BusinessCommunity.it settimanale per imprenditori e manager
BusinessCommunity.it

20/09/2017

fare

Il business della bellezza e del benessere in Italia sfida la crisi

 

Secondo Unioncamere-Infocamere +6mila imprese in cinque anni. In provincia la crescita più forte: a Pisa, Frosinone e Cagliari +10%


Evidentemente il comparto è attraente per gli imprenditori e sufficientemente "solido" da reggere la crisi.
Parliamo di bellezza e benessere, le cui imprese di settore crescono del 4% negli ultimi cinque anni, grazie soprattutto all'aumento consistente di palestre e centri benessere (quasi il 12% in più in entrambi i casi), istituti di bellezza (+15%) e servizi di manicure e pedicure, passati da 1.206 a 1.747 (+46%).
A mostrarlo è l'elaborazione di Unioncamere-Infocamere, a partire dai dati del Registro delle imprese al 30 giugno scorso, confrontati con lo stesso periodo del 2012.

Il business della bellezza e del benessere in Italia sfida la crisi

Se la passione per il fitness, l'attenzione all'immagine o la ricercatezza di una "nail art" di tendenza sono alla base della crescita del settore della cura della persona nel periodo, il vero "zoccolo duro" del comparto, che conta a fine giugno oltre 153mila imprese, è rappresentato dai saloni di barbiere e di parrucchiere, ambito nel quale operano 104mila imprese, pari al 68% del totale.
La Lombardia è la regione in cui le imprese che si occupano della cura della persona sono più diffuse: 26mila le attività registrate, con incrementi di tutto rilievo sia tra le palestre, sia tra i servizi di manicure e pedicure.
Seguono a distanza Lazio (quasi 15mila) e Veneto (oltre 13mila).
In termini di variazione percentuale nei cinque anni considerati, però, al primo posto si incontra il Lazio (+9,7%), seguito dalla Sardegna (+7,6%), dal Friuli Venezia-Giulia e dalla Calabria (+5,9% entrambi), quindi dalla Toscana (+5,8%).

Seguici: 

A livello provinciale, il primato in termini di numerosità delle imprese del settore va a Roma, dove l'industria della bellezza conta quasi 11mila attività, seguita da Milano (oltre 8mila) e Napoli (più di 6mila).
Le tre province sono ai vertici della classifica anche in termini di aumento delle attività appartenenti a questo comparto tra il 2012 e il 2017: +977 a Roma, grazie soprattutto alla diffusione dei saloni di barbiere e parrucchiere (+824); +583 a Milano e +193 a Napoli, in virtù, in particolare, dell'aumento degli istituti di bellezza (rispettivamente +342 e +151).

Anche nelle realtà provinciali più piccole, però, i cittadini possono oggi contare su una rete crescente di attività specializzate nel wellness.
I pisani hanno a disposizione, ad esempio, quasi l'11% di imprese in più rispetto a giugno 2012, i frusinati il 10,3% e i cagliaritani il 10%.
Aumenti prossimi al 10% interessano, oltre alla provincia della Capitale, anche quelle di Pordenone, Latina, Sassari, Benevento.
 



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


ARGOMENTI: marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

> Vai al sommario < - > Guarda tutti gli arretrati < - > Leggi le ultime news <

Copyright © 2009-2021 BusinessCommunity.it.
Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154
Politica della Privacy e cookie

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Copertina BusinessCommunity.it