16/11/2016

economia

Come investire e contemporaneamente aiutare gli altri?

 

Gacon (Lombard Odier): occorre ripensare l'investimento a impatto sociale. Il capitale diventa una forza per fare del bene, oltre che una fonte di rendimenti finanziari

Una delle caratteristiche fondamentali che distinguono gli esseri umani è la compassione: l'abilità di vedere la sofferenza degli altri e agire per migliorare la loro vita. La grande quantità di denaro donata agli enti benefici nel mondo, che cresce ogni anno, testimonia la volontà di costruire una società più inclusiva.
Quasi un terzo della popolazione mondiale devolve, infatti, del denaro a enti di beneficenza. Ciononostante, le donazioni di questo tipo restano trascurabili se raffrontate all'importo totale del denaro investito giornalmente tramite piani di risparmio e di investimento. Il valore globale del patrimonio gestito ha raggiunto 71.400 miliardi di dollari nel 2015; tutto questo denaro potrebbe potenzialmente essere usato per generare un cambiamento sociale positivo. Perché, invece, questo non accade?

Come investire e contemporaneamente aiutare gli altri?

Storicamente, l'investimento si fonda su due aspetti fondamentali: il rendimento e il rischio. La nostra visione del valore creato da un investimento è pertanto rimasta limitata a questi due fattori. Oggi, tuttavia, la generazione dei Millennial si sta rendendo conto della potenza del capitale per affrontare alcuni dei problemi più urgenti della società globale. Si aggiunge così una terza dimensione, quella dell'"impatto", alla definizione di cosa rappresenta un buon investimento.
L'investimento di impatto, come è diventato noto, è pensato per mobilitare il capitale con il fine ultimo di generare un cambiamento sociale positivo attraverso strategie d'investimento sostenibile che migliorino la vita delle persone, creino imprenditori e un ritorno per i risparmiatori. Tipicamente, questo significa investire in attività a fini di lucro, in particolare piccole e medie imprese nelle economie in via di sviluppo con una chiara missione di miglioramento sociale, come offrire accesso a servizi finanziari e servizi essenziali ai cittadini a basso reddito per ridurre la povertà.

Seguici: 

In Africa, per fare un esempio, le aziende che generano energia solare hanno sviluppato dei programmi di leasing per far arrivare l'elettricità in aree remote non collegate alla rete principale e dove le comunità a basso reddito non possono permettersi l'acquisto di pannelli solari. I pannelli sono forniti a un certo costo e questo garantisce che il programma sia vantaggioso sia per gli investitori, sia per gli utenti finali.
Iniziative come queste hanno un impatto enorme sulle comunità locali. Fornendo l'accesso a servizi e prodotti finanziari di base, creano le condizioni necessarie perché gli imprenditori possano aumentare il proprio reddito. Questo, a sua volta, migliora le condizioni della più ampia comunità locale. Esiste un forte legame, ad esempio, tra il consumo di energia pro capite e i livelli di istruzione: è dimostrato che una migliore elettrificazione riduce l'analfabetismo e migliora i risultati nell'apprendimento. L'energia solare è inoltre una fonte più conveniente, sana e rinnovabile rispetto al cherosene.

A differenza della filantropia, l'investimento di impatto non richiede ai risparmiatori di accettare compromessi sul potenziale di ritorno finanziario. Includere la dimensione dell'impatto sociale nelle decisioni d'investimento sembra in realtà essere un approccio sempre più valido. Una quantità crescente di dati suggerisce l'esistenza di una forte relazione fra le tre dimensioni d'investimento: rendimento, rischio e impatto. È evidente che un'azienda con un forte impatto negativo farà fatica a sopravvivere a lungo termine, così come è vero il contrario. Se il modello aziendale di un'azienda è solido e le sue attività creano realmente un impatto significativo, le entrate future dovrebbero essere ben supportate, soprattutto nei casi in cui offra servizi essenziali o finanziari in economie con un elevato tasso di crescita.
Offrendo servizi finanziari, come i prestiti, a tali aziende, gli investitori globali riescono a raggiungere i propri obiettivi alla luce di tutte e tre le dimensioni dell'investimento.

L'indice SMX, relativo alla microfinanza, ha offerto ritorni medi annuali del 3,7% tra l'inizio del 2004 e la fine di marzo 2016 e ha dimostrato di essere più stabile rispetto a obbligazioni e azioni in questo periodo di tempo. La società di consulenza all'investimento Cambridge Associates ha inoltre rilevato che la performance finanziaria dei fondi d'investimento di impatto privati è in linea con fondi analoghi senza obiettivi sociali.
Riuscire a trarre lo stesso tipo di profitto da investimenti per il bene comune e da strategie d'investimento bidimensionali rende l'investimento di impatto un modo sempre più interessante di utilizzare il capitale.
L'investimento diventa inoltre più sostenibile, sia in termini di filosofia d'investimento che come forza per un cambiamento sociale positivo.
Bertrand Gacon, Head of Impact Investing di Lombard Odier



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it. Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154

Guarda tutti gli arretrati

Leggi le ultime news

Le raccolte dei nostri articoli

Articoli dedicati alle PMI

Articoli dedicati all\'eCommerce e canale digitale

Articoli dedicati alla digital transformation

Articoli dedicati al marketing

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Sommario di questo numero
Copertina BusinessCommunity.it