Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 01/02/2017
Fare Business

Vendita diretta: per quest'anno previste 15.600 offerte di lavoro
Sinatra (Univendita): i venditori a domicilio sono in continua e costante crescita. Il settore dà opportunità di crescita professionale e soddisfazione economica a persone di ogni età e con qualsiasi titolo di studio

Per chi è in cerca di una occupazione può essere un'opportunità da prendere in seria considerazione. Specialmente in un periodo di crisi in cui bisogna reinventarsi. Sono infatti più di 15mila 600 offerte di lavoro in tutta Italia per il 2017 in tema di vendita diretta. L'opportunità arriva dalle aziende associate Univendita, la maggiore associazione di categoria della vendita diretta a domicilio.
"Le nostre aziende sono in crescita e cercano nuovi collaboratori", commenta il presidente di Univendita Ciro Sinatra. "In anni di crisi la vendita diretta a domicilio si è dimostrata una risorsa per il nostro Paese, svolgendo un ruolo anticiclico. I venditori a domicilio sono in continua e costante crescita, e la vendita diretta apre le sue porte sia ai giovani sia per quella fascia di persone che faticano a trovare una ricollocazione sul mercato del lavoro, e che nella vendita diretta trovano invece un'importante opportunità di guadagno e di crescita professionale. La maggioranza dei venditori (oltre il 90%) è costituita da donne, segno che la vendita diretta è un lavoro che si concilia con le esigenze della famiglia".
Non ci sono dunque barriere legate a età, esperienza pregressa o di titolo di studio per intraprendere una carriera nel settore, che comprende aziende specializzate in diversi ambiti: dai beni durevoli per la casa agli elettrodomestici, dagli alimentari ai beni di consumo, dai cosmetici ai viaggi. A oggi i venditori delle aziende associate Univendita sono oltre 128mila e nel terzo trimestre 2016 il numero degli addetti alla vendita è cresciuto del 4,2%.
"I punti di forza delle aziende associate Univendita sono la serietà, l'eccellenza dei prodotti, la cura delle relazioni con i clienti e un modo etico e responsabile di rapportarsi al mercato e ai venditori", continua Sinatra. "Valori che vengono trasferiti alle nuove leve con specifici corsi di formazione, che cominciano al momento dell'inserimento e proseguono con percorsi di formazione continua. Perché, se è vero che nella professione di venditore entra in gioco l'impegno personale e si gestisce autonomamente il proprio tempo, bisogna sottolineare che gli incaricati alla vendita non sono mai abbandonati a loro stessi. Sono costantemente formati, seguiti e supportati dai propri responsabili, sin dalle prime fasi dell'attività e poi anche in seguito, perché l'aggiornamento continuo è una delle chiavi per esercitare una professione sempre al passo con i tempi. Qualità, etica e professionalità sono alla base di un modello di vendita diretta davvero sostenibile, perché vantaggioso per tutte le parti coinvolte: cliente, venditore e azienda".

 



Fare Business


Condividi su LinkedIn numero di 01/02/2017
Torna al SOMMARIO








SEGUICI