Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 28/02/2018
Fare Business

Le vulnerabilità saranno la spina nel fianco dei sistemi aziendali
Nencini (Trend Micro): per bloccare le insidie cyber, il panorama tecnologico attuale richiederà una gestione delle patch sempre più affidabile

Nel 2018 gli attacchi cyber continueranno a colpire le aziende e le violazioni maggiori sfrutteranno vulnerabilità già conosciute. È questo il dato principale che emerge dal report Trend Micro, leader globale nelle soluzioni di sicurezza informatica, sulle minacce informatiche che caratterizzeranno l'anno in corso, dal titolo "Cambi di paradigma: Previsioni Trend Micro sulla sicurezza per il 2018".
La superficie disponibile per gli attacchi è sempre più grande e le vulnerabilità verranno utilizzate per sfruttare gli eventuali punti deboli delle infrastrutture di difesa. Per proteggere i dati più critici delle organizzazioni, il patch management e la formazione dei dipendenti diventeranno così una priorità.
L'Information Technology e l'Operational Technology (IT/OT), inoltre, continueranno a convergere e le applicazioni e le piattaforme corporate saranno sempre più a rischio vulnerabilità o di venire manipolate. Cresceranno di numero anche le vulnerabilità IoT, nel momento in cui sono sempre di più i dispositivi creati senza alcun standard di sicurezza.
In generale, una connettività sempre maggiore e una superficie di attacco allargata, daranno nuove opportunità ai cybercriminali di sfruttare le criticità già conosciute e penetrare nelle reti aziendali.
"In Trend Micro siamo sempre alla ricerca di quelle minacce future che avranno il maggiore impatto sulle aziende e prevediamo quali saranno le vulnerabilità più utilizzate", ha affermato Gastone Nencini, Country Manager Trend Micro Italia. "Molti attacchi, che sono stati devastanti nel 2017, hanno sfruttato delle vulnerabilità conosciute e le loro conseguenze si sarebbero potute evitare se i sistemi fossero stati patchati preventivamente. Questo trend continuerà anche quest'anno e i responsabili delle aziende dovrebbero considerare la gestione delle vulnerabilità come una priorità, anche in considerazione dell'entrata in vigore a maggio del GDPR".
Ma le minacce non finiscono qui. Nel 2018 i ransomware continueranno a imperversare, a causa della loro comprovata efficacia. Assisteremo a un aumento degli attacchi ransomware mirati, nei quali i cybercriminali colpiranno singole aziende per bloccare le operazioni e costringerle al pagamento di un ingente riscatto. Continueranno anche gli attacchi Business Email Compromise (BEC), a causa di un cospicuo ritorno dell'investimento in caso di successo.
I cybercriminali sfrutteranno anche le tecnologie emergenti, come la blockchain e il machine learning, per aggirare i tradizionali sistemi di sicurezza. Per questo l'ideale è utilizzare una strategia di difesa intergenerazionale multilivello.
Nel dettaglio, queste le previsioni Trend Micro per l'anno 2018:
- Il modello di business dei ransomware sarà ancora un cavallo di battaglia dei cybercriminali, mentre guadagneranno terreno altre forme di estorsioni digitali;

- I cybercriminali troveranno nuovi modi per compromettere i dispositivi IoT e raggiungere i loro obiettivi;
- Le perdite globali generate dalle truffe Business Email Compromise supereranno i 9 miliardi di dollari;
- Le campagne di cyber propaganda verranno perfezionate utilizzando tecniche già sperimentate con successo in campagne precedenti;
- I cyber criminali sfrutteranno il machine learning e le tecnologie blockchain per espandere le loro tecniche di evasione;
- Molte aziende compiranno azioni definitive a riguardo del General Data Protection Regulation solo dopo che verrà avanzata la prima azione legale;
- Le applicazioni e le piattaforme saranno a rischio manipolazioni e vulnerabilità.



Fare Business


Condividi su LinkedIn numero di 28/02/2018
Torna al SOMMARIO








SEGUICI