e microfono spenti.
Dobbiamo recuperare il piacere di parlarci, di telefonarci...
attività quasi passata in disuso.
Tra qualche anno, non certo milioni di anni, sarà bello raccontare di due ex colleghi, un HR Director e un Consigliere Delegato che si imbattano nella ricerca del lavoro che fu...
Ma questo è tutta un'altra storia.
Titolo: Ibridomania.
Dagli eccessi del lavoro ibrido all'importanza del ritmo

Autore: David Bevilacqua
Editore: GueriniNext
Pagine: 176
Federico UnniaAures

Strategie e politiche di comunicazione


la copertina di BusinessCommunity.it


Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2022 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it