BusinessCommunity.it

26/05/2024

digital

Nasce Minerva, l'Intelligenza Artificiale generativa italiana

L'Intelligenza Artificiale generativa italiana è nata (e parte dalle Università)

Un gruppo di ricercatori italiani dell'Università Sapienza di Roma ha creato Minerva, un nuovo modello di Intelligenza Artificiale generativa pensato per essere addestrato da zero nella nostra lingua con 500 miliardi di parole. Questo progetto ambizioso vuole fornire fondamenta trasparenti per sistemi di intelligenza artificiale applicabili in diversi campi, dalla comprensione del linguaggio naturale alla generazione di testo.

La caratteristica distintiva di Minerva


La caratteristica distintiva dei modelli Minerva è il fatto di essere stati costruiti e addestrati da zero usando testi ad accesso aperto, al contrario dei modelli italiani esistenti che sono basati sull'adattamento di modelli come LLaMA e Mistral, i cui dati di addestramento sono tuttora sconosciuti. Ciò garantisce una maggiore trasparenza e controllo sulle informazioni utilizzate per addestrare i modelli.

L'addestramento dei modelli


Ogni modello Minerva è stato addestrato su un vasto insieme di fonti italiane e inglesi online e documentate, per un totale di oltre 500 miliardi di parole, l'equivalente di oltre 5 milioni di romanzi.

Questo addestramento approfondito consente ai modelli di acquisire una conoscenza approfondita della lingua italiana e di generare testi coerenti e naturali.

La disponibilità dei modelli


I modelli Minerva sono disponibili alla comunità scientifica di Fair, il progetto guidato dal Consiglio nazionale delle ricerche che realizza la strategia nazionale sull'IA, e in futuro anche al pubblico. Ciò aprirà nuove possibilità per la ricerca e lo sviluppo di applicazioni innovative basate sull'Intelligenza Artificiale.

 


Homepage

Copyright © 2009-2024 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it