28/04/2021

editoriale

Le riaperture (in sicurezza) sono il più efficace dei ristori

Apro anch'io? No, tu no. Ma perché? Perche no! Parafrasando la nota canzone di Jannacci si spiega bene quello che sta accadendo in Italia, con un piano di aperture che lascia interdetti. Molti dei provvedimenti su questo tema presi dal Governo Draghi fanno sorgere il sospetto che non seguano logiche proprio scientifiche, e che tenere la gente chiusa in casa e non far ripartire le attività non rispondano esattamente ad uno scopo di tutela della salute pubblica. Più passa il tempo - nonostante le vaccinazioni che non bloccano i contagi - e più sorgono domande se si stia facendo la cosa giusta.  Philippe Lemoine sul Wall Street Journal sostiene che i lockdown hanno avuto modesti effetti sul contenimento dell'epidemia ed enormi e disastrosi effetti sull'economia e sulla vita delle persone. "Nessun governo ha ancora prodotto un'analisi costi-benefici per giustificare i provvedimenti restrittivi, perché sanno quale risultato mostrerebbe". Senza contare che lo stesso giornale in un altro articolo ha scritto che il "lockdown è una battaglia ideologica i cui eccessi pagheremo per generazioni", riferendosi ai danni relativi alle attività produttive chiuse, all'accumularsi di altre patologie non curate ed alla sostanziale chiusura di tutte le attività scolastiche.

Seguici: 

Quindi che cosa si potrebbe fare? A confortarci c'è la vicenda spagnola che dovrebbe far riflettere. Qui, per direttiva di Isabel Diaz Ayuso, Presidente della Comunità autonoma di Madrid, alberghi, ristoranti ed altre attività ricreative e culturali non hanno subito alcuna restrizione, se non il coprifuoco alle 23. Ovviamente mantenendo in piedi rigide misure in merito allo spostamento al di fuori della Comunità. Le foto di come la capitale (ma anche le isole Baleari) stia vivendo questo momento sono visibili a tutti in rete. Sempre in Spagna, da agosto scorso, sono aperti tra le attività ricreative, musei e teatri. Una scelta analoga a quella per le piste di sci nei comprensori svizzeri, francesi e austriaci. I numeri dei contagi madrileni sono in gran parte sovrapponibili a quelli di altre regioni, dove è in vigore un lockdown simile al nostro. Ayuso con tutta evidenza è riuscita a conciliare un equilibrio tra economia e salute, con cittadini più felici e attività che non devono preoccuparsi del loro futuro, con conseguente calo della disoccupazione. Senza arrivare alla strategia svedese di misure poco più che cosmetiche, diamo ragione agli uomini di scienza che ci dicono che il COVID-19 rimarrà con noi ancora a lungo, ma consentiamo alle attività di riprendere, visto che si va verso la bella stagione e i vaccinati sono sempre di più.

Seguici: 

Le riaperture (in sicurezza) sono il più efficace dei ristori.



Claudio Gandolfo


BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo

Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie
Sommario di questo numero