Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 03/04/2019
Leisure

Punto e a capo. Cina, tecnologia e il futuro dell'Italia
Gli accordi appena firmati tra Italia e Cina cambiano qualcosa sul serio?

Che cosa hanno firmato Italia e Cina?
La serie di accordi, ben 29, sono certamente importanti per il nostro Paese. Mi limito ad analizzare quelli che riguardano l'innovazione.
Il protocollo d'intesa per la promozione della collaborazione tra Startup Innovative e tecnologiche tra il ministero dello Sviluppo Economico dell'Italia e il ministero della Scienza e Tecnologia della Cina è certamente interessante. Infatti, permette alle nostre Startup di poter trovare facilmente partner in Cina, mercato in cui, per operare, è necessario trovare dei soci cinesi. Di fatto, potrebbe attivare nuove collaborazioni.
Ma non solo.
Diventeranno possibili, ma bisognerà capire con quali modalità, gli investimenti in venture capital nelle Startup, creando nuove opportunità di sviluppo e finanziamento.
Per il commercio elettronico, è stato stilato un accordo tra il ministero dello Sviluppo Economico ed il ministero del Commercio della Cina. Di fatto, si aprono anche qui nuove opportunità, perché gli obiettivi sono principalmente rivolti a un miglioramento dell'export dei nostri prodotti verso il mercato cinese. Se non altro, è un accordo che allinea l'Italia ad altri Paesi Europei come la Germania, la Francia ed il Regno Unito, che da anni hanno stipulato accordi.
In questo contesto, si aggiunge un altro elemento interessante e del tutto nuovo: l'attenzione al tema della proprietà intellettuale, che spesso è strettamente legato all'eCommerce e della lotta alla contraffazione dei prodotti Made in Italy.
Questa intesa potrebbe portare una boccata d'ossigeno alle imprese italiane, troppo spesso penalizzate dalla condivisione di informazioni di natura industriale che vengono sottratte per diventare un elemento competitivo.
Se fino a qui possiamo trovare elementi che determinano il business delle nostre imprese, negli accordi c'è dell'altro, e molto più interessante.
Verrà posta in essere un'attività di promozione dei parchi scientifici e tecnologici verso la Cina, con un giovamento di scambio non solo di tecnologie ma anche a livello culturale.

Questo scambio di conoscenze potrebbe contribuire ad accelerare dei processi di modernizzazione del Paese, con una conoscenza più approfondita dei processi e del modo di operare di chi sta, davvero, dall'altra parte del mondo.
Si tratta di una serie di iniziative che andranno monitorate nel tempo, ma che vanno nella direzione, auspicata dal presidente Xi Jinping, di migliorare le conoscenze dei lavoratori e delle persone.



Leisure

numero di 03/04/2019
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn




VAI AL SOMMARIO DEL NUMERO PER LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI