BusinessCommunity.it settimanale per imprenditori e manager
BusinessCommunity.it

10/11/2021

fare

Camera Arbitrale di Milano: tempi sempre più rapidi

Tra 2020 e 2021 è diminuita del 17% la durata media dei procedimenti arbitrali. Attualmente l'85% delle udienze arbitrali è online, era del 5% nel periodo pre-Covid


Una notizia importante per le imprese che cercano un sistema di giustizia efficace ed alternativo al tribunale sia sul suolo italiano sia a livello internazionale.
Camera Arbitrale di Milano (CAM) e Camera Arbitrale Forense (CAF) di Pescara hanno siglato un accordo per offrire ai privati e alle imprese del territorio pescarese e dell'Abruzzo un servizio di gestione degli arbitrati internazionali.
L'accordo - come altri già in essere nel Paese - prevede l'assistenza alle parti che sottoscrivono un contratto o a quelle che devono avviare un procedimento arbitrale, la collaborazione dei due enti per l'amministrazione dei procedimenti, sulla base del Regolamento CAM, un servizio di nomina di arbitri e di consulenti tecnici per i casi non amministrati e la promozione del servizio di arbitrato internazionale.

Camera Arbitrale di Milano: tempi sempre pi rapidi

L'obiettivo dell'accordo è di fornire al sistema economico locale un servizio di giustizia alternativo a quello del Tribunale e, al tempo stesso, promuovere la cultura arbitrale e la diffusione delle procedure arbitrali internazionali per la risoluzione delle controversie commerciali, anche attraverso attività formative.
Per la gestione delle procedure arbitrali internazionali, la Camera Arbitrale Forense di Pescara si avvale della collaborazione della Camera Arbitrale di Milano, che dal 1985 amministra arbitrati nazionali e internazionali.
Le parti dell'accordo intendono fornire un servizio pronto ed un'assistenza efficace e spedita all'utente, che deve poter utilizzare indifferentemente gli uffici di Milano e di Roma di CAM e di Pescara di CAF.
Con l'arbitrato di Camera Arbitrale di Milano la decisione sulle controversie, in media, si ottiene in 11 mesi.

Seguici: 

In un anno (2020-2021) è diminuito del 17% il tempo medio per chiudere una procedura arbitrale.
E' in forte aumento nell'ultimo anno e mezzo (marzo 2020 - settembre 2021) l'utilizzo delle tecnologie nelle procedure arbitrali: l'85% delle udienze arbitrali si svolge online; era del 5% nel periodo precedente (2019).
"La Camera Arbitrale di Milano - ha dichiarato Stefano Azzali, Direttore Generale della Camera Arbitrale di Milano (nella foto) - affianca diverse realtà del territorio nazionale per la gestione degli arbitrati.

Abbiamo creato negli anni un network strutturato per offrire nei vari contesti un servizio dedicato alle peculiarità del sistema economico locale.
Proprio la pandemia ha innescato una trasformazione tecnologica nei procedimenti arbitrali: oggi l'85% delle udienze avviene online, era del 5% nel periodo pre-Covid: la digitalizzazione ha dunque ridotto i tempi e i costi di gestione.
Il servizio che oggi presentiamo insieme alla Camera Arbitrale Forense di Pescara è pensato per le esigenze internazionali delle imprese del territorio, che necessitano di un sistema di risoluzione delle liti, che possa attrarre le imprese intenzionate a investire in Italia
".
CAM affianca alcune Camere di Commercio e altri enti italiani nell'amministrazione degli arbitrati.
Tra queste la Camera di Avellino, di Bari, di Benevento, Bologna, Brescia, Cremona, Ferrara, Forlì-Cesena, Genova, Lecco, Mantova, Modena, Pavia, Piacenza, Pistoia, Varese.

Gli altri enti sono: Ordine degli Avvocati di Genova, Associazione Italiana per l'Arbitrato, il Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Treviso e ora la Camera Arbitrale Forense del Consiglio dell'Ordine degli avvocati di Pescara.
Le parti che nel 2020 hanno fatto ricorso all'arbitrato sono persone giuridiche nel 68% dei casi (per il 55% sono società di capitali); tra le persone fisiche (32%) si registra un incremento del numero dei professionisti (10%).
Tra le materie del contendere primeggiano l'ambito societario (48%), il settore appalti (9%) e quello dell'affitto, vendita e cessione del ramo d'azienda (7,5%).


la copertina di BusinessCommunity.it


Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2022 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it