BusinessCommunity.it settimanale per imprenditori e manager

02/12/2020

cover
Zambito Marsala (Intesa Sanpaolo Formazione): le PMI italiane vogliono aggiornarsi su competenze e innovazione

Un Executive Master in Business Administration per imprenditori e manager pensato e focalizzato inizialmente sulle PMI del Sud

In una fase storica come quella attuale, le aziende necessitano delle migliori competenze per poter competere e pensare a un futuro. In questo contesto, il Gruppo Intesa Sanpaolo ha realizzato, attraverso Intesa Sanpaolo Formazione, un'Academy per le Imprese. Ne abbiamo parlato con Elisa Zambito Marsala, Amministratore Delegato di Intesa Sanpaolo Formazione.

Un progetto per l'Executive Master in Business Administration in un'epoca come quella che stiamo vivendo: da dove nasce il progetto?

L'EMBA fa parte di un Programma, l'Academy per le Imprese, nato per offrire alle aziende italiane corsi di alta formazione per l'aggiornamento delle competenze di imprenditori e manager richieste da modelli organizzativi ed economici innovativi. 

Zambito Marsala (Intesa Sanpaolo Formazione): le PMI italiane vogliono aggiornarsi su competenze e innovazione

La formazione è una delle leve con cui sostenere la crescita delle imprese. Intesa Sanpaolo si pone infatti nei confronti delle Imprese Italiane, non solo come partner bancario, ma come partner strategico, affiancandole quindi, anche attraverso Intesa Sanpaolo Formazione, in un percorso formativo di accrescimento delle loro competenze, supportandole in uno scenario di mercato completamente trasformato.

Cosa avete sviluppato in questo periodo?

Tra le iniziative merita evidenza l'Academy per le Imprese, che nella progettazione dei contenuti dedica moduli specifici su ambiti di innovazione (Circular Economy, Open Innovation, Digital Transformation , Digital Learning, ESG, Sostenibilità..), con una partnership strutturata tra Intesa Sanpaolo Formazione e Intesa Sanpaolo Innovation Center, la società del Gruppo dedicata all'innovazione.  

Seguici: 

L'Academy per le Imprese e nello specifico l'EMBA, è stata progettata per essere vicina al business, vedrà infatti il coinvolgimento anche di casi aziendali con testimonianze che illustreranno percorsi e casi di successo. Sviluppare servizi formativi che diano a imprenditori e manager risposte concrete è probabilmente una delle chiavi di successo di questo EMBA; vogliamo accompagnare le imprese italiane portando testimonianze su percorsi che raccontino ad esempio le modalità con le quali sono state superate determinate difficoltà o interpretati modelli innovativi su specifiche industry.

L'EMBA è stato progettato per una fruizione a distanza, sono previste alcune attività in presenza, nel rispetto delle normative che tempo per tempo verranno emanate, presso sedi istituzionali di Intesa Sanpaolo, nel corso delle quali i partecipanti potranno approfondire alcuni temi chiave e confrontarsi con manager e imprenditori.
Sono previsti 14 moduli, di cui: 10 moduli su general management (marketing, negotiation, budgeting & controllo di gestione, ecc) e 4 moduli su innovazione (Circular economy, ESG, Open Innovation, Digital Learning, Digital Transformation, ecc..)  Per ognuno dei 14 moduli, le lezioni si terranno attraverso webinar sincroni, che verranno messi a disposizione dei partecipanti (a cui si aggiungono dispense/documentazione/video, ecc, a supporto.

Quando è partita questa iniziativa?

La prima edizione dell'EMBA è partita il 19 novembre e ha riscosso molto successo, le iscrizioni sono state il doppio di quanto previsto, tanto da portarci a pianificare l'avvio di due aule. Sono già in programma nuove edizioni per il 2021.

Per realizzare il corso avete attivato partnership con qualche ateneo?
L'EMBA è stato progettato per essere completamente digitale. È importante evidenziare che nell'ambito della nostra Academy avremo la possibilità di coinvolgere virtualmente la migliore Faculty possibile su qualsiasi area di contenuto, coinvolgendo i principali esperti nei diversi ambiti, in base al taglio del corso e al tipo di partecipanti a cui desideriamo rivolgerci, anche attraverso percorsi personalizzati per territorio e per settore.
Voi avete decisamente un dialogo con le imprese del nostro Paese, a che punto sono?
Le imprese  si trovano ad operare in scenari di mercato completamente trasformati. Dalla richiesta di formazione il messaggio che si rileva è che i manager italiani attribuiscono valore ed importanza all'accrescimento delle proprie competenze, che diventano fattore abilitante per il cambiamento. La trasformazione digitale e la sostenibilità sono diventate una necessità per le imprese.

E com'è la situazione?

Siamo positivi, la numerosità delle iscrizioni ricevute all'EMBA ne è la prova; si evince infatti un messaggio di responsabilità da parte delle imprese italiane in relazione all'accrescimento delle loro competenze professionali, per prepararsi a cogliere nuove opportunità e a farlo rapidamente.

la copertina di BusinessCommunity.it

Siete partiti dal Sud del Paese. Quali sono i motivi di questa scelta?
L'EMBA è una delle molte iniziative per il Sud che il Gruppo Intesa Sanpaolo ha avviato a supporto delle imprese. Si tratta di territori fertili per lo sviluppo di iniziative di formazione e innovazione e quindi partiamo da questi territori, per poi allargarci a tutto il territorio nazionale.  L'EMBA è stato progettato sulle specifiche esigenze delle imprese del Mezzogiorno, come vengono raccolte dalla banca nella sua quotidiana attività di sostegno alle PMI svolta dalla Direzione Regionale Sud che copre i territori di Campania, Puglia, Basilicata e Calabria guidata da Giuseppe Nargi, che ha aderito da subito con entusiasmo al progetto.


Le aziende quindi hanno risposto con entusiasmo.
La risposta degli imprenditori e dei manager è stata superiore alle attese, con un numero di richieste che ci hanno portato a raddoppiare le aule. Il messaggio che si registra è di grande responsabilità da parte delle imprese italiane, che devono innovarsi per consolidare il vantaggio competitivo raggiunto o per riposizionarsi in scenari di mercato completamente trasformati, anche a causa della pandemia.

Le Imprese italiane hanno sicuramente una capacità di adattamento superiore a quelle di altri Paesi, è comunque necessario offrire loro strumenti utili e sostenerle nel processo di adeguamento ai nuovi modelli organizzativi e produttivi determinati dall'emergenza.
In questo contesto Intesa Sanpaolo, che ha una visione d'insieme dei cambiamenti economici e sociali, riconosce come formazione e innovazione possano essere fattori abilitanti per lo sviluppo delle Imprese.
L'EMBA è attivato, quali sono le prime sensazioni?
La prima aula dell'EMBA è partita il 19 novembre, la seconda partirà il 1° dicembre pv. I riscontri sono molto positivi, sicuramente aver progettato un format vicino al business consente maggiore interazione tra i partecipanti da loro molti stimoli. Vogliamo supportare le imprese italiane ed aiutarle a comprendere in che modo possono rendere sostenibile il loro business.

Molte saranno PMI, corretto?
La partecipazione all'EMBA è prevalentemente costituita da PMI. In generale credo che, indipendentemente dalle dimensioni, gli imprenditori stiano ponendo forte attenzione ai temi formativi come fattore abilitante per il cambiamento e per garantire sostenibilità al loro business.

 



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it