Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   Magazine del 08/01/2020
Leisure

Il decennio della digital transformation - Punto e a capo
In questi 10 anni sono cambiate tante cose nel business

Da quando è nata BusinessCommunity.it ne sono successe di cose. Dal punto di vista della tecnologia, abbiamo avuto rivoluzioni silenziose che ho raccolto, sostanzialmente, all'interno del libro "Digilosofia".
Anche tecnologie consolidate come il cloud, di fatto, sono cambiate, tanto che oggi il passaggio è verso quello ibrido, non solo pubblico e non solo privato.
É stata la decade della blockchain, del BitCoin e della rivoluzione del mondo della finanza, iniziata in questi anni e che stravolgerà il business nella prossima decade.
C'è poi la stampa 3D, che non è mai esplosa, ma che potrebbe indicare novità importanti nella produzione.
Gli smartphone hanno segnato la decade, ma anche i social network sono stati i veri protagonisti, elementi che hanno cambiato il modo di comunicare. Il futuro diventa meno prevedibile, perché l'evoluzione passerà soprattutto sulla velocità di connessione portata dal 5G, i cui effetti stentiamo ancora a comprendere.
É stata anche la decade della privacy e dei problemi di sicurezza: in entrambi i casi non sembra che i legislatori e soprattutto le aziende abbiano imparato la lezione.
La prossima sarà certamente la decade dell'Intelligenza Artificiale e del suo braccio armato Machine Learnig, si iniziano a cogliere delle opportunità ma è sul proliferare dei dati che si vedranno gli effetti più concreti.
É stata anche la decade in cui sono venute a mancare le competenze informatiche, sono nate molte professioni, social media manager e data analyst per citare qualche esempio, ma si è anche iniziato a vedere l'impatto dell'automazione nel mercato del lavoro e in alcuni settori in particolare.
Banche che chiudono filiali, aziende produttive che riducono il personale sono solo due esempi di robotica e automazione applicata.
La decade dal 2010 al 2019 ha segnato, inequivocabilmente, la supremazia della tecnologia, ma anche un aspetto preoccupante. Il capitalismo, inteso come crescita e profitto, sta entrando in crisi, o per lo meno, deve essere ripensato alla luce di una crescita che non potrà proseguire in eterno e un'attenzione all'ambiente che richiede maggiori energie.
Una decade che abbiamo voluto raccontare nelle varie sfaccettature, per certi versi fantastica, per altri terribilmente shoccante.
La digital transformation non è ancora una realtà per tutte le imprese, ma rappresenta il futuro molto prossimo.
Ma soprattutto, oggi non non ha più senso parlare di commercio facendo differenze tra fisico e virtuale, perché non è più una opzione.
Il futuro, grazie alla tecnologia, sarà sempre più disintermediato, con molte catene del valore che andranno in crisi.
Tutti aspetti, come quello della formazione, del lavoro e dei rapporti tra tecnologia ed etica che non appartengono a nessuna agenda politica. Come se la tecnologia non stia ridisegnando il presente e creando il futuro.

Incredibile.

@gigibeltrame su LinkedIn e su Twitter 

Podcast su SpotifyiTunes e Spreakr
Il libro "Digilosofia: la filosofia del digitale" le sfide della digital transformation

ù


Questo è l'ultimo articolo. Clicca qui per tornare al sommario.



Leisure

numero di 08/01/2020
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn




Sfoglia il prossimo articolo -->

*/ ?>