Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 06/02/2019
Leisure

People Are Media: la recensione - Libri per il Business
Il testo di Agostinelli e Meazza spiega come viviamo in un'epoca in cui i nostri gusti, i nostri bisogni e le nostre esigenze sono conservati nella cache dei nostri device

Parlare di digitale, dei social, dei prodotti e dei servizi non è esattamente semplice.
Gli autori, Aldo Agostinelli e Silvio Meazza accompagnano il lettore in un percorso molto variegato all'interno del mondo dei dati, quelli che vengono lasciati da ognuno di noi all'interno del web.
Si parla di tutto, dalla privacy ai selfie, dalle condizioni d'uso degli oggetti cosiddetti "Smart", fino alla pubblicità, senza perdersi nel racconto meramente tecnologico ma parlando il linguaggio del business.
É una fotografia di quello che c'è adesso e che tutti quanti, più o meno consapevolmente, usano già.
Come sostengono gli autori, è un piccolo sguardo su quello che potrebbe esserci già dietro l'angolo, perché la tecnologia di cui si parla come futuribile c'è già, solo che non la stiamo semplicemente usando.
Dati e informazioni che sono strettamente legati tra loro, all'insegna dell'intelligenza artificiale o dei big data.
Il libro svela cosa fanno le grandi aziende dei social network di un semplice "like" su un post o su una pagina, di come la pubblicità diventerà sempre più ritagliata sugli utenti, oppure di come la società che stiamo vivendo sia già basata sui dati.


Titolo: People are media
Autori: Aldo Agostinelli e Silvio Meazza
Editore: Mondadori



Leisure

numero di 06/02/2019
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn




Continua a sfogliare per il prossimo articolo -->

*/ ?>