BusinessCommunity.it settimanale per imprenditori e manager
BusinessCommunity.it

24/11/2021

leisure

Manager, date sfogo al lateral thinking

La creatività si rivela una caratteristica allenabile, un potenziale a disposizione di tutti, che grazie all'esercizio può permettere di mutare percezioni e concetti

L'espressione lateral thinking per i non addetti ai lavori (mi inserisco di diritto in questo gruppo) porta alla memoria Crozza nella sua esilarante imitazione di Briatore.
Eppure il concetto non è banale e deve essere preso in attenta considerazione anche all'interno delle organizzazioni aziendali.
Ce lo dice Filippo Losito nel suo ultimo scritto "Humor e pensiero laterale.
I processi mentali che stimolano la creatività
", edito da Egea.

Manager, date sfogo al lateral thinking

Da dove arrivano le grandi idee? È forse possibile allenare la creatività per produrre soluzioni inaspettate? E che cosa c'entra tutto questo con lo humor?
Umorismo e processi creativi sono movimenti analoghi di un'unica forma di pensiero: quel pensiero laterale che ha a che fare con il "pensare al pensare", un'attitudine della mente che può essere insegnata e diventare oggetto di training al pari della matematica o della musica.
La creatività, da dote innata e tratto di pochi geni, si rivela un potenziale di cui tutti disponiamo, in grado di mutare percezioni e concetti.
Se tuttavia numerosi studi si sono occupati dei processi sottesi all'esperienza umoristica e allo slittamento cognitivo che la attiva, e una solida letteratura è dedicata alla mente creativa, più rara è la ricerca di un ponte tra queste due attività tipicamente umane.

Seguici: 

In questo libro, Losito si muove con fluidità fra teorie dell'umorismo ed elementi di bio-socialità, riflessioni filosofiche e riferimenti letterari, tecniche di storytelling e metodi alternativi per elaborare soluzioni non convenzionali, individuando nell'umorismo un atto espansivo della mente e la forma più pura di pensiero laterale.
Scrivere il paragrafo di un grande romanzo, risolvere un enigma di sudoku, capire la battuta di un comico, ideare una campagna pubblicitaria diventano gesti che hanno una radice comune: sorprendere le abitudini e i modelli abituali di pensiero e comunicazione.

Tra folgorazioni e lampi di genio, il risultato è una lettura ricca di aneddoti, esempi ed esercizi che, capitolo dopo capitolo, sfidano ciascuno di noi a giocare con le idee e con le parole.
Ho iniziato a intendere la scrittura umoristica e i processi creativi come movimenti analoghi di un'unica forma di pensiero: pensare laterale.
Esistono vari studi sui processi sottesi all'esperienza umoristica, allo slittamento cognitivo che vi è alla base ed esiste una solida letteratura sulla mente creativa.
Il testo di Losito si pone l'obiettivo di individuare i punti di convergenza e di tracciare un ponte tra essi, partendo proprio dall'assunto che lo humor, al pari del pensiero laterale "nasce nel momento in cui l'interpretazione normale di una cosa viene scossa dall'improvviso presentarsi alla coscienza di un'interpretazione diversa".

Lo humor come l'intuizione genera un modo alternativo di elaborare l'informazione disponibile.
Come spiega l'autore, "l'atto di ridere è un fenomeno fisico che comporta un coinvolgimento esteso del nostro corpo, i nostri sensi, le nostre emozioni, la nostra idea di morale, il nostro senso del pudore.
È un atto riflesso in cui si contraggono quindici muscoli facciali accompagnati da rumori irrefrenabili.
Perdiamo il controllo, ci teniamo la pancia, gli occhi lacrimano, inaliamo ed espelliamo aria con maggiore frequenza e intensità rispetto al normale.
Durante la risata si espira molta più aria rispetto alle normali fasi della respirazione - inspirazione, pausa, espirazione, pausa - e attraverso inalazioni veloci i polmoni si riempiono e si sgonfiano rapidamente, incrementando la quantità di aria inspirata ed espirata, garantendo un maggiore apporto di ossigeno alla circolazione sanguigna.

la copertina di BusinessCommunity.it

Lo humor è la sola attività intellettuale a generare uno stimolo così complesso.
Ridere è un'attività universale per tutto il genere umano, un codice diffuso, secondo norme proprie, in ogni cultura, con un suono comune che si manifesta in modo spontaneo
".
Tutto chiaro, tutto giusto, direbbe Crozza: ma chi ha il coraggio di ridere in faccia al proprio capo? Questo meriterebbe un altro libro!
Titolo: Humor e pensiero laterale.
I processi mentali che stimolano la creatività

Autore: Filippo Losito
Editore: Egea
Pagine: 160

@federicounnia - Consulente in comunicazione
@Aures Strategie e politiche di comunicazione

@Aures Facebook



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2022 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it