BusinessCommunity.it settimanale per imprenditori e manager
BusinessCommunity.it

09/02/2022

economia

Criptovalute: cosa aspettarsi per il 2022

Roman Matkovskyy (Rennes School of Business): BTC rimarrà il principale asset e ci si aspetta che le cross-chain giochino un ruolo cruciale nel 2022. Grande attenzione sugli NFT


Il 2021 è stato un anno esaltante per il mercato globale delle criptovalute e della tecnologia blockchain: la capitalizzazione ha battuto i record precedenti avvicinandosi a 3.000 miliardi di dollari, i prezzi sono aumentati drasticamente, El Salvador è diventato il primo paese a dichiarare Bitcoin valuta legale? Con queste premesse, cosa possiamo aspettarci per il 2022? Ecco alcune previsioni.

1 - Bitcoin rimane il "re" delle criptovalute

Anche se la dominance di Bitcoin (BTC) è diminuita nel 2021 di circa il 20% e gli investitori hanno iniziato a prendere in considerazione alternative come Ethereum, Solana e Polkadot, il BTC rimane il principale asset cripto "pesante" (la dominance di Bitcoin indica quanto sia forte la capitalizzazione del mercato di BTC rispetto alle altre criptovalute, ndr).

Criptovalute: cosa aspettarsi per il 2022

La dominance Altcoin è aumentata da circa il 30% al 60% tra gennaio 2011 e gennaio 2022.
I network Layer-1 come Solana, Avalanche e Terra, ecc.
hanno cominciato ad essere considerate come alternative ad Ethereum.
Allo stesso tempo, la detenzione a lungo termine di Bitcoin è aumentata di circa il 16% rispetto al 2021, mentre quella a breve termine è diminuita di circa il 32%.
Questo ha fatto sì che la Sovereign Supply aumentasse fino a raggiungere il massimo storico di circa 13 milioni di BTC.
Questo "macro consolidamento" ha aumentato la fiducia nel Bitcoin.
Come risultato di molti fattori, incluso quello menzionato sopra, la domanda di BTC e dei suoi derivati dovrebbe aumentare nel 2022.
I numeri indicano che l'interesse per i futures del BTC è quasi raddoppiato nel 2021, aumentando di quasi il 97%.
Nel complesso, possiamo osservare volumi di trading più bassi e interessi aperti in aumento che potrebbero indicare la possibilità di una contrazione della leva finanziaria durante l'inizio del 2022.

2 - Ponti cross-chain

I ponti cross-chain collegano diverse blockchain e permettono agli utenti di inviare criptovalute da una blockchain all'altra.

Seguici: 

Finora, ci sono circa 20 ponti cross-chain popolari.
I protocolli di ponti cross-chain come Rune (THORChain) faciliteranno gli scambi peer-to-peer.
Per ora, la maggior parte dei ponti si collega alla rete Ethereum (ETH) grazie alla compatibilità con Ethereum Virtual Machine (EVM), come Tezos Wrap Protocol Bridge, Binance Smart Chain Bridge, Ponte Wormhole di Solana e Avalanche Bridge.
Le soluzioni di scaling Layer-2 come Polygon e Arbitrum hanno innescato lo sviluppo di un ecosistema multichain.

Nel complesso, ci si aspetta che le cross-chain giochino un ruolo cruciale nel 2022.
I progetti multi-blockchain e l'interoperabilità diventeranno componenti chiave dell'industria DeFi.

3 - Finanza decentralizzata (DeFi) e liquidità

La missione della DeFi è di fornire servizi finanziari senza intermediari centralizzati, attraverso protocolli automatizzati/smart su blockchain.
DeFi incentrato su due elementi principali: stablecoins e protocolli per il trading, il prestito e l'investimento.
Ha un grande potenziale e può essere utilizzato anche per integrare la finanza tradizionale.
Nel 2021, l'ecosistema DeFi è cresciuto di sette volte su base annua, con un dominio del mercato di circa il 17% e il numero di utenti che utilizzano le dApp è cresciuto del 592%.
Il valore totale rettificato dall'inflazione bloccato di DeFi è di circa 150 miliardi di dollari.

Recentemente, sono apparsi diversi nuovi protocolli promettenti.
Per esempio, OlympusPro, Tokemak per la liquidità a lungo termine, e Fei Protocol x Ondo Finance per la liquidità a breve termine.
Questo ha aperto nuove porte per un ulteriore sviluppo di DeFi2.

4 - NFT (Non-fungible token)

Le grandi aziende hanno iniziato a prendere seriamente in considerazione gli NFT.
Per esempio, la catena di approvvigionamento LVMH e il suo gioco "Louis" (nel frattempo, Gucci e Burberry stanno prendendo ad esempio il leader mondiale del lusso).
La collaborazione di Microsoft e ConsenSys ha portato alla creazione della piattaforma NFT Aura.
IPwe e IBM hanno introdotto un mercato di modelli basato su NFT.
Media Publishares (editori di Vogue, Esquire, Robb Report e Buro a Singapore) e la società blockchain Vidy hanno lanciato piattaforme NFT per commerciare negli ambiti moda digitale, arte e musica.

la copertina di BusinessCommunity.it

Sono stati lanciati anche oggetti da collezione digitali basati su NFT (Tencent Music, Tidal, NBA & WNBA ecc.).
L'attenzione dei dirigenti d'azienda verso gli NFT sta aumentando.
Nel complesso, l'arte digitale sta fungendo da modello.
I dati indicano che il commercio decentralizzato potrebbe essere il prossimo passo nelle NFT per i marchi e i rivenditori.
Nel complesso, il potenziale degli NFT è enorme, dato che possono essere usati per trasferire i diritti relativi alla proprietà sia virtuale che fisica.
Quindi, ci aspettiamo un interesse su come gli NFT possono essere trattati, tenuti e valutati da istituzioni tradizionali come musei, fondi ecc.
Ma l'applicazione degli NFT va ben oltre questo.
Per esempio, condividere selettivamente pezzi della nostra identità personale o sfruttare gli NFT come chiavi di accesso.

5 - Regolamentazione

Man mano che il mercato delle criptovalute diventa troppo grande per essere ignorato, sempre più investitori istituzionali hanno iniziato a riconoscere questa classe di attività come un'opzione di investimento legittima, anche se una regolamentazione vera e propria è ancora lontana.

L'adozione macroeconomica della blockchain/denaro digitale dovrebbe intensificarsi.
Possiamo ipotizzare che ci sarà un'attenzione più acuta sui CBDC e sulle stablecoin che possono portare alla diversificazione e a costi di transazione più bassi, ridurre le frizioni transfrontaliere, integrare i depositi, aumentare l'inclusione finanziaria, ecc.
Possiamo anche immaginare che un assetto normativo simile a quello delle banche per gli emittenti di stablecoin venga proposto nel 2022.
Quindi, nel complesso, possiamo aspettarci di assistere ad una più ampia adozione delle tecnologie blockchain, per digitalizzare, tracciare e monitorare molti più processi a partire dall'uso dei dati medici, gli attributi ESG (ambientali, sociali e di corporate governance), la verifica delle identità dei fornitori, il trasferimento di denaro e così via.
Professor Roman Matkovskyy, Rennes School of Business



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2022 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it