Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 25/06/2014
Fare Business

Grandi cibi e alta tecnologia italiana
Eataly avvia con Tesisquare un progetto informatico per migliorare la collaborazione con tutti i fornitori

Tesisquare ha siglato un accordo con Eataly - la famiglia di punti vendita di medie e grandi dimensioni specializzati nella vendita e somministrazione di cibi italiani di qualità - per l’adozione di una soluzione informatica per la digitalizzazione del processo di qualificazione, descrizione e certificazione dei prodotti lungo tutta la catena di fornitura: dal produttore ai punti vendita Eataly.

L’obiettivo di Eataly è di garantire la qualità dei prodotti presenti nei punti vendita affinché la customer experience sia allineata al posizionamento aziendale. L’esigenza è quindi di disporre e gestire tutte le schede organolettiche dei prodotti, tenendo conto dell’elevata numerosità dei fornitori e del loro incremento continuo derivante sia dal tasso di crescita dell’azienda in Italia e all’estero sia dalla continua ricerca di nuove “eccellenze” da inserire in assortimento.

La soluzione TESI SCM, basata su una piattaforma di collaborazione web-based, permette un accesso diretto ai fornitori per l’aggiornamento dei propri dati e consente a EATALY di definire i controlli automatici che segnalano tempestivamente eventuali anomalie. Il progetto coinvolge oltre 4 mila fornitori ed è il primo step di un percorso più ampio di gestione della Supply Chain che consentirà all’azienda di dotarsi di un sistema di integrazione con tutti i fornitori e i trasportatori.

Mantenere un rapporto diretto con i nostri amici produttori è da sempre fondamentale per Eataly. Tesisquare ci ha dato un grande aiuto in questo, sviluppando una piattaforma software che costituisce sicuramente un ottimo strumento per continuare e migliorare in questo senso” - ha dichiarato Oscar Farinetti.

I fornitori di Eataly potranno ottenere benefici, anche quantificabili economicamente - ha sottolineato Giuseppe Pacotto, CEO di Tesisquare - derivanti dall’introduzione di pratiche più efficienti nei processi di collaborazione e scambio delle informazioni partendo dalla gestione delle schede tecniche dei prodotti”.

 



Fare Business

numero di 25/06/2014
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn




Sfoglia il prossimo articolo -->

*/ ?>