BusinessCommunity.it settimanale per imprenditori e manager
BusinessCommunity.it

03/02/2016

fare

Nel 2015 l'attivita' di M&A globale ai livelli piu' alti mai registrati ma volumi in contrazione rispetto al 2014

 

Wright (Zephyr): i deal di alto valore hanno trainato la crescita di Europa Occidentale, Nord America e Asia-Pacifico nelle attività di negoziazione e in qualche modo sono andati a compensare i rallentamenti conseguiti in MENA e CEE

In base ai dati di Zephyr, il database di Bureau van Dijk sulle operazioni di Merger and Acquisition (M&A), il valore globale delle operazioni di fusione e acquisizione (M&A) nel 2015 è cresciuto al livello più alto mai registrato, a fronte però di una contrazione nei volumi.
Nell'anno appena concluso, sono state annunciate 89.440 operazioni straordinarie per un valore di 6.143.663 milioni di dollari.

Nel 2015 l'attivita' di M&A globale ai livelli piu' alti mai registrati ma volumi in contrazione rispetto al 2014

Fattori come la volatilità del mercato azionario e l'incertezza della crescita economica non sembrano aver pregiudicato i risultati e la crescita dei valori dei deal anno su anno per i Paesi più performanti come Stati Uniti, Cina, Regno Unito, Irlanda, Olanda, Hong Kong e Australia, che registrano risultati in crescita rispetto al 2014.
Zephyr mostra che la maggior parte delle regioni del mondo hanno aumentato il valore anno su anno, ad eccezione delle regioni CEE e MENA.
In termini di volume, sia il Nord America che la CEE hanno registrato un declino e la CEE è l'unica regione a registrare dati in contrazione su entrambi i fronti.
Il maggiore incremento di valore si è registrato in Europa Occidentale, con una crescita delle negoziazioni del 50%, da 1.156.677 milioni di dollari a 1.734.886 milioni di dollari anno su anno.
I valori in Nord America e Asia-Pacifico sono aumentati rispettivamente del 12% e del 44%, nello stesso arco di temporale.

Seguici: 

I risultati del 2015 sono stati rafforzati da una serie di transazioni ad alto valore, con il più importante deal dell'anno del valore di 160 miliardi di dollari.
Si tratta dell'acquisizione della Allergan, società farmaceutica con sede a Dublino, da parte della Pfizer, annunciata a Novembre.
Al termine di questa operazione le società saranno fuse in Allergan, che dunque cambierà la sua ragione sociale in Pfizer plc.
e sarà quotata alla Borsa di New York.

Segue al secondo posto, a distanza ravvicinata, l'acquisizione da parte della Anheuser-Busch inBev's della società britannica produttrice di birra SABMiller per 131,730 milardi di dollari.
Non sorprende l'incredibile risultato dell'Europa Occidentale considerando che le imprese con sede nella regione sono state coinvolte nelle due operazioni più importanti del 2015 a livello globale.
Lisa Wright, direttore di Zephyr, ha commentato: "il 2015 ci ha fornito la prova definitiva che l'attività di M&A globale è davvero nuovamente in pista, registrando livelli record nei valori delle operazioni annunciate, nonostante un relativamente piccolo calo del volume assoluto delle operazioni annunciate.
Sei delle "mega" operazioni straordinarie del 2015 (operazioni superiori a 10 miliardi di dollari) sono classificate tra le prime 25 operazioni annunciate a livello mondiale dal 01/01/2000.

I deal più importanti dell'anno (Pfizer/Allergan e Anheuser-Busch InBev/SABMiller) hanno visto gli acquirenti disposti a pagare valori che non si vedevano dal 2000.
I deal di alto valore hanno trainato la crescita di Europa Occidentale, Nord America e Asia-Pacifico nelle attività di negoziazione del 2015, rispetto al 2014 e in qualche modo sono andati a compensare i rallentamenti conseguiti in MENA e CEE".
Il database Zephyr mostra anche che il giro d'affari delle società di Private Equity è stato positivo anche nel 2015 e che gli investimenti globali sono aumentati sia per volume che per valore. Il volume è salito del 12% da 13.334 a 14.918, mentre il valore è migliorato a ritmo più veloce del 28% da 523.434 milioni di dollari a 668.102 milioni di dollari.
Anche in questo caso, il valore è stato guidato da alcuni investimenti di alto valore come i quattro deal annunciati per un valore di oltre 10.000 milioni di dollari, tra cui uno di 67.000 milioni di dollari (l'acquisto di EMC - un'azienda americana che sviluppa, fornisce e supporta infrastrutture per l'information technology per lo storage - da parte di un consorzio di investitori tra cui Dell, Temasek e Silver Lake) e uno del valore di 40.000 milioni di dollari (acquisizione a luglio da parte di Kraft Heinz del Kraft Foods Group).



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it