BusinessCommunity.it

03/06/2020

cover
Gallavotti (Gruppo Celli): il futuro vedrà consumi più domestici e digitali

Attraverso le tecnologie digitali vogliamo coinvolgere le persone in un nuovo modo di consumare bevande, più ingaggiante e sostenibile

Nel mondo del beverage dispensing anche il made in Italy si distingue. Parole d?ordine innovazione, sostenibilità e grande attenzione ai consumatori. E questo premia soprattutto in termini di export. Ne abbiamo parlato con Mauro Gallavotti, CEO del Gruppo Celli.
In Italia il lockdown sta mettendo in crisi molte aziende. Come la state vivendo?
Abbiamo chiuso il 2019 con un fatturato pro-forma di 130,1 milioni di Euro, pari a una crescita di circa il 20% rispetto al 2018. Anche il 2020 era iniziato con risultati molto positivi e al 23 febbraio, data dell'inizio della pandemia in Italia, avevamo un portafoglio ordini in crescita di quasi 50%.

Gallavotti (Gruppo Celli): il futuro vedr consumi pi domestici e digitali

Da subito abbiamo costituito un comitato di crisi che ha lavorato su tre aree:
1) garantire da subito la sicurezza delle nostre persone, sia negli uffici che in fabbrica;
2) mitigare la discontinuità del business;
3) pensare agli impatti di lungo termine, rivedendo le strategie e progettando la ripartenza
.
Sul primo punto mi fa piacere evidenziare che siamo stati fra le prime aziende in Italia a fare accordi con i sindacati e a recepire il rischio COVID all'interno dei DVR di tutte le aziende del Gruppo.
Per quanto riguarda la continuità del business, come tutti, abbiamo navigato fra codici ATECO, filiere strategiche, comunicazioni alla prefettura e controllo della supply chain.
Per il futuro abbiamo rivisto le nostre priorità strategiche in termini di geografie, canali e categorie prodotto e abbiamo accelerato i progetti di innovazione che ci sembravano più adatti alla nuova normalità. Ci tengo a sottolineare che in piena crisi abbiamo anche completato un'acquisizione in Inghilterra, paese nel quale siamo presenti dal 2015.

Seguici: 

Il gruppo ha una lunga storia nel beverage dispensing. A che punto siete nel vostro sviluppo, quali linee di prodotto avete? E quanto conta l'export?
La visione e la strategia del Gruppo Celli è focalizzata sulla superiorità dell'erogazione di bevande come modalità di consumo alternativa alla bottiglia. Attraverso le tecnologie digitali vogliamo coinvolgere il consumatore in un nuovo modo di consumare bevande, più ingaggiante e sostenibile. Questa visione non è intaccata dalla crisi Coronavirus, semplicemente dobbiamo intercettare i consumatori in luoghi e modalità diverse da prima.
I comportamenti di consumo saranno segnati da due parole chiave: domestico e digitale. Torneremo alla vita di prima, ma nelle nostre quotidianità rimarranno una riscoperta della dimensione domestica e una pervasività del mondo digitale.

Noi siamo pronti a questi cambiamenti, nella totalità della nostra offerta che va dal mondo della spillatura della birra e dei soft drinks, a quello dell'erogazione dell'acqua, ai servizi di assistenza tecnica e gestione delle basi installate. Tutto questo con una forte visione globale: abbiamo il 70% del fatturato proveniente dall'estero, dove siamo operativi in più di 100 Paesi. Abbiamo sei stabilimenti, di cui 3 in Italia e 3 nel Regno Unito. Abbiamo un team di ricerca e sviluppo che conta più di 60 persone ed è reputato il più forte del settore.
Qual è la vostra strategia di internazionalizzazione?
L'espansione internazionale è da sempre parte del DNA del Gruppo, fin dal 2005 quando è stata creata la prima filiale in Asia. Negli ultimi anni abbiamo effettuato ben 5 acquisizioni nel Regno Unito, oltre alle due effettuate in Italia. Abbiamo aperto diverse filiali nel mondo. Ci reputiamo un'azienda globale e questo viene premiato da tutte le aziende multinazionali del mondo beverage che affidano a noi i loro progetti più innovativi e strategici.

In questo periodo difficile annunciate tre nuove aperture di filiali. Ce ne può parlare?
Con l'apertura di tre nuove filiali in Germania, Usa e Brasile, il Gruppo Celli prosegue il percorso di consolidamento a livello internazionale.
La nuova filiale europea, a Dusseldorf, che prevede l'apertura di uffici e magazzino logistico, si inserisce in un mercato strategico in cui l'azienda è presente da tempo in tutte le categorie di prodotto (birra, soft-drinks e acqua), e dove Celli ha già attiva una rete di professionisti commerciali di alto livello. Celli Deutschland porterà ulteriore valore aggiunto al business del Gruppo, in particolare permettendo di offrire una nuova gamma di prodotti specificamente studiata per il mercato tedesco, di sviluppare il brand Acqua Alma nel mondo dell'erogazione dell'acqua e di implementare gli innovativi servizi di assistenza tecnica del Gruppo.

L'apertura di Celli North America, nello Stato di New York, supporterà invece l'accelerazione della crescita nel primo mercato beverage al mondo, che vede Celli al fianco delle più importanti multinazionali del settore come partner strategico su progetti di innovazione tecnologica. Grazie al piano di espansione commerciale, logistico e produttivo, nonché dei servizi di assistenza tecnica, il mercato americano potrà beneficiare dell'elevato livello di innovazione delle soluzioni dedicate al dispensing di bevande del Gruppo basato su sistemi IOT e data analytics, che lavorano su algoritmi proprietari già sviluppati e consolidati in vari Paesi del mondo.
La terza filiale, Celli Latam, è stata aperta a San Paolo in America Latina, mercato in cui Celli è già leader. Questa apertura in Brasile darà al Gruppo la possibilità di essere più vicino ai propri clienti, garantendo un supporto alla crescita strutturato, e verrà gestita dal personale commerciale Celli già presente in Sud America, che potrà contare su una consolidata rete di distributori.

Cosa significano per voi tecnologia e innovazione?

Celli ha sempre avuto un approccio fortemente orientato all'innovazione. Se vogliamo affermarci come una alternativa superiore al consumo di bevande in bottiglia, non possiamo fare altro che offrire esperienze nuove, sorprendenti e di valore. Queste derivano da un ampio utilizzo di tecnologie digitali. Abbiamo sviluppato la piattaforma cloud più robusta del settore e possiamo offrire oggi al consumatore e ai nostri clienti esperienze e servizi davvero innovativi. Oltre a questo, la ricerca di materiali sostenibili, i progetti di circular economy e l'innovazione dei modelli di business e commerciali devono far parte delle strategie di un'azienda leader.



Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo con gli amici e colleghi


Copyright © 2009-2020 BusinessCommunity.it. Tutti i Diritti Riservati. P.I 10498360154

BusinessCommunity.it - Supplemento a G.C. e t. - Reg. Trib. Milano n. 431 del 19/7/97
Dir. Responsabile Gigi Beltrame - Dir. Editoriale Claudio Gandolfo


Sommario di questo numero
Copertina BusinessCommunity.it