05/08/2015

cover
Facebook per le PMI: strategie e tecniche per aumentare il business

Utilizzare una piattaforma come Facebook per creare nuove opportunità: efficace e a basso costo

Abbiamo intervistato Francesca Capobianchi, SMB Community Engagement Market Lead di Facebook, per farci raccontare come le PMI italiane possono trarre un vantaggio concreto utilizzando la piattaforma per trovare, conoscere e coinvolgere nuovi clienti. Facebook, in questi anni, è diventata una delle piattaforme più importanti per sviluppare business, ma soprattutto è la piattaforma che ha al proprio interno la maggior parte della popolazione online, quindi sostanzialmente è il mezzo che riesce a raggiungere il maggior numero di persone.
L'azienda di Mark Zuckerberg è molto impegnata nell'offrire servizi sempre più interessanti al pubblico, da un lato, ma anche alle imprese, dalle più grandi e strutturate fino ai piccoli esercizi o artigiani.
In quest'intervista abbiamo voluto entrare un po' nei dettagli, perché i servizi alle PMI sono sempre più rilevanti.

Facebook come piattaforma per fare business per le PMI. Crescere, avere successo e avere nuovi clienti: esistono possibilità concrete?

Facebook per le PMI: strategie e tecniche per aumentare il business

Molte PMI sono già su Facebook, molti imprenditori e lavoratori sono già presenti su Facebook con i propri profili personali. Attraverso questi profili entrano in contantto con amici e parenti, li si vede in vacanza, ci si informa di novità di notizie e si viene a conoscenza di cosa succede nel mondo.
Ma Facebook si è evoluto, da strumento per restare connessi con amici e parenti e con le metriche legate ai fan piuttosto che al coinvolgimento, è ora sempre più una piattaforma di marketing. Non significa che i social non conti, rimane infatti come l'elemento portante della piattaforma, ma i risultati di marketing contano molto di più. Facebook offre alle PMI la possibilità di aumentare la conoscenza del marchio, portare più persone nel punto vendita, aumentare le vendite online o promuovere un'applicazione.
Qualche dato ce l'avete?

Oggi 1 miliardo e quattrocento milioni di persone si collegano a Facebook nell'arco di un mese, ma addirittura oltre 800 milioni si connettono quotidianamente con un dispositivo mobile. Poi ci sono 21 milioni di utenti italiani che visitano Facebook ogni giorno e 18 milioni lo fanno da mobile e continuano a tornare. Le nostre statistiche ci dicono che tornano fino a 14 volte sulla nostra piattaforma ogni giorno. Sono utenti attivi, che condividono informazioni, mettono dei "mi piace", commentano e sono utenti appassionati e hanno scelto di connettersi con le PMI. Infatti, in Italia l'83% delle persone che frequentano Facebook ha scelto di connettersi con una PMI, percentuale molto più alta rispetto alla media europea. Gli italiani sono attenti a prodotti e servizi che arrivano da una PMI. Si tratta di contenuti che sono utili per gli utenti. Il consumatore oggi è bombardato da informazioni, prodotti e servizi che arrivano da piattaforme diverse. Arrivare a parlare al consumatore con il messaggio più giusto e rilevante è la sfida che Facebook permette di effettuare riscoprendo quel marketing personalizzato che pone di fronte il consumatore a un contenuto di un'aziende che più gli sta a cuore, importante per lui e fatto su misura. Permette di costruire una strategia di marketing intorno al consumatore grazie alla capacità di targeting che Facebook offre su ampia scala. La possibilità di tarare il messaggio in maniera molto capillare permette di entrare nello spazio più intimo e personale di ognuno di noi, che è la sezione notizie, che altro non è che l'homepage di Facebook.

La sezione notizie è la chiave?

