BusinessCommunity.it settimanale per imprenditori e manager
BusinessCommunity.it

11/05/2022

fare

Workspace: le nuove sfide per le imprese italiane

Nicola Downing (Ricoh Europe): se vogliono migliorare la soddisfazione e la produttività dei dipendenti, le aziende devono quindi includere l'automazione nelle strategie a lungo termine per il lavoro ibrido

Si parla molto del fenomeno della Great Resignation che sta interessando le imprese di tutto il mondo in questa fase storica.
Ascoltare i propri dipendenti e le loro esigenze diventa quantomai essenziale sia per trattenere sia per attrarre talenti.
E questo implica una gestione diversa delle loro esigenze, oltre che una reattività efficace.
Per esempio, i dipendenti delle imprese del nostro Paese vorrebbero avere a disposizione strumenti per gestire in modo efficace i processi e la prenotazione della propria postazione di lavoro.
A confermarlo è una nuova ricerca Ricoh.
Condotto su un panel di 500 lavoratori italiani è emerso come le imprese del nostro Paese non stanno cogliendo i vantaggi connessi all'automazione dei flussi di lavoro e all'utilizzo di soluzioni per la gestione degli spazi.

Workspace: le nuove sfide per le imprese italiane

Solo il 12% dei dipendenti ha accesso a strumenti per l'automazione dei processi e il 52% afferma che la propria organizzazione non ha effettuato nell'ultimo anno investimenti in questo ambito.
I lavoratori chiedono invece di poter disporre di adeguate soluzioni tecnologiche, in quanto sono convinti che l'automazione migliorerebbe il modo di lavorare, spesso ostacolato da attività manuali e dalla mancanza di soluzioni per la gestione dei workflow. A evidenziarlo è il 78% degli intervistati, per cui si denota un netto cambiamento rispetto all'atteggiamento di scetticismo nei confronti della digitalizzazione che si riscontrava prima della pandemia.
Quasi la metà del campione (46%) afferma che la produttività aumenterebbe eliminando i compiti ripetitivi.
Un terzo (35%) è disorientato dall'elevato numero di piattaforme tecnologiche da utilizzare per svolgere le proprie attività e sostiene che questa eterogeneità causa un aumento del carico di lavoro anziché ridurlo.

Questa situazione può portare a frustrazione e, di conseguenza, a una fuga di talenti.
Le aziende perdono dunque l'opportunità di migliorare l'experience e la produttività dei dipendenti e di introdurre logiche di hybrid working rese possibili dalla digitalizzazione.
Le imprese di tutta Europa stanno incoraggiando il rientro in ufficio.
Oltre la metà dei lavoratori italiani (59%) afferma però che non sono stati compiuti investimenti in sistemi di desk e room booking che sarebbero invece necessari per creare ambienti sicuri e adeguati alle nuove modalità operative.

Workspace: le nuove sfide per le imprese italiane

Questo ovviamente peggiora l'employee experience e disincentiva il lavoro in presenza.
Secondo Nicola Downing, CEO di Ricoh Europe, "in passato i lavoratori temevano che l'automazione delle attività avrebbe minacciato il loro ruolo.
Ora non è più così: le persone si rendono conto che la tecnologia, se implementata in modo efficace, consente di dedicarsi ad attività a valore aggiunto.
Se vogliono migliorare la soddisfazione e la produttività dei dipendenti, le aziende devono quindi includere l'automazione nelle strategie a lungo termine per il lavoro ibrido
".


Seguici: 

la copertina di BusinessCommunity.it


Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2022 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it