Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 17/07/2019
Sport Business

Il Paris Saint-Germain fa il pieno di sponsor
Un rinnovo monstre con la Nike, un accordo con Ping An, il più grande marchio assicurativo cinese, e altri contratti minori rendono più solida la posizione finanziaria della società

Il report Deloitte da tempo mette l'accento sull'importanza degli introiti del settore "commercial" all'interno di un bilancio. E da qualche anno a questa parte si osserva che - Premier League a parte - sta pian piano arrivando al valore dei diritti TV e media, che si pensava insuperabile.
E a fianco delle storiche big (le inglesi, Barcellona e Real Madrid) si sta facendo largo anche il Paris Saint-Germain, che pur militando in un campionato sicuramente di minor interesse rispetto ai concorrenti, trova nella partecipazione alla Champions League la forza per andare sui mercati internazionali.
Diciamo però che lo strapotere del fondo qatariota proprietario aiuta a portare campioni strapagati che rendono la squadra di assoluto appeal internazionale per gli sponsor.
In quest'ottica vanno inquadrate le ultime due operazioni.
La prima prevede un nuovo contratto record con il marchio statunitense di abbigliamento sportivo Nike.
Nell'ambito dell'accordo, Nike continuerà a sponsor tecnico di PSG per altri otto anni, fino al 2031-32. Nike fornirà il kit sportivo per squadre maschili e femminili e squadre di pallamano del PSG. Si ritiene che l'accordo valga almeno 60 milioni di euro all'anno, che si sommano a quelli dello sponsor AccorHotels. Questo significa che il kit col PSG si inserisce tra i primi quattro in Europa, insieme a Barcellona, Real Madrid e Manchester United.
Il valore dei diritti di fornitura dei kit di PSG è aumentato notevolmente negli ultimi anni, in particolare dopo un anno da record per le vendite di casacche in questa stagione: più di un milione, in seguito al lancio della gamma Jordan x PSG a settembre dello scorso anno. Le vendite dei prodotti ufficiali Paris Saint-Germain sono aumentate del 400% dal 2011, trainate dalla reputazione internazionale sempre più forte di Paris Saint-Germain.
Il secondo accordo guarda a est, dove il PSG ha siglato una nuova partnership con Ping An, il più grande marchio assicurativo cinese, e il brand nel settore di maggior valore al mondo, avendo superato il tedesco Allianz nel 2017.
Nell'ambito dell'accordo pluriennale, Ping An diventerà un partner regionale del PSG in Cina, a partire dalla prossima stagione.
Il primo anno della partnership si concentrerà sulle attivazioni di calcio giovanile, con Ping An che ospiterà 200 prove per il "Ping An Football Support Plan Program" in 16 città cinesi. I giocatori più bravi saranno poi selezionati per prendere parte ai campi di addestramento dell'accademia PSG.

La partnership è l'ultimo passo negli sforzi del PSG per far crescere il club in Asia. L'anno scorso, PSG ha aperto una sede Asia-Pacifico a Singapore, un ufficio a Shanghai, e ha firmato la sua prima partnership regionale con il marchio di scommesse filippine LoveBet.
All'inizio di giugno, il PSG ha anche stipulato un accordo con il marchio skincare maschile giapponese Bulk Homme.
Sarà perché l'UEFA gli sta con il fiato sul collo per il Financial Fair Play e altro, ma adesso gli arabi stanno dimostrando di avere un management di tutto rispetto.
Le squadre italiane dovrebbero solo imparare.
 



Sport Business

numero di 17/07/2019
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn




Continua a sfogliare per il prossimo articolo -->

*/ ?>