BusinessCommunity.it settimanale per imprenditori e manager

12/05/2021

leisure

La rete come alleata - "Il diritto di internet nell'era digitale" di  Giuseppe Cassano e Stefano Previti

 

Il testo spazia dai principi costituzionali della materia fino a quelli di matrice finanziaria e tributaria. Senza omettere i profili di proprietà intellettuale, privacy e web reputation, la contrattualistica, gli aspetti di diritto penale e amministrativo

Una nuova complessa opera in tema di diritto della rete nelle sue molteplici implicazioni in una società sempre più digitale. È questo il campo di studio del volume "Il diritto di internet nell'era digitale", edito da Giuffrè Francis Lefebvre, con oltre settanta contributi dei massimi esperti nel settore, curato da Giuseppe Cassano e Stefano Previti, rispettivamente Direttore del Dipartimento di Scienze Giuridiche di Roma e Milano della European School of Economics e Managing partner di Studio Previti Associazione Professionale

La rete come alleata -

L'opera affronta il tema del diritto dell'internet muovendo dai principi costituzionali della materia fino a quelli di matrice finanziaria e tributaria, con l'apporto pratico-operativo dei numerosi contributi che la compongono.
Nel volume vengono trattati anche i profili di proprietà intellettuale, privacy e web reputation, la contrattualistica, gli aspetti di diritto penale e quelli di diritto amministrativo. Abbiamo parlato con i due autori per chiarire meglio i temi affrontati nel libro.

Come nasce questo testo?

"L'idea che è alla base di quest'opera collettanea è affrontare, e trattare con il rigore della scienza giuridica, il tema del diritto dell'internet - dai principi di diritto costituzionale fino a quelli di matrice finanziaria e tributaria - al fine di mettere a disposizione dell'operatore pratico (Avvocato, Notaio, Magistrato, Commercialista) una valida guida per orientarsi in un mondo che, incessante nei suoi cambiamenti, permea di sé ormai tutti i rapporti umani, sia economici che di vita di relazione.

La rete come alleata -

L'operatore del diritto - di là dalla branca di specializzazione - non può prescindere dal confrontarsi con i nuovi temi giuridici che, in stretta conseguenza con lo svilupparsi delle tecnologie legate al modo di internet, pongono interrogativi inimmaginabili fino a pochi lustri fa.
All'ampiezza del tema, e alla complessità delle risposte che esso impone, ha fatto così seguito l'iniziativa che ha portato a quest'opera editoriale ricca di spunti di riflessioni e capace di rappresentare una valida bussola per orientarsi in un mare in tempesta
", spiega Cassano.

Cosa significa oggi diritto di internet per le imprese e per i consumatori?

"Nell'ottica di un consumatore sempre più informato e consapevole dei suoi diritti - e non più sprovveduto utente degli anni 90 del secolo scorso - il diritto dell'internet è garanzia di regole giuridiche che danno certezza dei diritti e dei doveri cui le parti di ogni rapporto contrattuale devono attenersi.

Seguici: 

Il grande sviluppo delle eCommerce, oggi ancor più implementato dal cambiamento dei costumi imposto dal diffondersi della emergenza sanitaria da COVID-19, deve molto della sua fortuna proprio all'idea, diffusa e ormai ben consolidata, tra i consumatori che un nuovo sistema di regole - appunto, il diritto dell'internet - non lascia spazi vuoti rimessi alla discrezionalità dei soli operatori commerciali.
Le imprese che vogliano interfacciarsi con l'eCommerce, da parte loro, avranno nuovi adempimenti cui attenersi (si pensi ai profili amministrativi inerenti alle autorizzazioni ad operare, al trattamento dei dati personali, alla gestione dei pagamenti on line, ai codici di condotta, ai nuovi strumenti di risoluzione delle controversie, etc.) ma potranno certamente, anche loro, fare affidamento su un ordito normativo ad hoc.
Ed anche, e non è un profilo di poco conto, su nuove figure professionali capaci di offrire consulenze giuridiche in materia
", chiosa Cassano.

Si va prospettando la possibile disciplina comunitaria in tema di Intelligenza artificiale: quali sono a vostro giudizio i problemi più rilevanti per le imprese?

