BusinessCommunity.it settimanale per imprenditori e manager
BusinessCommunity.it

07/09/2022

fare

Italia al 25mo posto tra i Paesi europei per aprire una nuova impresa

Secondo uno studio di Blacktower i Paesi dell'est si collocano ai primi posti. Per l'Italia pesano una tassa sulle società al 24% e un costo della vita elevato.
Ultime in classifica Germania e Svizzera


Investire in una nuova attività può essere difficile nel migliore dei casi, ma può essere ancora più complicato quando si desidera iniziare nuove iniziative imprenditoriali all'estero.
Tuttavia, con le ricerche su Google per "Come avviare una nuova attività" in aumento del 200% nell'ultimo anno, è chiaro che l'entrepreneurship attira.
Per creare una lista dei migliori Paesi europei per nuove attività, Blacktower Financial Management Group ha classificato 31 Paesi in tutta Europa.

Italia al 25mo posto tra i Paesi europei per aprire una nuova impresa

I fattori presi in considerazione sono stati: la percentuale della popolazione con titoli universitari, stipendio netto medio, aliquota dell'imposta sulle società, costo della vita e costo dell'affitto di un ufficio per metro quadrato.
Lo studio ha analizzato e assegnato un valore di 1-5 per ogni fattore, che è stato a sua volta valutato in modo diverso.
Per esempio, una bassa imposta sulle società e una percentuale di grado più elevata nella popolazione avrebbero entrambi ottenuto punteggi più alti.
I Paesi sono stati quindi classificati in base a quale aveva il punteggio più alto complessivo.

L'Europa dell'Est in testa, mentre l'Italia solo 25esima

Un posto in cui le nuove imprese possono prosperare è in quelle nazioni le cui economie stanno crescendo rapidamente per iniziare a competere con quelle di altri Paesi più affermati.

Italia al 25mo posto tra i Paesi europei per aprire una nuova impresa

È interessante notare che la maggior parte dei Paesi migliori si trovava nell'Europa dell'Est.
In cima alla classifica per i Paesi promettenti per i nuovi imprenditori c'è la Lituania.
Con un'aliquota dell'imposta sulle società di appena il 15% e bassi costi di affitto degli uffici, stabilire e realizzare un profitto con una nuova attività potrebbe essere più semplice del previsto.
Poi, troviamo Cipro e Bulgaria.
Cipro ha un'aliquota d'imposta sulle società ancora più bassa, solo il 12,5%, ma il costo della vita più elevato colloca questo stato appena al di sotto della Lituania.

Seguici: 

La Bulgaria, d'altra parte, si trova al terzo posto a causa della sua bassa percentuale di persone con titolo di studio.
Tuttavia, tutti e tre i Paesi potrebbero creare nuove opportunità di investimento per le imprese.
E l'Italia? Si classifica soltanto al 25esimo posto, per colpa di una tassa sulle società al 24% e un costo della vita non tra i più bassi.
Insomma, tutti i fattori analizzati portano lo stivale in fondo alla lista, purtroppo!
Paesi che offrono i costi di affitto e l'imposta sulle società più bassi
Oltre a Cipro e Ungheria, alcuni dei paesi con i costi di affitto più bassi includono Malta, Slovacchia e Paesi Bassi.
Pagare costi inferiori per un buono spazio è sempre utile per una nuova attività, consentendo di investire risorse altrove.
E per risparmiare fondi sull'imposta sulle società, allora Irlanda, Svizzera e Repubblica Ceca sono buone opzioni al di fuori della top ten.


la copertina di BusinessCommunity.it


Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2022 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it