24/06/2015

marketing

Gli advertiser scelgono le campagne multi-screen

 

de Kerckhove (Videology): nel primo trimestre 2015 il 68% di tutte le campagne in EMEA è stato servito su più di un dispositivo

Una ricerca condotta da Videology ( http://videologygroup.com ), tra le piattaforme di video advertising leader di mercato, ha svelato che nel primo trimestre del 2015 gli advertiser della regione EMEA hanno mostrato una tendenza crescente a pianificare le proprie strategie video in modo globale, servendo la maggior parte delle proprie campagne su diverse tipologie di dispositivo.
Da un'analisi sull'utilizzo della piattaforma Videology nel periodo gennaio/marzo di quest'anno, è emerso come il numero totale della campagne servite su schermi diversi abbia raggiunto il 68%, rispetto al 65% del trimestre precedente. "L'approccio del settore marketing alle campagne continua a evolvere verso un focus globale, multi-screen e incentrato sull'utente", afferma Anne de Kerckhove, Managing Director, Videology EMEA. "Il mobile è al centro della fruizione dei contenuti video di qualità da parte dei consumatori, in particolare per quanto riguarda i tablet".

Gli advertiser scelgono le campagne multi-screen

La ricerca ha inoltre rivelato che gli advertiser in EMEA hanno preferito servire le proprie campagne principalmente su player video di medie o grandi dimensione, il 72% delle impression di tutte le campagne è stato infatti servito su tali player. Questo dato testimonia la preferenza riservata dagli advertiser a contenuti di elevata qualità e sottolinea il fatto che player video di dimensioni maggiori attirino più visitatori e offrano un'esperienza più ricca e coinvolgente.
Lo studio ha anche mostrato come gli advertiser continuino ad acquistare la propria video advertising digitale seguendo il modello televisivo, sulla base di un CPM garantito - il 97% di essi ha fatto questa scelta nel corso di Q1. La TV rappresenta una risorsa affidabile per gli advertiser, per cui la maggior parte di quelli che operano in TV sfruttano i vantaggi del video digitale e lo acquistano nello stesso modo.

Seguici: 

Trattandosi di un mercato caratterizzato da cambiamenti repentini, le infografiche trimestrali realizzate da Videology contengono sempre nuove informazioni sugli argomenti che diventano man mano più rilevanti per i video advertiser.
Questo trimestre in particolare si segnalano:
- La maggioranza (63%) delle impression in EMEA in Q1 è stata servita su siti di intrattenimento, con un incremento dell'1% rispetto all'ultimo trimestre del 2014
- La spesa degli advertiser di servizi finanziari è rimasta elevata in Q1 (pari al 12% di tutte le impression), confermandosi sui livelli del trimestre precedente
- In EMEA, il tasso di visualizzabilità globale nel primo trimestre 2015 è pari al 55%
Per la versione integrale del Q1 2015 EMEA Video Market At-A-Glance: http://www.videologygroup.com/files/m/research-data/Q1_2015_EMEA_Market_At-A-Glance.pdf



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it. Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Sommario di questo numero
Copertina BusinessCommunity.it