BusinessCommunity.it settimanale per imprenditori e manager
BusinessCommunity.it

31/05/2023

leisure

Imprenditori, dominate l'impulso dell'invidia - Libro L'invidia e la società

Il sospetto che alla radice della nobile aspirazione umana all'uguaglianza, propria del messaggio cristiano e del pensiero democratico e socialista, ci sia l'ignobile sentimento dell'invidia

L'invidia si sa è uno dei 7 vizi capitali.
Tra i più gravi, dal momento che inquina irrimediabilmente i rapporti tra i soggetti di una comunità e altera gravemente la dinamica concorrenziale.
Lo spunto per una riflessione moderna dell'invidia lo offre la nuova versione proposta dall'editore Liberilibri di "L'invidia e la società" di Helmut Schoeck.

Imprenditori, dominate l'impulso dell'invidia - LibroL'invidia e la societ

Una ristampa che sottace non solo sull'innegabile intramontabilità di questo testo ma anche la pericolosità dei tempi che stiamo vivendo.
L'invidia, sentimento inconfessabile che da sempre regola i rapporti sociali, motore più o meno occulto di accuse, sospetti e processi mediatici, ha oggi l'aggravante di annidarsi anche nei subdoli meandri digitali dei social media.
I quali, tuttavia, non sono altro che la cassa di risonanza di una tensione verso il livellamento che è dilagante nella società e nelle rivendicazioni politiche, la cui sorgente sta proprio nell'invidia e nelle sue infinite declinazioni.
L'invidia e la società è un libro che l'Autore, eminente sociologo austriaco, scrive nel lontano 1966 e che resta tuttora, nella storia delle ricerche politiche-sociologiche, il più completo e profondo studio mai realizzato in materia, pubblicato in molti Paesi del mondo.

Seguici: 

Fastidioso e delicato il tema dell'invidia, sentimento scomodo che difficilmente qualcuno confessa di provare.
Ma se in fondo fosse proprio l'ignobile invidia a ispirare quel nobilissimo ideale d'eguaglianza propugnato dalla religione cristiana, dal pensiero democratico e da quello socialista?
Sgradevole sospetto, che d'altro canto ha sempre sfiorato non solo le coscienze delle persone comuni, ma anche le menti degli studiosi di etica, sociologia e filosofia politica, imprenditori e manager.

L'invidia, nella sua analisi, si rivela addirittura un problema centrale dell'esistenza, l'elemento imprescindibile di ogni convivenza sociale e costituisce una categoria antropologica fondamentale: è un processo psicologico che presuppone necessariamente un dato sociologico, ovvero la presenza di due o più individui.
L'invidia è ridicola ma è universale, è connaturata nell'uomo e lo può portare a essere distruttore.
Insomma, nel suo celebre scritto l'Autore la deride e tuttavia la riconosce come un vizio insito nella natura umana, sebbene venga considerata una vergogna, venga nascosta e negata.
Non c'è peccato, codice etico che possa riguardare le tendenze connaturate negli esseri viventi (gli animali non sono meno ispirati dall'invidia di quanto siano gli esseri umani).
Sorge quindi una domanda: l'invidia e il suo universo valoriale possono e debbono essere studiate e decodificate anche all'interno della struttura organizzativa?

Le imprese possono governare o stimolare il concetto di invidia?
Domande interessanti, la discussione è aperta.

Titolo: L'invidia e la società
Autore: Helmut Schoeck
Editore: Liberilibri
Pagine: 378

Federico Unnia
Aures Strategie e politiche di comunicazione


la copertina di BusinessCommunity.it


Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - intelligenza artificiale - AI - IA - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2023 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it