Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 20/07/2016
Digital Business

BuBoost.com: disruptive innovation per il mondo del lavoro in Italia
Una web application che permette di cercare gratuitamente professionisti, freelancer o direttamente le prestazioni di cui si ha bisogno. Ma soprattutto di individuare il professionista più qualificato, più vicino, più apprezzato dagli altri utenti della commununity

Un social network per chi cerca lavoro è nato in Italia unendo le intelligenze di mezza Penisola. Buboost nasce per caso dalla necessità del suo creatore, Giovanni Di Palma (nella foto), di farsi conoscere professionalmente in una città per lui nuova come Milano. L'idea del social prende piede a poco a poco e trova il consenso di molti amici e professionisti intorno a lui. É così che avvicina gli esperti con il giusto knowhow che lo affiancano e lo sostengono nella realizzazione di "Buboost". E oggi il social è una realtà.
Per Di Palma è solo il primo passo di un progetto più ambizioso: dare la possibilità a quanti lo desiderino, di crearsi nuove opportunità di lavoro. Usando un meccanismo antico e allo stesso tempo modernissimo: il passaparola "certificato". Si tratta cioè di mettersi in gioco su una piattaforma telematica illustrando le proprie capacità professionali e chiedere al contempo ai propri clienti un giudizio sul proprio operato. Meccanismo che ti permette, a secondo dei giudizi, di renderti affidabile o meno.
Questa, in estrema sintesi, l'idea della piattaforma, che in pochissimo tempo è arrivata a contenere migliaia di iscrizioni e segnalazioni. Segno che in Italia anche il mondo delle professioni e delle partita IVA ha accettato e saputo vincere, creando nuove opportunità, la sfida delle nuove tecnologie.
Buboost è una web application user friendly che permette di cercare gratuitamente professionisti, freelancer o direttamente le prestazioni di cui si ha bisogno. Ma soprattutto di individuare il professionista più qualificato, più vicino, più apprezzato dagli altri utenti della community.
In questo periodo di forte crisi economica e di alto tasso di disoccupazione in Italia, http://www.Buboost.com si propone come sistema anticiclico e di supporto che permette di reinventarsi lavorativamente: non è un "cerca lavoro", ma un crea lavoro. Professionisti e freelancer possono finalmente presentarsi pubblicando il proprio curriculum, le proprie competenze e curare al meglio la propria reputazione per massimizzare la vendita di prestazioni lavorative. Potranno organizzare al meglio le proprie attività attraverso una pratica agenda, sfruttando il cloud e la versione mobile utilizzabile da qualsiasi dispositivo.
In sintesi può esser definito come un "social job management tool": strumento di lavoro mobile che consente di avere il proprio ufficio sempre a portata di mano. Inoltre Buboost.com si propone come partner commerciale e di marketing, affidabile e professionale: la comunicazione e la collaborazione con i propri clienti è più diretta ed efficace. Ma anche con i colleghi, specie con chi ha competenze complementari alla propria. Chiunque sappia fare qualcosa, su Buboost è già professionista: dalla babysitter al social media manager, al personal trainer, al dentista, c'è spazio per tutti, per chi vuole arrotondare, ottimizzare le vendite dei propri servizi o soprattutto per chi ci vuole mettere la propria faccia per comunicare professionalità e competenza, attraverso un sistema digitale di meritocrazia. Inoltre, la prossimità e la condivisione di argomenti di interesse tra gli utenti abbatte le barriere della comunicazione, facilitando la creazione di relazioni efficaci tra professionisti dello stesso settore ed allo stesso tempo tra professionisti e utenti finali, potenziali fruitori e clienti.
Buboost si fonda su di un nuovo paradigma che offre la possibilità al professionista di potersi costruire liberamente la propria offerta, nel modo che lui ritiene più efficace. Non più quindi il classico metodo delle aste al ribasso, ritenuto dalla gran parte dei professionisti squalificante professionalmente nonché frustrante, perché intermedia lucrando sulle competenze maturate nel corso degli anni, a costo di tanti sacrifici. Infatti Buboost non richiede alcun costo di intermediazione. Si paga esclusivamente il servizio e comunque solo in corrispondenza di una reale richiesta di prestazioni lavorative. La registrazione a Buboost è gratuita e chiunque potrà cercare sempre gratuitamente il professionista di cui ha bisogno. Per i professionisti che vogliono promuovere la propria attività Buboost è in promozione sino al 31 agosto ed è in prova gratuita per ben 12 mesi dalla data di creazione della prima offerta professionale. Scaduta la promozione il profilo continua ad esser visibile gratuitamente e si paga solo quando occorre, cioè solo quando si incontrano nuovi clienti.


 



Digital Business

numero di 20/07/2016
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn




Continua a sfogliare per il prossimo articolo -->

*/ ?>