E' personalizzata su ognuno di noi, in base ai prodotti che si vogliono seguire, comportamenti e via di seguito e nessuna sezione notizie è uguale alle altre. Il messaggio è personalizzato, ma su scala globale.
Un caso?
Fiorin Arredamenti, un mobilificio ligure. La prima generazione di imprenditori ha creato il primo negozio basandosi sul passaparola, perché il nonno di Matteo Fiorin conosceva i clienti per nome. Il padre di Mattia si è affidato ai mezzi di comunicazione di massa, la TV e la stampa. Mattia introduce l'elemento digitale nella necessità di parlare con un pubblico nuovo, che non è più sulla carta stampata, non è più davanti alla TV, e tramite il digitale si puo' organizzare il contenuto a seconda del consumatore finale. Una modalità fresca, nuova ed efficace di comunicare che ha permesso di comunicare e di aumentare le vendite a livello nazionale del 36%, con un ritorno dell'investimento del 25%, ma soprattutto di espandersi su nuovi mercati. Oggi Fiorin esporta in Francia e in Russia grazie alla tragetizzazione e di granularità del messaggio rispetto al consumatore.

Seguici: 

Qual è il passaggio fondamentale per avere una presenza su Facebook?
Aprire una pagina. E' lo strumento con cui è possibile creare una comunità, parlare al proprio pubblico e quello che si vuole attrarre ed è il biglietto da visita con cui parlare dei prodotti e servizi. Attraverso la pagina le aziende usano il proprio tono di voce più autentico per raccontare chi sono e cosa fanno, ma anche cosa si offre ai consumatori. 40 milioni di PMI nel mondo utilizzano già attivamente le nostre pagine perché sono gratuite, semplici da gestire e si possono gestire in mobilità. La pagina infatti offre una stretegia mobile istantanea.

Mobilità: gli smartphone sono sempre più importanti, anche per il business di una PMI?

Sappiamo tutti quanto sia complicato, soprattutto per una PMI, convertire un sito web per diversi dispositivi, che siano tablet o smartphone. La pagina Facebook è automaticamente convertita per i diversi dispositivi e permette di avere una strategia mobile istantanea e, ricordiamolo, gratuita. E' gestibile in mobilità, infatti abbiamo un'applicazione, il gestore delle pagine, che permette di aggiornare i post, di rispondere ai messaggi e di schedulare, cioè di programmare i post da remoto. Infine, la pagina permette di raccontare davvero la storia del'azienda, di raccontare i prodotti, i servizi, è la modalità con cui si costruisce una community, cioè è il luogo in cui i consumatori possono dialogare con le aziende o tra loro. Si puo' capire che cosa sta funzionando e cosa non sta funzionando ed è un importante strumento di analisi di come il pubblico reagisce alle varie proposte.

Alcuni consigli utili per le pagine aziendali?

La creazione dei contenuti è fondamentale. E' il modo con cui si entra in contatto con i consumatori. Devono essere pertinenti, tempestivi e in qualche modo favorire quella comunicazione con il proprio pubblico che rende appunto la pagina autentica. Parlate con i clienti e fare in modo che i contenuti favoriscano questa comunicazione a due sensi, prediligere la brevità e chiarezza del testo, ma bisogna ricordarsi sempre che la maggior parte dei contenuti vengono fruiti da dispositivi mobili, quindi i contenuti devono essere brevi, efficaci, immediatamente riconoscibili. In ultimo, alcuni contenuti funzionano molto più di altri, come immagini e video che sono più coinvolgenti di un post di solo testo. Meglio concentrarsi su quelli e giocare con la creatività che è davvero lo strumento più efficace e coinvolgente che le aziende hanno a disposizione, e infine mantere un calandario editoriale regolare. Noi consigliamo di pubblicare non più due o tre volte a settimana per favorire il collegamento con i vostri clienti, ma per fare in modo non ci siano aggiornamenti troppo frequenti e sviare eventualmente l'attenzione su una pagina. Cercare di mantenere un calendario editoriale regolare, costante con contenuti creativi puntuali che favoriscano quel dialogo a due sensi.

 

 



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it. Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154

Guarda tutti gli arretrati

Leggi le ultime news

Le raccolte dei nostri articoli

Articoli dedicati alle PMI

Articoli dedicati all\'eCommerce e canale digitale

Articoli dedicati alla digital transformation

Articoli dedicati al marketing

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Sommario di questo numero
Copertina BusinessCommunity.it