Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 31/05/2017
Fare Business

Transport Logistic 2017: il futuro è digitale e senza confini
Con la digitalizzazione la logistica entra nella fase di innovazione più interessante degli ultimi decenni e accresce ulteriormente la propria centralità

La logistica è un fattore chiave per ogni business. E' è fattore imprescindibile per ogni comparto produttivo e sempre più frequentemente finisce per rappresentare un valore aggiunto anche per il cliente finale, che ormai traccia ogni movimento della merce acquistata.
In quest'ottica, proprio la rivoluzione digitale è stato il tema principale di Transport Logistic 2017, che si è tentuta a Monaco di Baviera ai primi di maggio. Molto acceso anche il dibattito sulle spinte protezionistiche, che rappresentano una minaccia per il commercio internazionale. Il più grande appuntamento mondiale del settore ha registrato un record di presenze.
"La connessione, digitale e senza confini, è stata il tema predominante di Transport Logistic," ha affermato Stefan Rummel, Direttore Generale di Messe München. "In fiera abbiamo visto le tecnologie future per veicoli autoguidati, telematica, Smart Data e soluzioni in cloud. Si è inoltre parlato in maniera critica delle spinte protezionistiche a livello nazionale. Le elezioni in Francia, dopo la Brexit e American First, sono un segnale positivo per il mondo della logistica. Lo scambio internazionale di merci, conoscenze e idee è un fattore essenziale per il benessere".
Anche Alexander Dobrindt, ministro tedesco dei trasporti e delle infrastrutture digitali, ha sottolineato l'importanza del settore nell'ottica dell'apertura affermando che "La logistica è e resta una delle chiave della moderna economia".

Tutte le aziende diventano società di software

Con la digitalizzazione la logistica entra nella fase di innovazione più interessante degli ultimi decenni e accresce ulteriormente la propria centralità. Sviluppi come il commercio online, l'Industria 4.0 e l'Internet delle Cose significano più merci, più trasporti e più logistica.
Ryan Petersen, CEO di Flexport, ha spiegato in una tavola rotonda che "ogni azienda deve diventare anche una società di software, perché il software è un elemento chiave."
Bernd Schwenger, Country Director Amazon Logistics, ha sottolineato che il concetto di Supply Chain è ormai superato, "bisogna parlare di Demand Chain, il cliente deve essere al centro. La grande sfida è l'ultimo miglio".
Per servire meglio i clienti, "questi devono essere pronti a condividere i loro dati," aggiunge Stefan Karlen, Presidente del Consiglio di Amministrazione del gruppo Panalpina.
Stefan Buchner, membro della divisione Daimler Trucks & Leiter Mercedes-Benz Lkw Daimler AG, ha dichiarato che "grazie alla digitalizzazione ci avviciniamo ulteriormente alla nostra visione di un futuro wireless, dove tutti i processi e tutti gli attori del trasporto saranno connessi".

Domanda record in tutto il mondo


L'edizione 2017 di Transport Logistic ha registrato un record di presenze: al salone hanno partecipato 2.162 espositori da 62 nazioni, con un incremento del 5,4%. Il numero di visitatori è cresciuto del 9%, con oltre 60.000 operatori da 120 Paesi. La superficie espositiva è aumentata a 115.000 metri quadrati, con nove padiglioni completamente esauriti. In fiera sono giunti nuovi espositori da tutto il mondo, fra cui Container Transport, DP World, Heathrow Airport, Kerry Logistics e Maersk. 17 le rappresentanze nazionali, dal Bahrein alla Cina fino alla Slovenia. I primi dieci Paesi per numero di espositori, dopo la Germania, sono stati: Paesi Bassi, Italia, Belgio, Francia, Austria, Spagna, Gran Bretagna, Repubblica Ceca, Polonia e Cina.
 



Fare Business


Condividi su LinkedIn numero di 31/05/2017
Torna al SOMMARIO








SEGUICI