BusinessCommunity.it

28/10/2020

fare

La figura del CFO è diventata chiave per la resilienza e il futuro delle imprese

 

Per comprendere l'evoluzione di questa figura sempre più essenziale e i nuovi strumenti a sua disposizione, Oracle ha organizzato una tavola rotonda il 5 novembre 

Possono le aziende, in un periodo come questo, non disporre di una pianificazione predittiva? Si può oggi non essere preoccupati del ciclo attivo e passivo? Come è possibile che le imprese non abbiano un occhio più che attento sui flussi finanziari? A queste domande cercherà di fornire delle risposte la tavola rotonda dal titolo "Il CFO resiliente: nuove strategie per la ripresa, l'innovazione e la crescita", organizzata da Oracle il 5 novembre alle 11.30.

La figura del CFO  diventata chiave per la resilienza e il futuro delle imprese

Durante questo periodo pandemico le aziende sono state messe a dura prova. Ogni elemento di business ha avuto le sue criticità e ha vissuto situazioni complesse a vario livello.
In periodo pre-covid le "operation" avevano il pieno controllo delle attività e il responsabile finanziario o CFO doveva essenzialmente stabilire i budget ed effettuare i controlli di rito che le procedure richiedevano. A ben vedere questa figura professionale richiedeva da tempo un suo riconoscimento: da responsabile finanziario a stratega e agente del cambiamento, visti i molteplici ambiti in cui era sempre più coinvolta.
Anche a causa della pandemia, lo scenario è ora cambiato all'interno delle aziende, ma soprattutto è difficile prevedere gli scenari futuri. In questo contesto, il ruolo dei CFO è diventato assolutamente centrale perché ricopre il ruolo strategico di conoscere gli aspetti finanziari di ogni singola attività e vede aumentare la propria influenza. Esiste per i CFO l'opportunità di guidare il cambiamento a livello di intera organizzazione, non solo nella funzione finanziaria.

Seguici: 

In pratica, passata la prima fase in cui si guardava espressamente alla cassa per far fronte alla salvaguardia dell'azienda, la cosiddetta "Business Continuity", ora il compito del CFO si è evoluto in una vera e propria orchestrazione delle attività, mantenendo gli obiettivi di business. Si potrebbe persino definire un driver di innovazione.
In pratica, il CFO è diventato colui che "unisce i puntini" tra le varie attività dell'azienda e probabilmente l'unico che può avere una visione d'insieme della stessa. I CdA, ma sempre più spesso anche gli azionisti, si rivolgono al CFO per capire l'evoluzione dell'azienda, non solo a livello di rendita, ma soprattutto per comprendere l'impatto di determinate scelte.
Per fornire risposte, è necessaria una pianificazione degli scenari molto puntuale, con un approccio che permetta di visualizzare più simulazioni in chiave "what-if" e quindi definire una pianificazione strategica che possa integrare il forecast del flusso di cassa e il forecast aziendale, in modo che le organizzazioni possano bilanciare le esigenze a breve termine con le priorità a lungo termine.

Ma mai come in questa fase, riuscire a creare degli scenari è diventato complicato, perché le situazioni cambiano repentinamente e non è così facile prevedere cosa riserva il futuro per ogni singolo comparto aziendale o di mercato.
Per i CFO la previsione è sempre stata all'ordine del giorno, ovviamente, ma se una volta poteva essere sufficiente un foglio di Excel per stressare le varie parti dell'organizzazione, oggi è necessario poter scendere nei minimi dettagli in maniera analitica.
Oggi Oracle ha apportato importanti aggiornamenti nelle sue suite applicative ERP ed EPM Cloud: Oracle Fusion Cloud Enterprise Resource Planning (ERP) e Oracle Fusion Cloud Enterprise Performance Management (EPM). Questi importanti aggiornamenti sfruttano tecnologie tra cui l'Intelligenza Artificiale (AI), gli assistenti digitali e gli analytics per migliorare la produttività, ridurre i costi e migliorare il livello di controllo del business. Si tratta di fattori sempre più cruciali sia in modalità predittiva, sia in quella gestionale. Non c'è business o impresa che possa prescindere da essi. E se è vero che "i dati sono il nuovo petrolio", ogni CFO dovrà sfruttarli al meglio per estrarne il maggior valore possibile.

Alla tavola rotonda del 5 novembre parteciperanno Alessandro Evangelisti, Mid-Market Director di Oracle ERPM Cloud, Marco Frecchio, Chief Purchasing & Supply Chain Officer, UFI Filters Group, e Tony Dalla Costa CFO di 3zero2TV, EuroMedia Group, che porteranno le loro esperienze dirette.
Sarà un'occasione unica per capire quali sono le opportunità che le aziende hanno a disposizione per muoversi all'interno degli scenari in questo periodo di incertezza, ma anche per impostare o modificare una strategia per il futuro in un mondo del business che sarà comunque cambiato.



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


Copyright © 2009-2020 BusinessCommunity.it. Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Sommario di questo numero
Copertina BusinessCommunity.it