Quantcast

Pil: nel secondo semestre +1.0%. Eurozona +0,7%
Pil: nel secondo semestre +1.0%. Eurozona +0,7%


Nel secondo trimestre dell’anno l’economia italiana fa registrare una crescita dell’1% in termini congiunturali e del 4,6% in termini tendenziali. La fase espansiva del Pil prosegue pertanto per il sesto trimestre consecutivo, in accelerazione rispetto al primo trimestre dell’anno, quando la crescita era risultata lievemente positiva. La crescita acquisita per il 2022 è pari al 3,4%.
Questa stima riflette dal lato della produzione un calo dell’agricoltura e una crescita sia nell’industria sia nei servizi. Un contributo positivo alla crescita è derivato dalla componente nazionale, mentre la componente estera netta ha generato un apporto negativo.
L’Italia fa comunque meglio dell’eurozona. Nel secondo trimestre 2022 il PIL destagionalizzato è aumentato dello 0,7% nell'eurozona e dello 0,6% nell'UE, rispetto al trimestre precedente, secondo una stima flash preliminare pubblicata da Eurostat. Nel primo trimestre del 2022 il PIL era cresciuto dello 0,5% nell'area dell'euro e dello 0,6% nell'UE. La Germania ha fatto registrare un dato invariato mentre la Francia ha visto una crescita dello 0,5%. Ma torniamo ai dati italiani.
Secondo quanto comunicato dall’Istat, nel secondo trimestre del 2022 si stima che il prodotto interno lordo (Pil), corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, sia aumentato dell’1% rispetto al trimestre precedente e del 4,6% in termini tendenziali. In pratica, siamo tornati, dopo 2 anni e mezzo, al PIL trimestrale del IV trim. 2019, era pre-covid.



spread BTP-BUND-10
copertina magazine Business Community di questa settimana
Sfoglia il MAGAZINE (gratis)

Le nostre partnership

BusinessCommunity.it


Il secondo trimestre del 2022 ha avuto una giornata lavorativa in meno sia rispetto al trimestre precedente, sia rispetto al secondo trimestre del 2021.
La variazione congiunturale è la sintesi di una diminuzione del valore aggiunto nel comparto dell’agricoltura, silvicoltura e pesca e di un aumento sia in quello dell’industria, sia in quello dei servizi. Dal lato della domanda, vi è un contributo positivo della componente nazionale (al lordo delle scorte) e un apporto negativo della componente estera netta.
La variazione acquisita per il 2022 è pari a 3,4%.

Pil: nel secondo semestre +1.0%. Eurozona +0,7%
Clicca per ingrandire l'immagine

BusinessCommunity.it

BusinessCommunity.it

BusinessCommunity.it


marketing - retail - ecommerce - digital transformation - pmi - high yield - bitcoin - bond - startup - pagamenti - formazione - internazionalizzazione - hr - m&a - smartworking - security - immobiliare - obbligazioni - commodity - petrolio - brexit - manifatturiero - sport business - sponsor - lavoro - dipendenti - benefit - innovazione - b-corp - supply chain - export - - punto e a capo -

Iscriviti alla nostra newsletter e resta in contatto con Business Community