"Lo sviluppo dell'intelligenza artificiale pone innanzi tutto un problema di responsabilità: occorre decidere chi e a quali condizioni debba rispondere di eventuali danni cagionati dai 'macchinari intelligenti', tema tutt'altro che banale vista la capacità di autoapprendimento di tali macchinari, se così li possiamo chiamare.

Personalmente ritengo che sia opportuno partire dalla responsabilità del produttore, del macchinario o del software o dell'oggetto dotato di intelligenza artificiale. Responsabilizzare la fonte produttiva iniziale è forse il modo più pragmatico per affrontare indirettamente i tanti temi etici che lo sviluppo dell'intelligenza artificiale pone", ricorda Stefano Previti.

Intrattenimento e piattaforme on line: quali sono le grandi sfide cui andremo incontro?

"Per la filiera produttiva dell'intrattenimento la distribuzione online è sempre più una grande sfida. Innanzi tutto il mercato è caratterizzato da posizioni di forte dominio, se non monopolistiche e questo pone un problema serio di sbocco sul mercato per chi crea i contenuti di intrattenimento, tanto più in un'epoca caratterizzata da restrizioni della socialità e chiusura degli spazi di fruizione tradizionale, quali cinema, sale da concerto, stadi.

I detentori delle piattaforme forniscono possibilità di sviluppo commerciale ma drenano molte risorse, senza di converso investire nella creazione dei contenuti queste risorse, se non in piccola parte. In tal modo si rischia di impoverire sempre di più l'industria creativa, con ciò colpendo non solo l'economia, ma anche la cultura.
In questo contesto è fondamentale che le industrie creative almeno tutelino con la massima determinazione i loro diritti di privativa, spesso violati online, anche con il contributo delle piattaforme; la giurisprudenza che si è sviluppata in Italia ed in Europa sul tema è d'altronde molto incoraggiante
", aggiunge Previti.

Quali sono a vostro giudizio i progressi più significativi compiuti negli ultimi anni in tema di tutela delle imprese?

"Nel corso degli ultimi anni diverse sono state le forme di tutela che il diritto dell'internet ha approntato in favore delle imprese. Si considerino, a titolo di esempio, le nuove frontiere in tema di contratti on line (garanzia di opportunità economiche sempre più crescenti per le imprese), o ancora la tutela del diritto di autore nel contesto di quello si definisce il mercato unico digitale: si tratta di profili in cui vi è stato un incessante progredire, verso forme di tutela dagli illeciti, a vantaggio degli operatori economici.

la copertina di BusinessCommunity.it

Un sistema di regole certe, fondato su solidi principi costituzionali, è il migliore alleato delle imprese dell'e-commerce che trovano in esso un sicuro punto di riferimento. I progressi più significativi, in altre parole, sono stati, sono e saranno, quelli capaci di arginare gli illeciti on line per rendere il sistema, nella sua interezza, un insieme di opportunità corredato da strumenti di tutela di pronto riscontro", chiosa Cassano.

Vede finalmente la luce l'approvazione della direttiva copyright anche in Italia: che giudizio date del testo approvato?

"Positivo. Il recepimento è rispettoso del testo europeo, che, pur tra mille compromessi, è andato nella direzione giusta, perseguendo il rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e la congrua remunerazione degli utilizzi online.
La concreta applicazione non sarà facile e ci sarà uno spazio interpretativo notevole, ad esempio sulle modalità concrete che dovranno regolare le trattative per l'acquisizione delle licenze, oppure per definire gli standard tecnologici più idonei alla protezione dei contenuti riservati.

Ogni interpretazione dovrà tuttavia tenere conto che lo scopo della direttiva è molto chiaro: migliorare l'efficacia della tutela del diritto d'autore rispetto alle violazioni online attraverso una maggiore responsabilizzazione delle piattaforme, così recependo anche la spinta data dalla giurisprudenza", conclude Previti.
Titolo: Il diritto di internet nell'era digitale
Autori: Giuseppe Cassano e Stefano Previti
Editore: Giuffrè Francis Lefebvre
Pagine: 1272

@federicounnia - Consulente in comunicazione
@Aures Strategie e politiche di comunicazione

@Aures Facebook



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it