Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di Luglio_2013
Finanza e investimenti

Investitori ancora fiduciosi sulla crescita globale nonostante i dubbi sulla Cina
Harnett (BofA Merrill Lynch): Con i segnali di acquisto nelle ultime settimane, la Grande Rotazione è in atto. La nostra visione positiva sulle azioni sarebbe rafforzata se la perdita della fiducia nella crescita della Cina risultasse essere esagerata

Gli investitori globali rimangono fiduciosi nelle prospettive della crescita economica, nonostante le loro aspettative di crescita siano nettamente diminuite sulla Cina. Questo è quanto emerge dalla BofA Merrill Lynch Fund Manager Survey di luglio. Il 52% degli intervistati si aspetta che l'economia globale si rafforzi il prossimo anno, un dato vicino alla lettura del mese scorso e quattro punti percentuali in più rispetto al maggio.
La fiducia verso la Cina ha continuato a peggiorare. il 65% degli intevistati regionali ora vedono un indebolimento dell'economia del Paese nel prossimo anno, a fronte di una maggioranza simile che aveva anticipato un Pil più forte nel dicembre 2012. L’atterraggio duro della Cina si distingue come un importante rischio di coda, identificato dal 56% dei manager di fondi che lo classifica al primo posto, rispetto a un terzo degli intervistati di un mese fa.
La convinzione degli investitori che le economie sviluppate - gli Stati Uniti e il Giappone, in particolare, - riusciranno ancora a raggiungere la crescita, si riflette nel loro crescente appetito per i titoli azionari. La maggioranza degli asset allocator sono ora in sovrappeso sull’azionario, salendo di nove punti in due mesi, al 52%. La fiducia negli Stati Uniti è evidente, visto che l’83% favorisce il dollaro rispetto alle altre valute, la lettura più alta mai registrata dall'indagine.
Le posizioni verso le obbligazioni sono sempre più negative. Il 55% dei gestori di fondi sono ora sottopeso sui titoli a reddito fisso. Hanno anche accresciuto la loro liquidità al 4,6%. Questo è il livello più alto in un anno e rappresenta un segnale di acquisto controcorrente per i titoli azionari.
"Con il supporto di una serie di segnali di acquisto nelle ultime settimane, la Grande Rotazione è in pieno svolgimento. La nostra visione positiva sulle azioni sarebbe ulteriormente rafforzata se la perdita della fiducia nella crescita della Cina risultasse essere esagerata", ha dichiarato Michael Hartnett, chief investment strategist di BofA Merrill Lynch Global Research.

Mercati emergenti globali: il sentiment si inasprisce
Il cambiamento nel sentiment verso la Cina si mostra attraverso l’atteggiamento degli investitori con una più ampia presa di posizione sui mercati emergenti globali (GEM). Il 44% del panel ora vede i Paesi GEM offrire prospettive peggiori per gli utili societari rispetto a qualsiasi regione, il livello più negativo finora registrato dalla survey, a seguito di una riduzione del 18% dal mese scorso. Essi sono ugualmente non impressionati dalla qualità degli utili della regione. Le valutazioni sui GEM non sembrano essere ancora diminuite in misura sufficiente per riflettere questi punti di vista. Infatti, gli investitori vedono le azioni della zona euro come più convenienti. Il 18% dei gestori di fondi sono ora sottopeso in azioni dei GEM, scendendo da una posizione sovrappeso di appena due mesi fa, il livello più basso registrato nel sondaggio dal 2001. Un inedito 26% si aspetta di essere sottopeso in azioni dei GEM su una base di 12 mesi. Tuttavia, la Russia sta attirando un crescente interesse. Il 50% dei gestori di fondi specializzati in GEM sono ormai sovrappeso titoli azionari del Paese, 12 punti in più rispetto al mese scorso.

Positivi sul Giappone
Il Giappone si distingue come uno dei temi più positivi del sondaggio. La valutazione degli investitori sul rischio del fallimento della politica reflazionistica delle "Abenomics" è calata bruscamente questo mese. La loro opinione che il Paese offra le prospettive migliori per i profitti aziendali di ogni regione, si è rafforzata ulteriormente. Tutti i gestori di fondi regionali intervistati si aspettano che le aziende raggiungano una crescita degli utili in doppia cifra nel corso dell'anno prossimo.

In questo contesto, l'appetito per i titoli azionari giapponesi è aumentato notevolmente. Il 27% in sovrappeso di luglio è aumentato di 10 punti dal mese scorso, l'aumento più grande di qualsiasi mercato importante. La presa di posizione degli investitori sul mercato è ormai quasi più positiva rispetto ai titoli azionari statunitensi (quattro punti in più questo mese, per un 29% in sovrappeso).

Inflazione in primo piano
Con la crescita in prospettiva, l'inflazione è sempre più nelle menti degli investitori. Il 38% del panel ora si aspetta che l'inflazione di fondo globale cresca nel corso dell’anno, con un aumento di sette punti percentuali rispetto al mese scorso. Ciò si riflette in qualche “short-covering” sulle materie prime, una classe particolarmente sensibile all'inflazione (anche se anche molto esposta alla domanda dalla Cina). Il 26% dei membri del panel sono ora sottopeso nelle commodity, quasi sei punti percentuali in più rispetto a giugno.



Finanza e investimenti

numero di Luglio_2013
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn




Sfoglia il prossimo articolo -->

*/ ?>