Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 01/08/2018
Fare Business

Posizioni debitorie e immobili: per gli imprenditori (e non solo) una via d'uscita c'è
La proposta di Cappa & Associati punta a ridiscutere il debito, salvare banche, debitori e mercato

Gli italiani sono grandi proprietari di immobili e gli imprenditori, ma anche i professionisti e spesso i lavoratori, li utilizzano come garanzia per fare domanda di credito. In un periodo di crisi come questo, sono stati molti gli immobili che pignorati, tanto che nei prossimi 5 anni un milione e 650 mila tra case, uffici e capannoni andrà all'asta.

Una perdita per lo Stato, non solo per le famiglie

Se analizziamo questo dato, è evidente che una quantità di immobili di queste dimensioni avrà un fortissimo impatto sul valore commerciale dell'intero mercato immobiliare, e quindi le banche avranno dei debiti non ripagati interamente, le famiglie non avranno più le case e in buona sostanza ci perdono tutti.
"La Cappa & Associati si propone come portatrice di soluzioni che possano radicalmente migliorare le cose", ha dichiarato William Cappa della Cappa & Associati. "Se un immobile su 100 viene pignorato e ogni singolo giorno, nel Paese, vengono messi all'asta 750 immobili ci si rende conto che non c'è un mercato che possa assorbire questa offerta e che la diminuzione del valore sarà drammatica".

Le conseguenze sono drammatiche

Dietro ad ogni pignoramento, ad ogni debito non pagato, ci sono privati, aziende o banche che hanno la necessità di rientrare dal debito contratto con questi soggetti; ma anche singoli, imprese o famiglie che vivono la situazione in modo drammatico, causa un limitato accesso al credito.
"Il nostro punto di forza è di intervenire prima che la situazione diventi irreversibile - ha proseguito Cappa - senza gravare sui costi per le persone indebitate. Dal momento del contatto con noi, se potremo fare qualcosa, metteremo a disposizione un professionista, cercando di essere comprensibili, ma soprattutto non abbiamo costi di apertura pratica.
Non ha senso gravare su chi è già indebitato: verremo pagati nel momento in cui chiuderemo la pratica, e lo faranno i creditori. Analizziamo gratuitamente la situazione e, se non potremo essere in grado di intervenire, lo diciamo senza prevedere costo alcuno. Insomma, cerchiamo di fare uscire le persone dai loro debiti a costo zero".
Per fare questo, lo studio si avvale di consulenti molto professionali, guidati da William Cappa e Barbara Delocchio. Si tratta di un network di consulenti in continua espansione sul territorio italiano, che è specializzato nel trovare delle modalità di uscita dignitosa a chi è in difficoltà, sia che si tratti di privati che di aziende.

"Alle banche non conviene arrivare al pignoramento e poi all'asta dell'immobile - ha concluso Cappa - perché si generano delle perdite, ossia dei crediti non performanti (NPL). Noi abbiamo una modalità di operare che garantisce soddisfazione per entrambe le parti, sia per i debitori sia per i creditori".
 



Fare Business

numero di 01/08/2018
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn