Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 26/03/2014
Fare Business

 

Dal franchising segnali per l’economia italiana: ecco i settori in crescita
Un sondaggio dell’Osservatorio Franchising Nord individua i comparti che hanno registrato più aperture di punti vendita e più richieste di affiliazione

Quali sono i settori dell’economia italiana potenzialmente più dinamici e capaci di intercettare la ripresa? Una indicazione proviene dal mondo del franchising, che nel 2013 ha fatto segnare un incoraggiante +0,5% del fatturato rispetto al 2012.
L’Osservatorio Franchising Nord ha svolto un sondaggio on line tra gli 800 franchisor italiani (le aziende che propongo l’affiliazione) e tra il popolo dei potenziali franchisee individuando quei comparti merceologici del franchising che hanno fatto registrare maggiori aperture di punti di vendita nel 2013 e maggiore interesse da parte dei franchisee.
Il sondaggio è stato realizzato nel febbraio 2014 dal portale leader del franchising BeTheBoss.it, che insieme a QUiCKFairs organizza la fiera Franchising Nord, a Piacenza Expo dal 24 al 25 maggio 2014 ( http://www.fieradelfranchising.it ).
Dai risultati del sondaggio emergono dati interessanti per individuare trend economici ed occupazionali. I franchisor hanno aperto punti vendita nel 2013 soprattutto in comparti merceologici come l’alimentare, i centri estetici, l’abbigliamento, cosmetica e le calzature.
I franchisee candidati (stimabili in almeno 500 mila persone, di cui 100 mila lettori registrati del portale http://www.BeTheBoss.it ) hanno cercato l’affiliazione principalmente nell’alimentare, ma anche nei servizi alla persona, negli alberghi, nella telefonia, nel comparto dei veicoli elettrici, etc.
Il sondaggio ha quindi permesso di stilare la classifica top ten delle aperture di punti vendita da parte dei franchisor e quella dei comparti più ricercati dal popolo dei franchisee. Indicativa poi la classifica top ten dei comparti più performanti, cioè con maggior tasso di crescita rispetto al 2013: i veicoli elettrici, gli alberghi, l’editoria on line e i servizi agli animali.
“Sono indicazioni preziose per il mondo della finanza e del commercio, ma anche per il nuovo governo, perché illustrano le tendenze del consumo degli italiani e quelle della piccola imprenditoria autonoma”, ha commentato Enrico Rossini, coordinatore dei workshop della fiera “Franchising Nord” e consulente in franchising di EtaBeta Consulting. “Accanto a conferme come quelle dell’alimentare e della telefonia vediamo infatti spuntare novità come l’interesse per i veicoli elettrici o l’editoria on line. In crescita i servizi alla persona, il benessere, la cosmetica ed i centri estetici, mentre segnano il passo comparti come le agenzie immobiliari o la bigiotteria. Quindi dal sondaggio emerge che la macrotendenza del consumatore è rivolgere l’attenzione al food, a tutto ciò che significa qualità della vita, internet e in generale a tutto ciò che è collegabile all’innovazione tecnologica”.

I Risultati del sondaggio

Il sondaggio tra i franchisor ha evidenziato un buon dinamismo ed una certa dose di fiducia, tanto che l’80% di essi è convinto di poter aumentare il fatturato nel 2014.
Molti di loro hanno aperto nuovi punti vendita (pdv) nel 2013, nella misura seguente: il 15% tra quelli con più di 10 pdv, il 30,8% per chi è tra i 7 e i 10 pdv, il 23,1% era tra i 4 e i 6 pdv, il 23% tra 1 e 3 pdv, mentre il 7,7% non ha aperto nessun pdv.
La classifica top ten dei comparti merceologici che hanno visto maggiori aperture di punti vendita nel 2013 vede al primo posto gli alimentari (32%), seguiti dai servizi alla persona (16%); al terzo posto pizzerie, caffetterie e fast food (11%), al quarto abbigliamento donna e uomo (7,2%). Seguono calzature, pelletterie e accessori (6,2%), cosmetica e profumi (5,6%), e oggettistica (4%).
A questi dati vanno aggiunte le affiliazioni più richieste dal popolo dei franchisee, tra cui emerge il comparto alimentari-GDO-food (31,2%), seguito da vicino da quello pizzerie, caffetterie e fast food (28%). Terzo posto per Pub e ristorazione a tema (19,3%), tallonato dai servizi alle persone (18,6%) e primo settore non alimentare.

A questo proposito è interessante notare le variazioni intercorse tra il sondaggio dell’Osservatorio Franchising Nord del febbraio 2014 e quello del febbraio 2013: 12 mesi prima erano al primo posto le pizzerie, caffetterie e fast food (29,5%), seguite da alimentari-GDO-food (21,1%), Pub e ristorazione a tema (20,1%), gelaterie-yoghurterie-chioschi (18,7%), e abbigliamento bambino (17,2%). Nel 2014 entra in classifica il settore delle auto elettriche (12,5%).
Ancor più indicativi è la classifica top ten delle affiliazioni più richieste nel sondaggio 2014 che mostrano un maggior tasso di crescita rispetto al sondaggio 2013, le auto elettriche crescono del 46%, gli alberghi del 38%, la telefonia +35%, l’editoria online +34,2%. Staccati i servizi per animali (+29,6), seguiti da servizi alla persona (+15,4%) e centri estetici (+12%).
La ricerca completa del sondaggio sui settori merceologici del franchising sarà presentata nel corso del convegno d’apertura della fiera Franchising Nord sabato 24 maggio 2014.



Fare Business

numero di 26/03/2014
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn




Sfoglia il prossimo articolo -->

*/ ?>