Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 19/04/2017
Digital Business

Business via Italy: l'internazionalizzazione delle imprese si fa digital
Radomski: oggi è imprescindibile l'uso di piattaforme di networking digitali, imbattibili per velocità e capillarità. Soprattutto per le PMI

Aprire porte tra l'Italia e il mondo, aiutando gli imprenditori ad entrare in altri paesi, entrando in contatto con canali, distributori, altre aziende, e creando relazione commerciali favorevoli. Questo l'obiettivo di Business e via Italy (BEV), un Business Network Privato e Globale.
Nato 7 anni fa dall'idea dell'imprenditore svedese Benjamin Radomski, il business network di BEV ha sviluppato una rete di contatti internazionali di altissimo profilo, diventando una delle risorse migliori e più complete al mondo per e sul commercio italiano.
Giunto a un livello di sviluppo maturo e di ampie dimensioni, nelle scorse settimane l'organizzazione ha lanciato il suo nuovo format: una piattaforma digitale, esclusiva e privata, in grado sia di favorire gli investimenti stranieri in Italia che di supportare l'internazionalizzazione di aziende italiane all'estero. In un solo mese di attività BEV ha raccolto un considerevole numero di registrazioni raggiungendo una pipeline di opportunità M&A per un valore totale 600 milioni euro di fatturato per la parte vendite e 150 milioni per la parte acquisto. 
Cina, Emirati Arabi e Regno Unito sono i mercati privilegiati di BEV - che con sedi a Milano e Londra - grazie alle partnership strategiche sviluppate in questi primi anni di attività in Italia con organizzazioni quali, fra le altre, l'American Chamber of Commerce, la Camera di Commercio Inglese in Italia, EUSME Centre - iniziativa dell'EU che fornisce un ampio ventaglio di servizi per le PMI che vogliono fare business in Cina - e GDC Partners -  ente riconosciuto che supporta l'internazionalizzazione delle aziende straniere negli Emirati Arabi e nelle regioni del Golfo, con già clienti quali Astaldi e Cisco System.
Il network BEV è basato sui valori fondamentali di fiducia, cooperazione e privacy: tutti i membri e le opportunità di business passano attraverso un processo di approvazione condotto da un team specializzato, garantendo la serietà e la trasparenza di tutti gli attori interessati.
La partecipazione a BEV è aperta a chiunque voglia fare business con o dall'Italia, ma dopo la semplice iscrizione segue una rigorosa procedura di controllo: una volta passata la selezione, si entra ufficialmente nel Network e si ha accesso a una rete che conta fino a 50.000 profili, tra i quali cercare o pubblicare opportunità di commercio o investimento.
"Il networking tradizionale continua ad avere un ruolo importante, ma in un'epoca di crescita esponenziale delle tecnologie, il processo di internazionalizzazione è imprescindibile dall'uso di piattaforme di networking digitali, imbattibili per velocità e capillarità", ha dichiarato Radomski. "Il digitale consente di arrivare a una molteplicità di informazioni difficilmente accessibili soprattutto per le PMI ed è in grado di creare una reputazione positiva in tempi molto più rapidi del matching tradizionale".
Diverse aziende già si sono affidate a BEV. Ne è un esempio Mokarabia, storica azienda italiana produttrice e distributrice di caffè artigianale per settori professionali, rivoltosi a BEV in particolare per la propria espansione in Svezia, Russia, Gran Bretagna e Cina: "Sono passati solo pochi mesi", afferma Luca Giani, AD di Mokarabia. "Ma la mia impressione finora è che il nostro accordo con BEV offra molte opportunità importanti. Sono molto ottimista e positivo sul fatto che tale relazione possa continuare in un prossimo futuro".
Un altro esempio è costituito dall?azienda italiana di robotica medica Value BioTech: "Con la persistenza e la guida di BEV e l'abile assistenza del loro partner cinese, abbiamo incontrato un investitore che ha firmato un contratto nel giro di 30 giorni dalla nostra presentazione: l'introduzione ha avuto un valore inestimabile, ecco perché i contatti di BEV sono tanto cruciali, così come l'aiuto con la traduzione che possono fornire secondo necessità"- dichiara Avi Aliman, Business Development Director e co-fondatore dell'azienda biomedica.

BEV organizza periodicamente incontri B2B di networking nella business community italiana e internazionale, sia nel nostro Paese sia all?estero, in collaborazione con i propri partner: a maggio il calendario prevede incontri in Italia con delegazioni dall'estero di EUSME - partner per la Cina - e con un team di delegati da Abhu Dabi per GDC - partner per Emirati Arabi e Golfo. A giugno è previsto un meeting a Beijing organizzato da Bank of China. 



Digital Business


Condividi su LinkedIn numero di 19/04/2017
Torna al SOMMARIO








SEGUICI