Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 18/04/2018
Leisure

I tre volti della moneta
Bustreo si rivolge a tutti coloro che vogliano conoscere le dinamiche che guidano le relazioni interpersonali mediate dal denaro

Testa o croce, fin da bambini la monetina da 100 lire decideva, basandosi sul solo caso, chi doveva iniziare la partita con il calcio d'inizio. Sono passati decenni, ma le due facce della moneta, intesa in senso più ampio di denaro, restano intatte.
Ma la moneta, sostiene Massimo Bustreo, autore dell'interessante volume "La terza faccia della moneta. Le dinamiche che guidano la nostra relazione con il denaro", edito da Franco Angeli, oggi avrebbe necessità di molte altre facce, attraverso le quali dare risposte ai molti interrogativi che sempre più consumatori e cittadini si pongono sul concetto stesso di ricchezza.
Il testo offre al lettore, si badi bene, non necessariamente un economista o esperto di politiche monetarie, un percorso sul senso storico della moneta. Valore e simbolo, strumento di relazione e credito personale per arrivare alla terza faccia, ovvero l'espetto emotivo e cognitivo del denaro.
Pecunia non olet, dicevano gli antichi; oggi l'assunto non è più così granitico, aprendosi la strada a valutazioni sull'uso stesso che della moneta - intesa come risorsa economica - si può e si deve fare. Inteso come scelte d'acquisto e d'investimento.
Un assist alla cosiddetta finanza etica, che non a caso chiude il libro con le riflessioni di Ugo Biggeri, Presidente di banca Etica: "Il valore dei soldi non è nei soldi: è nelle persone che li usano, nelle relazioni che favoriscono, nel bene comune che creano".
Il nostro rapporto con il denaro, strumento e simbolo delle nostre relazioni prima che mezzo economico e di pagamento, non sempre passa dalla via più razionale, bensì da sentieri incoerenti, molte volte ingannevoli o fallaci. Vorremmo essere consumatori sempre più critici ma sacrifichiamo la scelta ideale e scegliamo guidati dal sentimento del momento, immersi nelle nostre emozioni, sotto l'influenza dell'interazione con gli altri e sulla base di conoscenze parziali.
Il modo in cui guadagniamo e spendiamo i nostri soldi conta molto più di quanti ne abbiamo. E ancor più conta la fiducia nelle persone con cui siamo in relazione. I soldi non sono tutti uguali: esistono molte forme di denaro e molti usi dai significati psicosociali differenti. Saperli distinguere può esser un buon punto di partenza per essere consumatori migliori e più responsabili.
Un testo utile per orientarsi sui diversi significati della moneta oggi; libero i lettori di farsi una propria idea su come gestire, come indirizzare e che valore dare alla propria ricchezza.


Titolo: La terza faccia della moneta. Le dinamiche che guidano la nostra relazione con il denaro
Autore: Massimo Bustreo
Editore: Franco Angeli
Pagine: 296
@federicounnia - Consulente in comunicazione
@Aures Strategie e politiche di comunicazione



Leisure

numero di 18/04/2018
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn