20/01/2021

economia

L'aumento dell'inflazione è dietro l'angolo?

 

Mobeen Tahir (WisdomTree): i mercati si aspettano che i tassi nominali rimangano bassi nel breve termine anche quando l'inflazione inizierà a salire

Le aspettative del mercato in materia di inflazione sono in aumento. La curva di pareggio dell'inflazione negli Stati Uniti, che misura la differenza tra tassi nominali e tassi reali ad ogni livello di scadenza, ha registrato un notevole spostamento parallelo verso l'alto negli ultimi sei mesi ed è salita al di sopra dei livelli pre-pandemici (cfr. figura 01).
I mercati si aspettano che i tassi nominali rimangano bassi nel breve termine anche quando l'inflazione inizierà a salire. La curva dei rendimenti nominali del Tesoro statunitense ha subito un'impennata nel corso del 2020, soprattutto a partire dal terzo trimestre dell'anno. L'impennata della curva significa che i mercati si aspettano che i tassi salgano, alla fine, ma non nel breve termine.

L'aumento dell'inflazione  dietro l'angolo?

La Federal Reserve statunitense ha apertamente spostato la sua posizione politica verso l'obiettivo dell'inflazione media, piuttosto che puntare a portare l'inflazione a un livello intorno al 2%. La Fed dovrebbe quindi mantenere una politica monetaria accomodante che consenta all'inflazione di salire al di sopra del 2% per compensare il periodo al di sotto di tale livello.
La continuazione dell'accomodamento in un momento in cui l'offerta di liquidità da parte della banca centrale è significativamente al di sopra di qualsiasi momento della storia è un paradigma del tutto nuovo. Ciò rende difficile prevedere dove finirà l'inflazione. Ciò mette anche in dubbio la capacità della Fed di frenare l'inflazione quando ciò è richiesto da una politica restrittiva, senza far fare ai mercati le bizze.
Potrebbero esserci pressioni inflazionistiche anche al di fuori della politica monetaria. Con i Democratici che ora dovrebbero avere il controllo in Senato, c'è la possibilità di uno stimolo fiscale maggiore del previsto negli Stati Uniti.

L'aumento dell'inflazione  dietro l'angolo?

Se i vaccini manterranno la loro promessa di controllare la pandemia e una certa parvenza di normalità tornerà nel mondo, potremmo vedere l'inflazione da domanda trainare nella seconda metà dell'anno. Questo sarebbe uno scenario in cui la domanda aggregata, o la spesa, aumenta nell'economia con il ripristino dei posti di lavoro persi e la ripresa dell'attività economica. Gli economisti si riferiscono a questo come a una "domanda repressa", o al ripristino delle spese non sostenute durante la recessione.
Per gli investitori, un buon momento per pensare all'inflazione sarebbe stato sei mesi fa. Il secondo miglior momento potrebbe essere ora. Ci sono molti modi per proteggere il valore reale dei portafogli. La soluzione migliore è variabile a seconda degli investitori.
Alcuni potrebbero preferire i titoli di Stato legati all'inflazione come pura copertura contro l'inflazione. Altri possono essere a proprio agio a detenere azioni che tendono a beneficiare di una ripresa economica. Gli investitori hanno anche la possibilità di utilizzare materie prime di ampia portata per raggiungere lo scopo, in quanto questa asset class ha storicamente fornito una copertura efficace contro i moderati aumenti dell'inflazione. Quando il rialzo è stato più pronunciato, tuttavia, gli asset come l'oro sono stati in genere più favorevoli alla protezione dall'inflazione.

Seguici: 

Mobeen Tahir, Associate Director, Research, WisdomTree



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it. Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Sommario di questo numero
Copertina BusinessCommunity.it