Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 06/08/2014
Finanza e investimenti

Immobiliare USA: l'inizio dell'estate riscalda le vendite di case
Kelly (RE/MAX): L'offerta crescente di case in vendita sta avendo un impatto positivo, nonostante alcuni problemi persistenti nell’accesso al credito, consentendo alla ripresa economica di andare avanti

Per il quarto mese consecutivo, le vendite di case a giugno sono aumentate rispetto a quelle del mese precedente. Le vendite sono state superiori del 4,5% rispetto a maggio, ed inferiori dell’1,95% rispetto a giugno 2013.

La differenza dell’1,95% sull’anno precedente, è il dato del 2014 che più si avvicina al rapido aumento visto nella stagione 2013. Mentre la disponibilità al credito e l'offerta restano scarsi, a giugno i prezzi delle case hanno continuato a salire, con un aumento del 9,6% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. L’offerta sta cominciando a mostrare segni di miglioramento, infatti giugno è il terzo mese consecutivo con un maggior numero di case in vendita rispetto al mese precedente.

Al ritmo di vendita di immobili del mese di giugno, i mesi di fornitura dell’inventario sono aumentati a 4.1. Va ricordato che il valore di 6,0 indica un mercato equilibrato equamente distribuito tra acquirenti e venditori.

"L’offerta crescente di case in vendita sta avendo un impatto positivo, nonostante alcuni problemi persistenti nell’accesso al credito, consentendo alla ripresa economica di andare avanti. Se l'economia globale migliora, la storia ha dimostrato che l’immobiliare è in grado di rimanere in linea con le tendenze stagionali di lungo periodo", ha affermato Margaret Kelly, CEO di RE/MAX.

 

Variazione anno su anno delle transazioni

 

Nel RE/MAX National Housing Report di giugno, il numero delle vendite di case è salito del 4,5% rispetto a maggio. Tuttavia, le vendite sono ancora inferiori dell’1,95% rispetto a giugno dello scorso anno.

Dopo un inizio lento in gennaio e febbraio, tutte le 52 aree metropolitane indagate per il report hanno registrato un aumento delle vendite a marzo. E da marzo in poi hanno sempre registrato un incremento rispetto al mese precedente. Per quanto siano stati influenti negativamente i primi mesi, la tendenza del 2014 sembra ora rispecchiare il tradizionale modello di vendita stagionale.

 

Maggiori incrementi nelle vendite

 

New Orleans (LA) +11.3%; Tulsa (OK) +7.7%; Hartford (CT) +7.3%; Wichita (KS) +7.2%; Kansas City (MO) +6.4%; Des Moines (IA) +6.0%.

 

Prezzo medio di vendita

 

Nelle 52 aree metropolitane intervistate nel mese di giugno, il prezzo medio di vendita, tra tutti gli immobili ceduti è stato di 210.000 dollari. Superiore del 6,0% al prezzo medio di maggio e superiore del 9,6% al prezzo medio del giugno 2013. Nel confronto anno su anno, il prezzo medio di vendita è salito per 29 mesi consecutivi.

Poiché l'offerta sta migliorando, i prezzi delle case non aumentano così rapidamente come l'anno scorso, quando il prezzo medio di vendita era aumentato del 12,6% nel mese di giugno. Tra le 52 aree metropolitane intervistate, 41 hanno riportato i prezzi di vendita più alti rispetto a un anno fa. Otto hanno riportato incrementi a doppia cifra.

 

Le citta’ che hanno fatto registrare aumenti a doppia cifra

 

Detroit (MI) +22.3%; Las Vegas (NV) +13.4%; Orlando (FL) +11.3%; San Diego (CA) +10.5%; Houston (TX) +10.4%.

 

 

Giorni sul mercato

 

Per le case vendute nel mese di giugno, la media dei giorni sul mercato è stata di 62, quattro giorni meno rispetto a maggio e tre giorni meno a giugno dello scorso anno.

Giugno diventa il 25° mese consecutivo con una media di “Giorni sul mercato” sotto i 90. Una media bassa di giorni sul mercato è il risultato di una bassa offerta di case in vendita e un’alta domanda. Per giorni sul mercato si intende il numero di giorni da quando una casa viene messa sul mercato a quando il contratto di vendita viene firmato.

 

 

Mesi di fornitura dell’inventario

 

La situazione dell’offerta sta migliorando. Giugno, negli ultimi 12 mesi, risulta essere il 3° mese consecutivo con un aumento di case in vendita rispetto al mese precedente. Da maggio l’offerta è aumentata dello 0,3%, ma è ancora inferiore del 4,2% rispetto a giugno 2013.

Col ritmo di vendite di giugno, i mesi di fornitura di inventario passano a 4.1, in leggero aumento rispetto al 3,8 di maggio e 3,9 di giugno 2013. Un valore di 6,0 è considerato equilibrato.

 

Mesi con basso livello di fornitura

 

San Francisco (CA) 1.3; Denver (CO) 1.5; Boston (MA) 2.0; Houston (TX) 2.2; Dallas-Ft. Worth (TX) 2.4; Seattle (WA) 2.4; San Diego (CA) 2.6.

 



Finanza e investimenti

numero di 06/08/2014
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn




Continua a sfogliare per il prossimo articolo -->

*/ ?>