Usa il mouse, frecce o sfoglia se touch
   numero di 15/01/2020
Sport Business

Chelsea: essere tra le élite europee fa crescere le entrate commerciali
La squadra ha raggiunto uno status per cui il punto minimo di ingresso per un accordo "Global Partner" con le attività di esposizione del marchio tende a essere almeno intorno ai 2 milioni di sterline

Ormai lo scudetto è lontano, ma per il Chelsea le buone notizie arrivano dal bilancio. Il club della Premier League ha infatti registrato un aumento delle entrate commerciali dell'8,5% per la stagione 2018-19, compensando i cali delle entrate da broadcasting e media.
I risultati finanziari annuali del Chelsea FC, per l'esercizio chiuso al 30 giugno 2019, hanno mostrato un aumento dei ricavi commerciali di 14,5 milioni di sterline (17 milioni di euro) passando a 184,4 milioni, contro i 169,9 milioni dell'anno precedente. I ricavi delle trasmissioni radiotelevisive e dei matchday sono diminuiti rispettivamente di 3,9 milioni di sterline e 7,3 milioni.
Questi fattori sono stati legati principalmente alla partecipazione del club all'Europa League, che ha portato meno introiti rispetto alla Champions League della stagione precedente.
I ricavi commerciali sono cresciuti in seguito alla firma di diverse sponsorizzazioni nel corso dei 12 mesi, inclusi accordi con Hyundai, Vitality Health, MSC Crociere, Unilever, Beats by Dre e Millennium & Copthorne Hotels. La spinta alla sponsorizzazione è stata integrata da un aumento dei ricavi delle vendite di merchandising online.
Il solo accordo Hyundai ha contribuito per circa 5 milioni di sterline al totale. Il produttore automobilistico coreano ha un contratto di quattro anni, dal 2018-19 al 2021-22, che include i diritti del logo sulle maniche della maglietta delle squadre maschili e femminili.
Secondo gli analisti del settore, i valori di sponsorizzazione del Chelsea hanno resistito bene nelle ultime stagioni a causa dello status di vincitore del titolo del club negli ultimi 15 anni.
Daniel Haddad, responsabile della strategia commerciale presso l'agenzia Octagon, ha dichiarato che il Chelsea fa parte di un gruppo a fianco di Liverpool, Manchester City e Arsenal, dove il punto minimo di ingresso per un accordo "Global Partner" con le attività di esposizione del marchio tende a essere intorno ai 2 milioni di sterline.
Questo, ha precisato, è una funzione dell'assioma commerciale del calcio che determina sia il valore sia la velocità della crescita commerciale. Secondo Haddad, "gli occhi seguono il talento, il talento segue il denaro, il denaro segue gli occhi.
Questa onnipresente regola spiega perché la crescita di Chelsea, Manchester City e Paris Saint-Germain sia stata molto più rapida rispetto, per esempio, alla crescita del Tottenham.
La nostra opinione è che esiste un gruppo di élite composto da 10 club europei con un grande divario rispetto al secondo livello. Il quadro è fluido: entrare in questo gruppo di élite è più difficile e più costoso che mai".

Complessivamente, il fatturato del Chelsea è salito a 446,7 milioni di sterline nell'esercizio 2018-19 (dai 443,4 milioni dell'anno precedente).
Il gruppo, tuttavia, ha registrato una perdita di 96,6 milioni nell'anno, riflettendo le acquisizioni dei giocatori e i relativi costi, nonché la mancanza presenza in Champions League, insieme ai costi associati al cambio della gestione della prima squadra.
Nonostante la perdita, il club continua a rispettare i criteri di pareggio di bilancio Secondo le norme Uefa, ai sensi del regolamento del Fair Play finanziario.



Sport Business

numero di 15/01/2020
SOMMARIO di questa settimana

Condividi su LinkedIn




Sfoglia il prossimo articolo -->

*/ ?>